SAP in Italia: il caso ACEA

 

SAP in Italia: il caso ACEA

SAP in Italia: il caso ACEA

ACEA Group, è la prima azienda del settore “utilities” in Italia che gestisce servizi di distribuzione idrica, elettrica e salvaguardia dell’ambiente.

ACEA nasce come compartecipata (azienda del comune di Roma) per poi diventare una S.p.a. quotandosi in Borsa nel 1999.

 

L’ Azienda Comunale Elettricità e Acque, è un player importante che opera in tre settori: Acqua, Gas ed Elettricità.

In particolare, nel 2001, rilevando da Enel il comparto elettrico dell’area metropolitana di Roma, diventa il secondo gruppo aziendale in Italia per il settore energetico (dopo la stessa Enel).

ACEA gestisce i servizi idrici e fognari nel Lazio, Toscana, Umbria e Campania.

Come servizi energetici  ACEA ha offerte di luce e gas per i privati e le aziende. Eroga servizi di energia elettrica per il Comune di Roma.

Una grande azienda come ACEA non poteva che munirsi di un sistema informativo integrato come SAP. Negli ultimi anni l’intero comparto ACEA ha attraversato un rinnovamento tecnologico che mira a digitalizzare tutti i processi aziendali.

SAP è utilizzato in Italia in tantissime aziende ed il caso ACEA rappresenta un esempio di efficienza tecnologica raggiunta proprio con SAP.

In particolre in ACEA troviamo implementanto il modulo SAP PM (Plant Maintenance) utilizzato per la gestione e manutenzione degli impianti.

Sono tanti gli annunci di lavoro per entrare in ACEA in cui vengono richieste competenze SAP ai dipendenti.

Sonoi richiesti anche molti consulenti funzionali SAP e programmatori ABAP, necessari alla manutenzione dei sistemi.

Il video seguente introduce l’utilizzo di SAP in ACEA con l’obiettivo del miglioramento della gestione degli interventi di manutenzione e dello “smart working”.

Innovaformazione, scuola informatica specialistica, eroga formazione su SAP (corsi SAP), sia in modalità frontale che in modalità online classe virtuale.

Per informazioni visitate www.innovaformazione.net e contattateci ad [email protected] .

 

eBay Price Match

eBay Price Match

eBay Price Match è un’iniziativa “eBay Deals”. Si tratta di una campagna che incentiva l’acquisto su eBay.

Attraverso questa promozione, eBay vuole mettersi in competizione sul prezzo. La variabile prezzo però non può essere dicisa troppo dalla piattaforma, poichè sono i venditori che stabiliscono i prezzi su eBay.

Questo è la principale differenza da Amazon, il primo competitor  che vende prodotti “suoi” e che quindi può premere sulla variabile prezzo.

Come interviene allora eBay?Come può stimolare all’acquisto?

Semplicmente eBay con la “eBay Price Match Guardantee”, si rivolge agli utenti dicendo: “hai trovato lo stesso oggetto ad un prezzo inferiore da un’altra parte rispetto ad eBay?”. OK, comunicalo e dimostralo (inviando link e riferimenti). eBay farà le sue verifiche e se davvero l’oggetto da un’altra parte risulterà in vendita ad un prezzo inferiore, emetterà all’utente un buono acquisto pari alla differenza di prezzo.

Niente male vero?

Peccato solo che l’iniziativa non sia attiva in Italia, ma soltanto per gli utenti registrati su eBay.com (ovvero Stati Uniti).

Nei termini e condizioni, eBay specifica che l’oggetto in vendita ad un prezzo più basso, può essere presente in un sito web aziendale qualificato, Amazon, Walmart, BestBuy ed altri.

Non può trattarsi di oggetto già scontato, usato o in vendita con offerte promozionali (Es. Cyber Monday).

Tutte le informazioni sulla iniziativa sono visionabili al seguente LINK.

Ci auguriamo che questa promozione possa essere estesa nel tempo anche all’Italia. Come spesso accade le novità di eBay partono dagli Stati Uniti per poi diffondersi sui paesi del resto del mondo.

Innovaformazione, scuola informatica specialistica, promuove la cultura dell’e-commerce e della piattaforma eBay.

