Cos-è-PTC-CREO-cad

Cos-è-PTC-CREO-cad

Cos-è-PTC-CREO-cad ?

E’ un CAD. Un software per il disegno tecnico.

PTC è un’azienda produttrice di un software utilizzato nel mondo ingegneristico.

Il software PTC è utilizzato:

  • nella progettazione 2D e 3D
  • nel PLM (Product Lifecycle Management)
  • nell’ ALM (Application Lifecycle Management)
  • nell’ SLM (Service Lifecycle Management)

PTC Creo è il prodotto CAD di PTC. Il CAD (Computer Aided Design) è il termine con cui si fa riferimento ai software per la progettazione ed il disegno meccanico/industriale.

Nell’immagine sottostante presentiamo una infografica che illustra in panoramica il software PTC Creo.

PTC Creo è l’eveluzione del vecchio software Pro-e (Pro-Engineer).

Creo è molto vasto. Consiste in una suite di applicazioni che permettono di creare, modificare e condividere progetti con funzionalità di modellazione parametrica diretta (PTC Creo Parametric).

PTC Creo viene utilizzando nel Design Industriale: permette di creare superfici tecniche,  avanzate  e di lavorare nel “reverse engineering”.

Creo è scalabile ed interoperabile. E’ costituito da 10 aree:

Creo Parametric, Creo Direct, Creo Simulate,  Creo Schematics, Creo Option Modeler, Creo View MCAD, Creo View ECAD, Creo Illustrate, Creo Sketch, Creo Layout.

Il principale prodotto utilizzato è il PTC Creo Parametric.

La convisione dei dati di progetto fra i componenti del team di lavoro, consiste nel riutilizzo dei file e degli stessi dati di lavoro.

Si parla cosi di riutilizzo dei “legacy data”.

I vantaggi nella condivisione del progetto sono:

  1. migliorare la produttività
  2. migliorare la qualità delle informazioni utilizzate
  3. ridurre tempi e costi
  4. ridurre gli errori

Oltre ai “pro” troviamo dei “contro”:

  1. aumento della difficoltà nel modificare progetti creati da altri ingegneri
  2. poco tempo per elaborare il design di prodotto
  3. influenza il design esistente in nuovi concept

 

La flessibilità di PTC Creo interviene per eliminare questi pericoli.

Spieghiamolo.

PTC Creo fornisce funzionalità per editare e cambiare i progetti esistenti (legcy data)

E’ possibile creare modelli per lavoro su modifiche con basi giornaliere

Creo può smontare la complessità di certi modelli complessi scomponendoli in steps semplici.

E’ possibile referenziare, ridefinire e ricreare i progetti di design in modo molto semplice.

Se vi chiederanno Cos-è-PTC-CREO-cad, risponderete che non è un semplice CAD.

E’ un pacchetto molto complesso che racchiude tanti tool per l’ingegnere progettista.

Un’ ultima e non banale caratteristica di PTC Creo è la sua “Multi CAD Data”: permette di caricare, elaborare ed esportare progetti e file creati con altri software CAD (Catia, Solidworks, Unigraphics ecc.) .

Per integrare il lavoro del progettista, PTC ha un prodotto chiamato Windchill PDMLink. Si tratta di una sorta di gestionale fondamentale per gestiore tutti i dati del progetto. Ci riferiamo al Product Lifecycle Management.

Windchill ad esempio permette di estrarre dati da una distinta base e di dialogare con software gestionali di tipo ERP come SAP, utilizzato in tantissime aziende del settore produttivo e meccanico.

Quali aziende utilizzano PTC Creo nella progettazione? Schneider Eletric, Volvo, Whirlpool, SKF, Bosh, MerMec, Lamborghini ecc. (trovate i casi di aziende da questo LINK)

Schneider Electric

Innovaformazione, scuola informatica specialistica, promuove la cultura per il settore software.

Per PTC Creo eroghiamo formazione con il Corso PTC Creo

che viene svolto in sede frontale oppure in modalità onle virtual classroom.

 

 

Programmazione-app-con-Phonegap

Programmazione-app-con-Phonegap

 

Programmazione-app-con-Phonegap: parliamo di sviluppo APP multipiattaforma.

Il lettore medio che “atterra” nei nostri articoli di solito è:

  • sviluppatore di media esperienza
  • completo neofita

Se sei un completo neofita, allora per cominiciare devi sapere che esiste un diverso approccio per lo sviluppo APP: nativo oppure ibrido.

In caso tu non sappia questa differenza consigliamo di leggere questo altro articolo sulla programmazione ibrida.

