Pfizer-vaccino-covid-usa-sap

Pfizer-vaccino-covid-usa-sap

Pfizer-vaccino-covid-usa-sap

 

Pfizer-vaccino-covid-usa-sap. E’ di qualche giorno fa la notizia dell’arrivo del vaccino per il Covid-19.

Lo ha dichiarato la Pfizer, colosso farmaceutico americano assieme alla BionTech, partner sulla ricerca.

L’annuncio qui.

Questa grande multinazionale utilizza SAP, il primo software ERP al mondo (gestionale) richiesto oggi in tutti gli annunci di lavoro delle grandi aziende. Se volete appronfodire Cos’è SAP  vi consigliamo di leggere il nostro articolo QUI.

La Pfizer ha il suo quartier generale a New York. In Italia ha sedi e stabilimenti di ricerca a Milano, Ascoli, Roma, Catania e Latina. Ci lavorano circa 3.000 dipendenti in Italia, approndando nel 1955. L’azienda nasce nel 1849 a New York. Oggi ha circa 196.000 dipendenti con sedi in 160 paesi.

In particolare la Pfizer utilizza il prodotto SAP Process Control (PC) .

Quest’ultimo è uno strumento utilizzato per monitorare la qualità dei processi interni aziendali e ridurre i rischi. In pratica l’azienda ha introdotto audit continui implementando quello che si chiama “Monitoraggio del Controllo Continuo (CCM)”. La Pfizer ha standardizzato i processi di controllo interni passando ai controlli remoti continui.

Su tutti i siti e stabilimenti, l’azienda aveva rischi simili ma modalità di gestione degli audit diversi. In alcuni casi svolti manualmente e con fogli di calcolo. Da qui nasce l’esigenza di creare o ottimizzare il lavoro. Viene creato un unico team che esegue audit di controllo trimestralmente e annualmente. Tutto tramite SAP Process Control.

Partendo dall’analisi della matrice di rischio e controllo (RMC) si è poi implementato un sistema centralizzato del controllo audit. Il risultato è stato la riduzione di tempi e costi di lavoro per il tema di audit. Inoltre si è potuto testare i controlli su tutti i siti contemporaneamente anzichè testare ogni singolo sito.

(fonte)

 

Al momento la Pfizer ha circa 16 annunci di lavoro sul suo portale aziendale. Tuttavia sul web trovate annunci per consulenti funzionali SAP, sviluppatori ABAP e utenti (amministrativo, hr, logistica ecc.).  Ecco il link.

SAP viene spesso richiesto negli annunci di lavoro aziendali come competenza informatica moderna.

Innovaformazione, scuola informatica specialistica promuove la cultura digitale e dei sistemi SAP.

Nell’offerta formativa trovate principalmente il Corso SAP FI-CO Finanza e Controllo di Gestione ed il Corso SAP MM-SD Logistica.

INFO: [email protected] – www.innovaformazione.net

 

lavorare-in-una-software-house-o-in-azienda-di-consulenza

lavorare-in-una-software-house-o-in-azienda-di-consulenza

lavorare-in-una-software-house-o-in-azienda-di-consulenza

lavorare-in-una-software-house-o-in-azienda-di-consulenza? Questo è un famoso quesito che si chiede lo sviluppatore software alle prime armi o dopo qualche anno di esperienza.

Nel mercato dell’informatica esistono solitamente due macro realtà. Aziende di consulenza che offrono servizi di consulenza software su varie tecnologie, vari progetti per clienti di varia tipologia.

Le aziende “software house” sono invece aziende informatiche di prodotto. Si tratta di aziende che hanno sviluppato un loro software in grado di fornire un determinato servizio e lavorano esclusivamente su quello.

Per fare un esempio semplice, ci sono aziende che sviluppano “software gestionali” per determinati settori e hanno come clienti esclusivamente quel settore. Software bancari, oppure software per i ristoranti o software per commercialisti.

Questa categoria di aziende ha un software specifico che si intende come “prodotto”. Questo è ciò che vendo e sui cui  fa manutenzione ai clienti.

Le aziende di consulenza invece sono solitamente molto grandi. Non hanno un loro software proprietario.