Ci occupiamo di consulenza e formazione per Venditori eBay Professionali.

Con il nostro Corso eBay Venditore Professionale vogliamo fornire le competenze moderne per vendere su eBay in maniera professionale. Il corso è in modalità online con dei video registrati e accessibili 24h per un mese. Incluso template professionale e dispense in PDF.

Innovaformazione si occupo anche di Consulenza eBay. Con la consulenza vogliamo offrire un’analisi della struttura Negozio eBay, template inserzione, descrizione e controllo del rispetto del regolamento.

Visitate www.innovaformazione.net e scrivete a [email protected]

Cos’è SAP HANA?

Cos’è SAP HANA?

Cos’è SAP HANA?

Se vi state ponendo questa domanda probabilmente è perchè siete dei consulenti SAP. Oppure siete dei profili informatici in procinto di avvicinarsi alle tecnologie SAP HANA.

Si tratta infatti di “tecnologie” informatiche che riguardano precisamente delle novità di SAP.

SAP HANA è la nuova piattaforma SAP basata sulla tecnologia “in memory computing”. Si tratta di un’insieme di hardware e software in cui le applicazioni possono processare i dati direttamente nella memoria anzichè nei dischi. I dati quindi non vengono immagazzinati in database tradizionali ma in HANA, completamente in cloud.

Le caratteristiche si riassumono in 4 elementi:

  • piattaforma in Cloud
  • niente rindondanza dei dati
  • dati in real-time
  • predittività

In particolare, SAP HANA come database proprietario SAP si distingue per:

  • “in-memory” database : tutte le operazioni sono lette e scritte direttamente nella memoria
  • “data memory in colonne”: organizzazione in colonne anzichè in righe per ottimizzare la compressione dati e la velocità di elaborazione
  • “parallelismo”: le CPU lavorano su processi paralleli e massivi
  • “aggregazione dinamica”: il calcolo viene effettuato in memoria in “runtime”
  • “Real Time Analysis”: analisi dei dati in tempo reale
  • Non rindondanza: tutto live e in memory con una velocità di lettura migliaia di volte superiore ai database standard
  • Scalabilità in Cloud: con le integrazioni di AWS (Amazon Web Services o Google Cloud) è possibile diminuire o aumentare facilmente potenza e memoria
  • Analisi predittiva e Machine Learning: con la gestione in “real time” dei dati è possibile effettuare analisi predittive con integrazioni con tecnologie di data science (R, Python)

Qui di seguito riportiamo una immagine che schematizza l’architettura della piattaforma SAP HANA:

 

Da questo link invece è possibile scaricare il pdf ufficiale SAP di presentazione dei “10 motivi per scegliere SAP HANA”.

Riportiamo qui invece un interessante video che spiega le caratteristiche di SAP HANA.

 

Il sistema ERP SAP con HANA è chiamata SAP/S4 e corrisponde ad una nuova generazione dell’ERP SAP. Sono rivisti la velocità della gestione dati, la rapidità della gestione dei processi e l’interfaccia utente completamente basata sul responsive design.

Assieme a SAP HANA si parla di SAP Simple Finance e SAP Simple Logistic , ovvero i nuovi sistemi HANA per la gestione finanziaria/contabile e logistica di SAP.

In Italia la piattaforma HANA è ancora poco diffusa per due motivi:

  1. Tempi molto recenti della nascita di HANA
  2. Costi abbastanza elevati per la migrazione dai vecchi sistemi
  3.  Mentalità ostile del management italiano nell’abbracciare le innovazioni tecnologiche

Tuttavia a nostro parare nei prossimi 5-10 i nuovi sistemi SAP basati su HANA andranno a sostituire le vecchie piattaforme. Questo come normale processo di “aggiornamento tecnologico”. Ma si sa in Italia siamo sempre “più lenti” degli altri.

 

Innovaformazione, scuola specializzata nella formazione informatica e su SAP, promuove la cultura digitale e dei sistemi SAP con i corsi di formazione SAP. Potete visitare www.innovaformazione.net e contattarci ad [email protected] .

eBay Explore

eBay Explore

eBay Explore: cos’è e a cosa serve?

eBay Explore è un portale che riporta dati statistici degli oggetti in vendita. E’ molto utile per i venditori.

eBay Explore è un portale prettamente straniero, cioè non permette di monitorare le statistiche dirette del mercato Italiano. Tuttavia ha dati molto interessati sul mercato USA, Canada, Germania e UK.

eBay Explore: a cosa serve?