Phonegap è un framework cross-platform.

Si, è vero ce ne sono diversi di framework mulitpiattaforma. Tuttavia a nostro avviso PhoneGap è il miglior strumento per lo sviluppo non nativo. Perchè?

Cercheremo di dare una panoramica di risposte accompagnando l’infografica (fonte quantumcloud.com) presente in fondo a questo articolo.

Innanzitutto se non hai discrete basi di Java è praticamente impossibile programmare su Android Studio. In maniera simile è impossibile programmare in Swift per iOS (dispositivi Apple) se non conosci nemmeno un linguaggio come C++ o C#.

Per i completi neofiti, utilizzare l’approccio cross-platform è la solutione ideale per paritre su piccoli progetti di app.

In particolare diremo che la Programmazione-app-con-Phonegap è la soluzione ideale in questi casi.

Ma veniamo a noi.

Cos’è PhoneGap?

Phonegap è uno strumento di sviluppo (framework) per sviluppare allo stesso tempo APP per tutti dispositivi. Sia Android, che iOS che per Windows.

Una Programmazione-app-con-Phonegap consiste nell’utilizzare una “conteiner tecnology” basata su Html, CSS e Javascript.

Questi tre “linguaggi” (solo javascript è un vero linguaggio in realtà) sono molto più semplici da imparare rispetto al robusto Java. Quindi è un ottimo punto di partenza per chi parte dallo zero completo.

PhoneGap è 100% opensource, gratuito. Rilasciato sotto Apache Cordova.

La Programmazione-app-con-Phonegap permette di abbattere sicuramente sia i tempi di sviluppo che i costi.

Mantere l’approccio nativo, significa invece:

  • ingaggiare sviluppatori con competenze su Android
  • ingaggiare sviluppatori con competenze su iOS
  • acquistare Mac per sviluppare su iOS

Questo si traduce sicuramente in un incremento dei costi.

Se uno sviluppatore non ha compenteze su l’uno o l’altro linguaggio deve impararlo.

PhoneGap permette di programmare nel suo ambiente in Html, Css e Javascript. Ci penserà il “compilatore” di PhoneGap e “riscrivere” il progetto, impacchettarlo e a distribuirlo sulle diverse piattaforme.

Le app realizzaate con PhoneGap non sono nè completamente in Html nè native. Infatti parte dell’applicazione sarà scritta in Html/Css/Javascript: vedi la UI User Interface, la sua logica e la comunicazione con il server.

L’altra parte che controlla le funzioni del device è scritto in maniera nativa (qui infatti intervendono le API per fotocamera, accelerometro, gps ecc.).

Sono proprio le sue API (Application Programming Interface) che permette a PhoneGap di mantenere una parte nativa. Per questo si utilizza Javascript.

Entrando nel tecnico, diremo che PhoneGap è principalmente un framework Javascript che permette alle applicazioni scritte in html/javascript di accedere alle funzioni del dispositivo.

Infine ci sono i Plug-in. Sono delle “estensioni” di Phonegap che permettono di acceder a molte altre funzioni native del dispositivo o di acceder a servizi in cloud.

Distribuzione delle APP.

Il compilatore di PhoneGap produce delle APP che mantengono lo standard dei sistemi operativi Android piuttosto che iOS.

Per cui diremo che PhoneGap “builderà” applicazioni con estensione APK (Android Package file), IPA (iOS Application Archive) o XAP (Application Packege Windows).

Cosi facendo le applicazioni finali si presentano comunque come “native” e possono essere distribuite nei rispettivi store come Google Play ed Apple Store.

Nell’intero ecosistema delle APP del mondo, la maggior parte sono sviluppate in approccio cross-platform.

Tuttavia un professionista deve sempre valutare il tipo di progetto su cui va a lavorare. Scegliere quindi la tecnologia migliore in relazione all’obiettivo finale.

Infatti solitamente dei progetti di APP molto complessi, che si interfacciano con software esterni, che necessitano un elevato livello di manutenzione, si sviluppano in modalità nativa pura.

Innovaformazione, scuola informatica specialistica, promuove lo sviluppo mobile APP e la cultura informatica.

Abbiamo tre tipi di corsi di formazione per Sviluppatori Android e iOS:

Corso Android Sviluppatore APP

Corso iOS Sviluppatore APP

Corso Sviluppatore APP Cross-platform (Phonegap)

 

INFO: [email protected] – tel. 3471012275

Facebook Marketplace: c’è eBay

Facebook-Marketplace-ce-eBay

 

Facebook-Marketplace-ce-eBay

 

 

Facebook-Marketplace-ce-eBay. Cosa significa?

Ultimamente si parla di una nuova funzione su Facebook: Facebook Marketplace.

Si tratta di uno spazio già integrato nel social network, che rappresenta un “mercatino” di annunci.

Zuckemberg già da tempo aveva pensato di inserirsi nel mercato dell’e-commerce.

Prima negli Stati Uniti, ora in Europa. Facebook Marketplace approda da Agosto 2017 anche in Italia.

In cosa consiste?E perchè parliamo anche di eBay?

Facebook Marketplace è raggiungibile selezionando l’icona a forma di “gazebo” presente nella home page.

Da mobile (quindi da smartphone) troveremo l’icona al centro del nostro menu. Da desktop si potrà accedere selezionando “Marketplace” dal menu situato invece sulla colonna di sinistra.

Il “Facebook Marketplace” vi comparirà come l’immagine precedente.

Due sono le caratteristiche principali:

  1. E’ basato sulla geolocalizzazione
  2. Facebook non è responsabile delle transazioni tra acquirenti/venditori

In realtà Facebook Marketplace non si presenta come una vera alternativa ad eBay o Amazon. Vendere è gratuito e non ci sono tariffe per pubblicare le inserzioni.

Si presenta come una sorta di “mercatino” dove chiunque può pubblicare e ricercare un articolo. Nelle transazioni conviene concordare un incontro tra le parti per finalizzare l’acquisto a mano.

L’organizzazione per geolocalizzazione è dal nostro punto di vista un fattore penalizzante. Tuttavia fa di questa caratteristica una differenza dagli altri pleyers.

Nell’ecommerce si è soliti ricercare un articolo per acquistarlo a prescindere dal luogo in cui si trovi.

Su Facebook Marketplace no. Bisogna indicare il luogo in cui ci troviamo, il raggio di distanza in cui vogliamo ricercare e la parola chiave. Successivamente si lancerà la ricerca.

In teoria potremmo effettuare una ricerca anche su una città diversa dalla nostra. Tuttavia l’applicativo risulterebbe scomodo in questo caso.

In questo caso si procederà cosi.

Bisognerà entrare nella mappa, selezionare un luogo di interesse e avviare la ricerca. Tuttavia il raggio di azione non potrà andare oltre i 171km per la ricerca.

L’interfaccia delle offerte degli oggetti, a nostro avviso risulta un pò confuso.

E’ pur vero che le categorie sono organizzate in alto con icone identificative.

Un aspetto negativo è che le inserzioni si presentano senza un titolo ben evidenziato e spesso con risultati anche leggermementi diversi dalla parola chiave inserita.

Una volta selezionato l’oggetto non si può ordinarlo nè fare un’offerta come su eBay.

Si può soltanto effettuare primo contatto con l’invio un messaggio al venditore.

Perchè abbiamo parlato di eBay(Facebook-Marketplace-ce-eBay)

Abbiamo parlato di eBay perchè attualmente negli USA, Facebook Marketplace ha una sezione di “sponsorizzazione” per eBay. Come menzionato dall’articolo dell’ ANSA, una sezione di “annunci del giorno” permette ai venditori eBay di comparire nel social network “dal logo blu”. In questo caso l’utente interessato all’articolo pubblicizzato verrà indirizzato all’acquisto ma dovrà loggarsi alla piattaforma eBay.

 

Diremo inoltre che esistono già dei gruppi Facebook utilizzati da “mercatini”. Anche qui gli utenti si comportano in maniera simile postando annunci e accordandosi fra di loro. La stessa piattaforma “Facebook Marketplace” permette di “copiare” lo stesso annuncio direttamente nei gruppi dedicati alle compravendite.

La nostra opinione a riguardo è che Facebook Marketplace non sembra una piattaforma adatta ai venditori professionali.

Tuttavia rappresenta “una piazza” da non sottovalutare. Facebook possiede milioni di visitatori e di utenti ogni giorno.

Quidi è utile inserire qualche annuncio “civetta” per attirare qualche compratore.

Sicuramente consigliamo ai commercianti di inziare qualche test.

Innovaformazione, scuola specializzata nella formazione informatica e nell’e-commerce, promuove la cultura digitale in Italia.

Specializzata nella piattaforma eBay organizza corsi per venditori eBay professionali ed offre consulenza per l’analisi dei Negozi eBay.

Per informazioni visitate www.innovaformazione.net ed il seguente link per il corso:

Corso eBay Venditore Professionale

 

Metre per restare aggiornati sulle nostri articoli per l’argomento eBay, potete salvarvi questo LINK.