Il portale serve a monitorare l’andamento del mercato in relazione ai brands (marche) e alle parole chiavi/articoli.

Entrando in home page su eBay Explore è possibile avere una panoramica degli oggetti “più in voga” al momento. I primi oggetti presentati sono quelli più ricercati come parole chiave e più venduti. In particolare eBay Explore è organizzato in modo cronologico: ogni oggetto riportato viene inserito in relazione alla data di riferimento.

Cliccando all’interno del singolo riquadro/trand eBay presenta informazioni statitiche con dei piccoli grafici a grafo. Tra le altre informazioni eBay Explore fornisce dati sulle aree geografiche in cui l’oggetto è più richiesto ed i prezzi: troverete i prezzi medi degli oggetti nuovi oppure usati. Infime per ciascun oggetto trovate le parole chiave di riferimento utilizzate per le ricerche. Viene visualizzato anche il numero di ricereche effettuate, generalmente per il singolo giorno di riferimento.

Attraverso la barra di ricerca centrale, è possibile inserire una parola chiave o della marche. Principalmente il portale eBay Explore funziona per brands infatti.

La sezione “What it’s Worth” permette di visionare gli articoli per ricercarne il valore. Principalmente è utile per i venditori di oggetti usati o collezionisti. In questo modo è più facile effettuare ricerche di mercato sul valore del momento dell’articolo.

La sezione “Best Seller” permette di visionare gli oggetti più veduti. Qui è possibile filtrare le ricerche per arco temporale, per categorie e per oggetti venduti o meno.

Innovaformazione, scuola informatica specialistica, promuove la cultura dell’e-commerce. Innovaformazione è impegnata nell’avvicinare le aziende commerciali all’utilizzo di eBay e del commercio elettronico.

Con il Corso eBay Venditore Professionale è possibile apprendere le skills per vendere su eBay senza improvvisare.

Per informazioni visitate www.innovaformazione.net e scriveteci a [email protected]

Cos’è Hadoop? (Big Data)

Cos’è Hadoop?

Cos’è Hadoop? Se siete atterrati qui sicuramente cercavate risposte a questa domanda.

Rispondiamo subito, sapendo che il lettore medio sia uno sviluppatore software. Se non lo siete non preoccupatevi. Proveremo comunque a trattare l’argomento in maniera concisa senza approfondire l’ambito tecnico. Tuttavia alcuni tecnicismi non potremo evitarli.

Cominciamo con l’introdurre il concetto di Big Data, strettamente legato alla tecnologia Hadoop.

Oggi, grazie ad internet, abbiamo in giro nel mondo circa 2.5 bilioni di gigabyte di dati la cui provenienza è allucinante.

In particolare i telefoni cellulari sono i primi dispositivi che generano la maggioranza dei dati (basi pensare ai 5 milioni di smartphone presenti nel mondo).

Su Youtube ogni minuto vengono caricati circa 48 ore di video. I social network come Facebook e Twitter catturano fino a 10 TeraByte di dati al giorno. Il settore dell IOT (internet of things) crea milioni di dati con circa 30 milioni di sensori sparsi nel mondo.

In generale esistono tre tipologie di dati:

  1. Strutturati: dati organizzati in formato tabelle e individuati nei database (es. MySQL)
  2. Semi-Strutturati: dati che non hanno un data format formale (es. XML)
  3. Non-Strutturati: dati che non possiedono alcun tipo di modello (es. messaggi di testo)

I Big Data riassumono proprio tutta questa vastità di dati, disorganizzati e non strutturati.

Perchè gestire i Big Data?

La risposta deriva dai dati non strutturati che ricoprono quasi l’80% del totale. Ma i dati non strutturati sono molto più difficili da analizzare e da organizzare. I dati non strutturati sono quelli con maggior “valore nascosto” o “dormienti”. Solo con l’organizzazione dei dati è possibile scovare le pontezialità e il riuso commerciale degli stessi.