 

Imparare-a-programmare

Imparare-a-programmare

 

Imparare-a-programmare: da quale linguaggio iniziare?

Il mondo IT consiste in una serie di “tecnologie”. A seconda del settore e dell’ambito in cui ci si vuol specializzare, troviamo linguaggi, prodotti e tecnologie.

E noi aggiungiamo: “da dove iniziare”?

Per prima cosa è importante scegliere in quale settore ci vogliamo posizionare. Ci interessa la programmazione front-end o programmazione back-end (quindi lato web)?

Ci interessa imparare-a-programmare APP mobile (Android, iOS)?

Siamo interessati a programmare software desktop o multipiattaforma.? Ci piace programmare videogames? Vogliamo specializzarci nei database e datawarehouse?

L’infografica di seguito (realizzata da “whoishostingthis“), illustra i “linguaggi di programmazione” con le loro applicazioni.

I linguaggi vanno inseriti in contesti più ampi.  Spesso relazionati fra di loro.

Ecco una sintesi dei linguaggi di programmazione in una carrellata.

 

PHP.

 

PHP è un linguaggio server-side interpretato. Non compilato. Può essere affiancato dall’HTML, CSS e a Javascript.

PHP è un linguaggio utilizzando nel mondo web.

Funzioni di PHP:

  • creare pagine dai contenuti dinamici
  • scrivere, leggere, chiudere ed aprire file sul server
  • salvare, modificare e aggiungere dati su di un database
  • creare utenze di accesso al proprio sito web

Perchè lavorare con PHP:

  • gira su varie piattaforme come windows, linux, Mac OS ecc.
  • open source e gratuito
  • supporta un buon range di database
  • è efficiente

 

Javascript

Javascript è un linguaggio client-side ed è inserito in quasi tutti i browser.

Viene usato nella creazione di siti web per la parte front-end (interfaccia utente). Di solitò viene usato assieme all HTML e al CSS per lo sviluppo web. Inoltre Javascript è ricco di librerie e framework che agevolano la programmazione (es. jQuery).

 

HTML

Non è un linguaggio di programmazione (come erroneamente i neofiti possono sostenere) ma è uno scripting di markup.

Viene utilizzato nello sviluppo front-end assieme ai già citati javascript e css. La versione più recente dell’ HTML è  l’ HTML5 per la creazione di applicazioni “responsive” (visionabili anche da smartphone e tablet).

 

SQL

SQL è la sigla di Structured Query Language. Consiste in uno standard per interagire con i database. MySQL è  il più comune database. Per chi si avvicina alla programmazione web My SQL è sicuramente il migliore per imparare a programmare.

 

Utilità:

  • creare database
  • modificare database ed insere tabelle e campi
  • creazione permessi e utenze di accesso
  • configurazione di salvataggio dati

 

Objective C e Swift

Si tratta di un linguaggio orientato agli oggetti, basato sul C ed utilizzato per lo sviluppo di APP per dispositivi iPhone e iPad.

Per programmare in Swift e Obiective C è indispensabile possedere l’hardware Apple: Mac e un dispositivo iPhone per le fasi di test.

 

C++ / C#

Sono  linguaggi ad oggetti di casa Microsoft. Sono utilizzati per lo sviluppo software, videogames e mobile APP.

C# è impiegato nella programmazione in Xamarin per lo sviluppo applicazioni per dispositivi mobili (cross-platform.

Unity 3D, videogames engine, utilizza C# per lo sviluppo di videogiochi e software tridimensionali.

 

 

Java

Linguaggio di programmazione ad oggetti. Server-side, interpretato e compilato. Utilizza una virtual machine.

Java è il principale linguaggio al mondo utilizzato per lo sviluppo software, mobile e applicazioni web complesse (vedi JEE).

Android si basa su Java per lo sviluppo APP native con Android Studio.

 

Python

E’ un linguaggio server-side, interpretato, open source e non compilato.

Python ha molteplici applicazioni:

  • creazione siti web
  • creazione di GUI (desktop Grafic User Interface)
  • sviluppo software
  • sviluppo videogames
  • interazioni database
  • sviluppo nel Data Science con alcuni framework

 

Ruby (on Rails)

Linguaggio di programmazione server-side interpretato, non compilato.

Diffusosi con l’utilizzo con il framework Rails. Permette di realizzare applicazioni web lato front-end e back-end complesse.

 

Vuoi imparare-a-programmare?

Allora visita il sito www.innovaformazione.net .

Scuola informatica specialistica, Innovaformazione promuove la cultura dello sviluppo software.

Vuoi consigli su quale corso è più indicato in realazione alle tue basi e ai tuoi obiettivi?

Contattaci! tel. 3471012275 – [email protected]

 

 

 

 

 

 

 

 

Lavorare-con-SAP

Lavorare-con-SAP

 

Lavorare-con-SAP: un mondo di opportunità.

SAP è un’importante software utilizzato dalle aziende di tutto il mondo. E’ tuttavia anche una software house.

L’infografica presente sotto, realizzata dalla stessa SAP, spiega le opportunità di lavoro nel settore.

Innanzi tutto, l’infografica vuole dare un messaggio “sociale”: SAP può aiutare i giovani ad uscire dalla disoccupazione.

Nel mondo ci sono circa 74,5 milioni di disoccupati.

In alcuni paesi più della metà della popolazione è disoccupato.

Le economie mondiali ricercano sempre più profili specializzati e “skillati” nell’ambito informatico e tecnologico.

Per il 2020 si prevede un aumento della domanda di circa 40 milioni di nuovi lavoratori specializzati in ambito ingegneristico ed informatico. Posti di lavoro che resteranno a lungo vacanti per mancanza di competenze.

In questo ambito, SAP invita ad avvicinarsi al settore informatico e ad entrare nel mondo della “consulenza SAP“.

Migliaia di aziende nel mondo ricercano profili che lavorino su SAP sia come “utenti” che come “consulenti”.

Come si può Lavorare-con-SAP? Principalmente ci sono quattro macro-figure:

  1. Pre-Sales e Sales (Area venditori);
  2. Programmatori Abap
  3. Consulenti Funzionali (o su altre tecnologie SAP)
  4. Utenti (gli impiegati di contabilità o logistica come utilizzatori finali)

 

Come ci si avvicina al mondo SAP e come si inizia la carriera (da consulente)?

Sicuramente è indispensabile un percorso di formazione specifico.Tuttavia bisogna fare attenzione a selezionare i corsi specifici e veramente tecnici.

Dopo un corso di formazione, a seconda dell’obiettivo professionale, si può iniziare a lavorare.

Di solito si inizia conuno stage o con un apprendistato. Gli ambito sono vasti: analista funzionale o programmatore.

Un periodo di affiancamento con una figura senior è quasi sempre obbligata. Infine le attitudini personali permettono di rendersi autonomi e lavorare da soli e in team su di un progetto SAP.

Perchè Lavorare-con-SAP?

Ecco un pò di motivi:

  1. Nel mondo ci sono circa 75 milioni di persone impiegate nel mondo SAP
  2. SAP è utilizzato da quasi tutte le multinazionali e garantisce contratti stabili
  3. Gli stipendi dei consulenti SAP sono medio alti (da 1.500€ a 5.000 € circa)
  4. SAP è diffuso sia negli enti pubblici che nelle aziende private
  5. I consulenti SAP sono estremamente ricercati e sono profili che raramente restano inoccupati

Vuoi iniziare un percorso su SAP?

Allora puoi iscriverti ad un corso SAP di Innovaformazione.

Visita www.innovaformazione.net e contatta via email [email protected] .

Innovaformazione, scuola informatica specialistica, eroga corsi SAP diversi su moduli SAP differenti.

Contatta subito Innovaformazione per farti consigliare il corso più adatto al tuo profilo.

 

Calzedonia-lavoro-SAP

 

Calzedonia-lavoro-SAP

 

Calzedonia-lavoro-SAP: il Gruppo Calzedonia ha sede a Verona ma è dislocato in tutto il mondo. Calzedonia ha SAP.

Nata nel 1986, Calzedonia è tra i principali brand internazionali nel settore calze e costumi da donna.

Come in quasi tutte le grandi aziende, i flussi di lavoro possono essere gestiti solo con un software ERP efficiente come SAP. Per lavorare in Calzedonia, consocere SAP è una skill fondamentale.

Qui di seguito riportiamo un recente annuncio per l’ambito contabile-amministrativo:

IMPIEGATA/O UFFICIO CONTABILITA’ PERSONALE

Italia; Italia/02 – Sede Centrale – VERONA

All’interno dell’Ufficio Contabilità del Personale contribuirai alla gestione delle attività riguardanti aspetti contabili e amministrativi legati alla gestione dei dipendenti.