In poche parole, sono i dati che “generano denaro” se questi vengono analizzati e sfruttati nella maniera più appropriata. Le fonti da cui provengono i Big Data sono:

  • Web logs
  • Sensori
  • Social Media
  • Pagine Internet e Documenti Web
  • Chiavi di Ricerca sul Web
  • Ricerche Scientifiche, Astronomiche, Biomedicali e Medicali
  • Fotografie
  • Rilievi Geografici e Militari

Inoltre l’aumento continuo dei dati necessita un repentino miglioramento dell’efficienza dei processi che allo stesso tempo devono essere sempre più veloci.

Perchè i Big Data sono cosi importanti per le aziende? Perchè permette di:

  • gestire l’efficienza dei processi aziendali
  • analizzare tutti i tipi di dati (strutturati e non) per tranne vantaggi economici
  • monitorare in tempo reale l’andamento dei processi aziendali ed intervenire con le correzioni
  • integrare i dati con i sistemi software interni (es. ERP e gestionali) per ottimizzare i costi/benefici

Il team IT aziendale deve sfruttare la migliore tecnologia per:

  • comprendere i dati e navigare tra le risorse dei Big Data
  • gestire il salvataggio dei dati di alto volume e di grande varietà
  • processare i dati e caricarli nel minor tempo possibile
  • analizzare specialmente i dati non strutturati
  • supportare le eccezioni e correggere gli errori

La principale tecnologia per lo sviluppo con i Big Data è proprio Hadoop. Hadoop viene utilizzato nei settori più disparati: automotive, servizi finanziari e banche, ricerca, servizi online e social media, oil e gas, retail, viaggi, difesa e servizi legali.

Dopo questa introduzione rispodiamo alla domanda: cos’è Hadoop?

Hadoop è un framework java-based che supporta il processo dei dati di larga scala in un ambiente di calcolo distribuito. Hadoop è open-source ed è basato sul GFS (Google File System)

Perchè utilizzare Hadoop? Perchè permette di far girare applicazioni con nodi grandi petabytes di dati.

Hadoop ha un distribuited file system chiamato HDFS che abilita il veloce trasferimento dati tra i nodi. (come nodo si intende qualunque dispositivo hardware in grado di comunicare con altri dispositivi nella rete. Può essere un computer o altro hardware)

Per lavorare su Apache Hadoop sono necessarie basi di Java, per cui si tratta di tecnologie per sviluppatori.

Storicamente Hadoop nasce da un primo progetto del 2005 come Nutch open source project. Yahoo inizia ad usare Hadoop nel 2007 e nel 2008 viene testato da Apache. Nel Dicembre 2011 viene rilasciata la versione Hadoop 1.0 che ci fa comprendere come sia una tecnologia molto recente.

Un’elemento fondamentale di Hadoop è Mapreduce: consiste in un pattern per l’elaborazione distribuita per l’elevata mole di dati.

Attualmente sono tantissime le aziende che hanno implementato Hadoop nei loro sistemi. A partire da Yahoo, utilizzano Hadoop anche Amazon, Facebook, Google, JP Morgan, le istutuzioni governative USA e molte altre.

Le principali caratteristiche di Hadoop sono:

  • affiddabilità
  • scalabilità
  • agilità
  • flessibilità

Hadoop è scalabile semplicemente aggiungendo nodi al cluster di esercizio; i dati delle colonne sono estratti durante la fase di lettura; i nuovi dati possono essere aggiunti ed estratti in qualsiasi momento; i dati vengono copiati nel File System senza alcuna trasformazione (Schema On Read).

Proprio per tutte questa caratteristiche Hadoop va a soppiantare il “classico” RDBMS (Relational Database management System).

 

Innovaformazione, scuola di formazione IT specialistica promuove la cultura informatica e delle nuove tecnologie.

Attiviamo on-demand il Corso Big Data con Hadoop e Spark.

Contatti: [email protected] – tel. 3471012275

Contabilità Generale ottimo SAP

Contabilità Generale Ottimo SAP

 

Contabilità Generale Ottimo SAP – Lavoro: su Roma la ManPower, agenzia per il lavoro, ricerca una figura da inserire in ufficio contabile.