In particolare, avrai modo di occuparti di:

  • contabilità del personale: inserimento su SAP e AS400 della prima nota relativa alle paghe mensili e ai pagamenti relativi al personale;
  • pagamenti:  disposizione di bonifici e deleghe F24, fondi di previdenza complementare, trattenute sindacali, tramite home banking e successivo inserimento della relativa prima nota sul gestionale SAP
  • reportistica: elaborazione di file Excel dove viene riportato il nr. di addetti e il costo del personale per l’analisi dei periodici bilanci consolidati

Questo è il ruolo che fa per te se:

  • sei laureato/a in materie economiche e hai maturato 1-2 di anni di esperienza in ambito amministrativo/contabile
  • sei una persona precisa, attenta ai dettagli e organizzata;
  • hai una buona predisposizione alle relazioni interpersonali e attitudine al problem solving.
E’ possibile candidarsi direttamente visionando il seguente LINK .
Se invece volete visionare tutta la sezione “carriere” e tutti gli annunci di Calzedonia potete visionare QUESTA pagina.
Oltre ai profili “impiegatizi semplici” (contabile, logistica, magazzino ecc.) Calzedonia ha una serie di ricerche aperte per “Consulenti SAP”.
Innovaformazione, scuola informatica specialistica, promuove la cultura informatica e SAP.
Potete visionare l’offerta formativa ed i Corsi SAP ai seguenti link:
www.innovaformazione.net – [email protected]

Programmazione-Java

Programmazione Java

 

Programmazione-Java: storia e goals del più famoso linguaggio di programmazione.

Se sei atterrato su questo articolo è perchè cercavi informazioni sulla programmazione Java.

Sei entrato nell’articolo giusto.

Java oggi è il più richiesto linguaggio di programmazione e con la seguente infografica vogliamo presentare alcune sue caratteristiche. (infografica realizzata da “javassigmenthelp.net”)

Nato nel 1991, oggi Java è presente in tantissimi dispositivi: cellulari, computersi,  decoder TV e tanti altri componenti elettronici.

Gli sviluppatori Java, di conseguenza sono i più richiesti. Nel mondo ci sono 6.9 milioni di sviluppatori Java.

Perchè Java è cosi diffuso? Perchp la programmazione-Java è cosi richiesta?

Ecco un elenco di risposte:

  • è un linguaggio ad oggetti molto diffuso
  • è robusto e sicuro
  • ha un’architettura portabile e neutrale
  • possiede alte performance di esecuzione
  • è dinamico ed interpretato

Java di per sè è un “mondo”. Sostanzialmente si distingue Java SE (Standard Edition) e Java EE (Enterprise Edition).

Il primo lo ritroviamo nello sviluppo Java in Desktop, il secondo nello sviluppo web con Java.

In particolare con JEE troviamo alcuni “framework” utilizzati dagli sviluppatori.

In ordine di diffusione ed utilizzo troviamo: Spring MVC (40%),  JSF – Java Server Faces (21%) e Struts ( 4,5% – 6%). Noi aggiungiamo anche Hibernate (ORM).

I framework Java sono dei tool di sviluppo utilizzati dai programmatori durante il loro lavoro di programmazione Java.

Per informazioni invece sulle tantissime certificazioni Java per sviluppatori, vi lasciamo questo altro LINK.

Innovaformazione, si occupa di formazione IT in particolare su Java. Eroghiamo corsi Java come:

 

Corso Oracle Java Standard Edition

Corso JEE Java Enterprice Edition

 

(Programmazione-java)

 

IBM-Lavoro-Consulente-SAP

IBM-Lavoro-Consulente-SAP

 

La figura del “Consulente SAP” è tra le più ricercate nel settore informatico.

IBM, grandissima multinazionale del settore Information Technology, è il primo player per la consulenza SAP.

Infatti, la stessa SAP nasce negli anni ’70 da un team di Ingegneri che lascia IBM per creare un prodotto software “ERP”. Oggi IBM si occupa di consulenza per l’implementazione di sistemi SAP in tutto il mondo.

Qui di seguito riportiamo un annuncio di lavoro per consulente SAP pubblicata da IBM (IBM-Lavoro-Consulente-SAP).

Ecco l’annuncio completo che riguarda la ricerca di Consulenti Funzionali SAP FI ed IS-U . Si tratta di analisti funzionali che lavorano sui moduli SAP nell’ambito contabile-finanziario (FI) e nell’ambito della bollettazione dei servizi energetici (IS-U).

SAP IS-U FI-CA Consultant

91950BR

Job Description

Would you like the opportunity to join the IBM SAP organisation? Then this is your chance! Our SAP Service Line is a dynamic team who engage with clients to bring them deep industry expertise. It helps clients to identify opportunities to use information technology more effectively, generating new intelligence and thereby improving their business performance and creating competitive advantage.Core Responsibilities and TasksAs SAP IS-U FI-CA Consultant, you will have to partecipate to sell and to deliver SAP consultancy projects in selected clients in Energy and Utility Market.The role requires the capability to understand clients business needs, propose the appropriate consultancy offering and be part of the delivery team.Moreover you will partecipate to the offering development phases of selected projects.You will have to participate to the Delivery phase, as a FI-CA Consultant responding to experienced Team Leader.You will learn and maintain in-depth knowledge of SAP IS-U Application products and technologies, competitors, industry trends. As SAP IS-U Consultant you will be required to:• work with customer business process owners in order to analyse business requirements, develop solution proposals and specifications,• translate business and functional requirements into functional and technical specifications,• work in agree with functional and technical teams to deploy solutions, • design and build functional enhancements, interfaces, reports,• design and build data conversion and migration programs as required• participate in process workshops and system demos,• support solution validation and testing; analyse and correct errorsYou will develop and maintain competitive knowledge on industries and products to leverage in the sales and delivery cycle.Required- bachelor’s degree (Mathematics, Computer science, Economics, Management and Information Technology Engineering),- 1- 3 years experienced FI-CA process and functionalities, related SAP IS-U suite,- must have at least 1 Projects of SAP IS-U implementation in Utilities- Detail-oriented and delivery-focused – Demonstrated strong knowledge about Utility sector process and requirements and experienced in BI implementation- Proactive behaviour to growth- Language: Italian Mother Tounge or Fluency as minimum requirement. – Experienced with Italian regulatory Laws in Energy and Gas Sector- excellent communication skills with customers,- strong teamwork capabilities,- strong problem solving attitude,- fluent english,Industry specific knowledge with SAP best practices solutions will be a preferential nice to have.

Sede: Roma

E’ possibile candidarsi direttamente visionando l’annuncio diretto di IBM-Lavoro-Consulente-SAP a questo LINK.

 

Innovaformazione, promuove la formazione su SAP e vuole avvicinare i giovani laureati al mondo della consulenza funzionale SAP. Organizzando corsi SAP lato utente/funzionale trattiamo sempre una panoramica del “customizing”, fondamentale per intraprendere la carriere di analisti funzionali.

Potete visionare la nostra offerta formativa su www.innovaformazione.net e contattarci ad [email protected] .

Lavoro SAP Logistica: Kerakoll

Lavoro SAP Logistica: Kerakoll

 

La Kerakoll, importante azienda famosa per i suoi collanti nel settore edilizio, ricerca su Sassuolo un Tecnico della Logistica.

Si richiede preferibilimente laurea in ingegneria (gestionale preferibile) e competenze sul software SAP.

Qui di seguito riportiamo il testo dell’annuncio:

Tecnico della logistica

KerakollSassuolo, Emilia-Romagna
Il candidato prescelto verrà inserito all’interno della struttura Logistica e parteciperà allo sviluppo dei progetti atti a controllare, migliorare e ottimizzare la supply chain aziendale. Lo sviluppo sarà seguito in tutte le sue fasi: pianificazione, analisi , proposta, realizzazione e attivazione. Le attività verranno svolte interfacciandosi con le principali funzioni aziendali.

Requisiti: 

  • Età indicativa: 28-35 anni
  • Laurea ingegneria gestionale o titolo di studio analogo
  • Esperienza di 3-4 anni maturata nello sviluppo di progetti logistici, preferibilmente presso aziende di processo, e attività direttamente legate alla supply chain ( approvvigionamento, programmazione, spedizione…)
  • Buona conoscenza lingua inglese
  • Ottima conoscenza pacchetto Office, MS Project
  • Conoscenza software gestionali SAP e Sme.up
  • Buona conoscenza dei sistemi CAD o similari
  • Disponibilità a brevi trasferte sul territorio nazionale e in paesi esteri
  • Attitudine al lavoro di gruppo e per progetti
  • Capacità di Problem Solving
  • Residenza preferibilmente fra Modena, Reggio Emilia e/o province limitrofe
  • La sede di lavoro è fissata in Via Dell’Artigianato, 9 Sassuolo (Mo)

L’azienda offre interessanti livelli retributivi e reali possibilità di progressione professionale nell’ambito di un ambiente di lavoro particolarmente qualificato.

 

E’ possibile candidarsi raggiungendo questo LINK diretto all’annuncio.

Se volete approndire cosa è SAP potete visionare questo articolo.

Circa invece i corsi di formazione per i moduli SAP della logistica (MM-SD) consigliamo di visionare il nostro  sito (Innovaformazione)  ed in particolare il seguente link:

 

Corso SAP MM-SD Logistica

 

Contatti: [email protected]

AngularJS-e-ReactJS-Differenze

AngularJS-e-ReactJS-Differenze

AngularJS-e-ReactJS-Differenze: a cosa servono e che differenze hanno?