Ecco di seguito il testo dell’annuncio di lavoro:

 

Azienda

Azienda settore intrattenimento

Descrizione: Contabilità Generale Ottimo SAP

Impiegato/a Contabile con utilizzo SAP per supporto diretto al Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili, redazione delle certificazioni di attendibilità relative al bilancio partecipazione all’elaborazione di adeguate procedure amministrativo-contabili, contabilità clienti e fornitori, fatturazione attiva e passiva, operazioni di prima nota, accertamenti di bilancio, supporto nella redazione del bilancio societario.

Il candidato/a ideale è Diplomato in Ragioneria oppure ha conseguito una Laurea in Economia, pbuona conoscenza del pacchetto OFFICE e SAP modulo finance.Costituisce titolo preferenziale una pregressa esperienza lavorativa in amministrazione ed eventuale gestione di adempimenti SIAE, IMAIE, UNIVIDEO.

NOTE LEGALI:
Manpower è una compagnia eticamente responsabile. Il servizio è gratuito. I candidati ambosessi (L.903/77 – D.Lgs. n.198/2006) sono invitati a leggere l’informativa Privacy su www.manpower.it Aut. Min. Prot. N. 1116 – SG – del 26/11/04.
Altre informazioni:
Città Metropolitana di Roma
Temporaneo
Full Time
16/03/2017
203887148
1331
MOC – ROMA 1
1
E’ possibile candidarsi direttamente da questo LINK diretto. (Contabilità Generale Ottimo SAP)
Innovaformazione, si occupo di formazione su SAP, proprio per rispondere alla sempre maggiore richiesta di profili con competenze SAP. Visitate www.innovaformazione.net e contattateci ad [email protected] per ogni informazione.

eBay AMP

eBay AMP

eBay AMP: cos’è?

Se siete finiti su questa pagina è perchè stavate cercando informazioni eventualmente su queste due parole chiave: eBay e AMP.

Innanzitutto spieghiamo brevemente cos’è l’AMP e perchè coinvolge eBay.

La sigla AMP sta per “Accelerated Mobile Pages” . Si tratta di un progetto Open Source lanciato da Google per ottimizzare i siti web visti e letti dai dispositivi mobili.

In particolare si tratta di linee guida indicate per siti di news, notizie e blog. Lo scopo è quello di ridurre ai minimi termini sia la durata del caricamento della pagina nonchè la complessità dell’interfaccia.

Per tutte le altre categorie di siti applicare l’AMP ha forse più controindicazioni che vantaggi.

Implementare su un e-commerce i principi dell’AMP è un tantino complesso. Il progetto AMP, visionabile da questo LINK per la versione italiana, è abbastanza giovane ed in continua evoluzione.

AMP non ammette le interfaccie in javascript che sono alla base di animazioni, effetti o video. Il risultato è una pagina che carica 4 volte più velocemente e che utilizza dati 10 volte in meno.

In AMP l’attenzione viene concentrata sui contenuti e sulla rapidità di caricamento.

“Ogni volta che un articolo ci mette troppo tempo per raggungere un lettore, quel lettore è perso…”. Cosi diceva David Besbris, direttore degli ingegneri di Google alla conferenza di presentazione. Per cui l’AMP è un progetto ideato proprio per i notiziari e gli articoli.

L’utente lettore, non sceglie se navigare in AMP o meno. Semplicemente, facendo una ricerca da smarptphone, Google gli presenta principalmente i contenuti in AMP se questi rispettano gli standard.

Accanto al link del risultato, troverete una piccola indicazione “AMP” con una piccola icona che ricorda un fulmine.

Posizionandoci su di un link contrassegnato con “AMP”, la pagina caricherà davvero all’istante.

In generale diremo che il progetto AMP non è l’ideale per l’approccio di un e-commerce. Tuttavia eBay ha implementato AMP sulla piattaforma e specialmente nelle schede prodotto. (Maggiori dettagli sono visionabili QUI)

eBay annuncia l’approccio AMP proprio QUI

Dal 2015 eBay ha investito molto in questo progetto, insieme ai progetti di intelligenza artificiale. Attualmente collabora con lo stesso progetto Open Source AMP.

eBay quindi, non vuole essere un semplice caso di studio di applicazione AMP all’e-commerce. Vuole invece presentare la vera e propria collaborazione.

L’implementazione AMP è un’approccio per migliorare l’esperienza utente sulla piattaforma. In particolare per distinguersi dall’interfaccia del principale concorrente: AMAZON.

Qui inseriamo il video del meeting sul tema eBay AMP. Ecco l’eBay Meetup.

 

Innovaformazione, scuola informatica specialistica ha l’obiettivo di diffondere la cultura digitale, informatica. Vuole diffondere l’approccio all’e-commerce basato sull’utilizzo di eBay per le PMI.

Innovaformazione si occupa di consulenza e formazione informatica. E’ attivo il Corso eBay Venditore Professionale (visitate il nostro sito)

eBay Engine of Future

eBay Engine of Future

eBay Engine of Future: eBay come motore del Futuro.

Il 10 Maggio 2017 eBay ha pubblicato questo interessante video-infografico (presente a fine articolo) per spiegare il suo ruolo nell’economia globale.

eBay si auto-definisce “motore del mondo”. Perchè?

L’economia mondiale da sempre viene vista come un flusso circolare. In quasi ogni settore, la produzione di beni genera rifiuti che vengono riassorbiti e reciclati dal motore economico.

In passato l’economia si basava sulle attività primarie ed agricole. Il circuito era dettato dai semi che coltivati generavano i frutti. Questi a loro volta venivano mangiati. I frutti ricadendo anche per terra, ri-generavano altri semi messi in circolo dagli insetti e dall’aria. Semi che nuvamente generavano altri frutti e che davano vita ad un flusso circolare.

Oggi il mondo economico è più complesso. Siamo circondati di oggetti elettronici. Tutti hanno componenti metalliche o plastiche. E’ difficile oggi giorno riparare da soli uno smartphone o un elettrodomestico. E’ più facile recuperare pezzi di ricambio o reciclare il materiale.

Ecco, proprio queste due ultime azioni rendono “eBay Engine of Future”.

Rivendendo oggetti inutilizzati o recuperando parti di ricambio, eBay cosa fa:

  • conferisce nuovo valore economico agli oggetti o converte in moneta un bene “morto”
  • riduce gli sprechi
  • stimola e incentia all’economia globale

eBay oggi viene utilizzato nei settori più disparati. La sua elevata personalizzazione circa le inserzioni e le categorie permette di vendere praticamente qualunque tipo di oggetto. Nuovo o usato.

Oggi eBay è utilizzato da 160 milioni di utenti con 1 bilione di inserzioni attive nel mondo.

Si auto-definisce il “cuore dell’economia circolare”.

Sicuramente non si può che condividere questo concetto invitando ad utilizzare eBay per le vendite online.

Innovaformazione, scuola informatica specialistica, promuove la cultura del commercio elettronico e della piattaforma eBay.

Invitiamo a visitare www.innovaformazione.net . Tra i nostri servizi troviamo la formazione e consulenza per Venditori Professionali eBay.

Lavoro Contabile Napoli

Lavoro Contabile Napoli

Lavoro Contabile Napoili: Gi-Group agenzia per il lavoro, ricerca su Napoli un impiegato amministrativo-contabile con esperienza pregressa su ciclo attivo e passivo. Come molti annunci di lavoro nel settore di contabilità richieste competenze SAP.

Riportiamo l’annuncio qui di seguito:

Gi Group SpA, Agenzia per il Lavoro (Aut. Min. 26/11/04 Prot. n. 1101-SG) ricerca per prestigiosa azienda del settore petrolifero

1 IMPIEGATO/A AMMINISTRATIVO/A CONTABILE

La risorsa dovrà aver maturato esperienza pregressa nella mansione, con conoscenza in particolare di contabilità ciclo attivo e passivo.

Indispensabile conoscneza ed uso del gestionale SAP.

Si offre ctr per sostituzione maternità, 3 liv. ccnl commercio.

Luogo di lavoro: Napoli

I candidati ambosessi (D.lgs. n. 198/2006) sono invitati a leggere sul sito www.gigroup.it l’informativa privacy (D.Lgs.196/2003).