Se siete capitati in questo articolo sicuramente siete degli sviluppatori. Probabilmente front-end.

Oppure siente incuriositi da queste tecnologie. Oppure ancora ve ne hanno parlato nel mondo lavorativo.

AngularJS e ReactJS sono dei tool di sviluppo. In particolare AngularJS è un framework mentre ReactJS è una libreria. Per chi non fosse programmatore, stiamo parlando di strumenti per la programmazione.

Ma dubitiamo che questo articolo venga letto da un “non-tecnico”.

Entrambi questi strumenti riguardano il mondo dello sviluppo web front-end.

Per questo motivo, chiunque si volesse imparare a queste tecnologie, dovrebbe avere almeno le basi dello sviluppatore web front-end (HTML, CSS e Javascript).

Qui di seguito troviamo una infografica interessante realizzata da Stackhive  e commentata anche da Softpedia.

L’unico appunto da fare nell’infografica riguarda “l’eta” delle due tecnologie. Infatti l’infografica risale al 2015. Per questo motivo vedremo che in realtà: AngularJS ha 8 anni di vita mentre ReactJS ne ha circa 4. Per il resto possiamo analizzare il contronto sinteticamente.

AngularJS è stato creato da Google. ReactJS è invece stato realizzato dal lab di Facebook.

Entrambi sono integrabili e hanno un alto livello di estensibilità.

Parliamo di velocità. AngularJS ha migliorato lo sviluppo applicazioni con tempi ristretti. Tuttavia ReactJS ha una velocità maggiore di AngularjS (310 millisecondi contro 1.35 secondi di AngularJS).

Come viene gestito il DOM (Document Object Model)?. In AngularJS il DOM viene gestito attraverso il browser. In ReactJS il DOM è virtuale.

Qualè l’architettura nei due? In AngularJS l’architettura è un MVC framework. In ReactJS l’architettura è basata sul “Just view component”.

Per chi vuole imparare queste tecnologie, qual’è la curva di apprendimento?

AngularJS è abbastanza complesso da imparare in quanto necessita buone basi e competenze da sviluppatore. ReactJS inizialmente può apparire semplice da imparare. Tuttavia con tutte le integrazioni presenti oggi può considerarsi pari ad AngularJS come difficoltà di apprendimento.

Quali sono i componenti e le strutture?

AngularJS si basa su HTML, CSS e Javascript.

ReactJS si basa su anch’esso su HTML-CSS-Javascript ed inoltre è possibile integrare il codice HTML in Javascript usando JSX.

Conclusioni.

In generale è sempre bene ponderare i due strumenti sia in relazione al singolo progetto sia in relazione alle proprie skills da sviluppatore.

Attraverso l’infografica cerchiamo di analizzare il tutto ed esprimerci meglio.

AngularJS è molto potente e più ricco di componenti rispetto a ReactJS. Ha un’architettura completa MVC. Possiede una community matura. Soffre però di performance più basse rispetto a ReactJS.

Solitamente gli sviluppatori senior e con una certa esperienza preferiscono AngularJS.

ReactJS è abbastanza giovane ma è uno strumento molto potente e leggero rispetto ad AngularJS, sopratutto per applicazioni web di grande scala. La caratteristica del Virtual DOM e il contenere solo la View Component costringe nello sviluppo in proprio del Controller e del Model.

Solitamente i Designer e programmatori non ancora “maturi” preferiscono ReactJS.

Il mondo dello sviluppo web è molto vasto e in continua evoluzione. Gli sviluppatori moderni devono essere in grado di restare al passo con i tempi. Tuttavia il percorso ideale per avvicinarsi alle tecnologie nuove in modo ottimale, è sempre quello di farsi seguire da personale esperto.

 

Per questo motivo, Innovaformazione organizza ed eroga corsi di formazione su ReactJS ed AngularJS svolti da docenti esperti con pluriennale esperienza sulla tecnologia di riferimento.

Si può imparare solo da chi ha già reale esperienza, e non da improvvisati. Questa è la filosofia di partenza per i nostri corsi.

AngularJS-e-ReactJS-Differenze: le avete capite?

Ci auguriamo di si.

Potete visionare programmi e i dettagli dei corsi sui seguenti Link:

Corso ReactJS

Corso AngularJS

 

Contatti: [email protected]www.innovaformazione.net

Consigliamo infine di leggere le offerte di lavoro nel settore informatico moderno in questo nostro articolo.