 

Per candidarsi è possibile visionare il seguente LINK.

 

Innovaformazione, scuola informatica specialistica promuove la cultura informatica e in particolare eroga corsi di formazione su SAP, erogati sia in aula frontale che in modalità online virtual classroom.

Per informazioni visitate www.innovaformazione.net

 

Big Data Profili

Big Data Profili

Big Data Profili: il termine “Big Data” è ormai sulla bocca di tutti.

Un po per moda un pò perchè siamo arrivati a gestire una mole di dati vastissima. Con il passare degli anni le nostre informazioni si sono moltiplicate proprio grazie all’utilizzo di internet e alla sua facilità di accesso.

Con “Big Data” intendiamo proprio una mole di dati elevatissima, non strutturati e con fonte diversa.

Le aziende stanno incominciando a cogliere l’opportunità dell’analisi e dell’interpretazione di questi dati. Lo scopo è commerciale e non.

Per proporre un determinato prodotto ai clienti è utile conoscere i suoi consumi o la sua propensione alla spesa.

E’ necessario studiare il comportamento del cliente. I Big Data vengono usati per la previsione dei mercati e dei settori. Molti scenari sono ancora in fase di esplorazione.

In quest’ottica si inquadrano nuove figure professionali che lavorano e utilizzano tecnologie particolari (Big Data Profili).

Parliamo principalmente del settore dell’Information Technology.

I suddetti profili sono sempre più trasversali. Sono richieste competenze di tipo matematico, statistico ed economico assieme alla skills di programmazione ed analisi di dati.

Nelle seguente infografica troviamo presentate le aree di business, le tecnologie e i profili professionali che ruotano attorno ai “Big Data”. I dati riguardano il mercato internazionale.

La domanda del mercato mondiale si aggira sui 15 Trilioni di dollari per una stima prevista fino al 2030.

Solo gli Stati Uniti entro il 2018 ha una richiesta tra 140 e 190 k di personale con competenze di analisi Big Data.

Nel mondo si prevede una richiesta di 1.5 milioni di big data managers.

Tutti i settori sono interessati alla rivoluzione dei Big Data:

  • Agricolo: innovazioni nei processi dell’agricoltura con sensori e macchinari
  • Energetico: gli Emirati Arabi sono i primi ad utilizzare i Big Data nel migliorare il gap tra produzione e consumo energetico
  • Automotive e correlati: in Svezia i Big Data vengono utilizzati dal servizio Taxi per ridurre traffico ed emissioni
  • Edilizio: Barcellona è la prima città che vede il riutilizzo dei Big Data per progettare e costruire smart city

Entrando invece nel merito delle tecnologie informatiche utilizzate dai Big Data Profili troviamo:

  1. Apache Hadoop
  2. Apache Spark
  3. NoSQL (es. MongoDB, Cassandra)
  4. Scala
  5. Python

Skills richieste:

  1. Machine Learning e Data Mining
  2. Analisi Quantitavia e Statistica
  3. Data Visualization
  4. Programmazione ad oggetti

Le figure professionali lavorative principali sono due:

  • Big Data Engineer
  • Big Data Science

La differenza sostanziale è che mentre il Big Data Engineer è uno sviluppatore che lavora sull’architettura software dei dati, il Data Science è una sorta di analista che lavora nella creazione degli algoritmi.

Per cui il secondo profilo è sicuramente più trasversale, spesso con laurea in materie matematiche e statistica.

Se vogliamo entrare nel dettaglio, altre specifiche figure (più diffuse nel mercato Americano) sono l’Analytics Manager, Machine Learning Engineer ed il BI Specialist (Business Intelligence).

Questi ultimi profili sono ancora poco inquadrati nel mercato Italiano che spesso ingloba skills generali in un’unica figura.

I primi 5 settori industriali interessati dal lavoro sui Big Data sono:

  1.  Scientifico e tecnico
  2. Information Technology
  3. Manifatturiero
  4. Finanziario
  5. Retail

Innovaformazione, scuola informatica specialistica, promuove la cultura e la formazione informatica.

Nell’offerta formativa è presente il Corso Big Data Hadoop e Spark per Big Data Engineer.