“Vendono” il proprio know-how e fanno consulenza su vari progetti, su disparate tecnologie. Spesso partecipano a gare di appalto per gestire e manutenere sistemi di altre grandi aziende. A volte di enti pubblici.

Quando uno studente di informatica si trova dinanzi ai primi colloqui ed esperienze, si trova in questo scenario.

Sicuramente quando si è alle prime armi neanche si conosce l’esistenza di questa realtà. Per cui si inizia a lavorare nella prima azienda che ci da fiducia o con la prima che ci trasmette serietà.

Ma qual’è la differenza tra lavorare-in-una-software-house-o-in-azienda-di-consulenza ?

Solitamente la differenza consiste nello stack tecnologico utilizzato e nel tipo di stress lavorativo.

In genere (ma c’è sempre l’eccezione del caso), le aziende di consulenza lavorano su tecnologie moderne, gli sviluppatori devono tenersi spesso aggiornati e lo stress di lavoro è più alto. I clienti sono spesso grosse imprese che hanno scadenze imminenti e richiedono un certo livello di qualità del lavoro. Si lavora spesso con metodologie agili.

Le software house invece sono aziende “ancorate” al proprio prodotto e al proprio business. Se il software in questione è stato sviluppato in PHP ad esempio, lo sviluppatore rimarrà ad utilizzare sempre le stesse tecnologie. Se si utilizzano delle metodologie di lavoro, spesso il team di sviluppo manterrà sempre gli stessi modi di lavorare.

Di solito in questi casi si è meno inclini alla “innovazione”. E’ vero anche che nell’informatica è un suicidio restare fermi tecnologicalmente. Ogni software house di prodotto farà manutenzione ai suoi applicativi. Tuttavia il passaggio a trend tecnologici “nuovi” o diversi avviene in questi casi lentamente. Questo per non “buttare all’aria” il prodotto creato in anni precedenti.

In ultimo possiamo inserire due “tipologie” ulteriori di aziende nell’Information Technology. Le aziende pubbliche, che hanno ormai i propri comparti IT e le agenzie di comunicazione o web.

Le prime solitamente vengono viste come la “vincita alla lotteria” di ogni sviluppatore. Perchè? Perchè in genere qui i ritmi di lavoro sono più lenti rispetto alle aziende di consulenza. Inoltre l’azienda pubblica garantisce una stabilità di lavoro maggiore di qualunque azienda privata.

Le web-agency o agenzie oggi si sono fatte strada grazie ai vari scenari di mercato attuali.

Spesso le agenzie di comunicazione che un tempo svolgevano solo “brand-identity”, grafica e comunicazione, hanno trovato nella consulenza informatica una buona richiesta. Cosi a volte in modo involontario si sono ritrovati a prendere progetti di sviluppo sofware o web. Molte si sono lanciate nello sviluppo e-commerce che negli ultimi hanno ha visto una forte ascesa. Si sono specializzate creando un proprio business e clienti.

Ma torniamo alla domanda iniziale.E’ meglio lavorare-in-una-software-house-o-in-azienda-di-consulenza?

A nostro avviso non c’è una vera risposta definitiva. Probabilmente se si è alle prime armi, ad esempio neolaurati, un’azienda di consulenza è l’ideale per “farsi le ossa”. I ritmi di lavoro potrebbero essere più incalzanti ma si imparerà di più e forse più velocemente. Diventando subito produttivi e capaci.

Magari dopo qualche anno in una grossa azienda di consulenza ci si potrà facilmente guardare intorno se si hanno diverse aspirazioni di carriera.

Uno sviluppatore senior invece, potrebbe aspirare a lavorare in una azienda pubblica o di prodotto, per due motivi. Puntare ad esempio a diventare manager di un team più ristretto. Oppure per ridurre i ritmi stressanti della consulenza.

Sviluppatori senior con un determinato numero di anni di esperienza solo su una determinata tecnologia, faranno fatica però a “trovarsi altro” se provengono da aziende informatiche di “vecchio stampo”.

Se avete lavorato presso aziende di prodotto, tanti anni in ASP o in Cobol  (che ormai sono tecnologie vecchiotte), avrete più difficoltà a trovare sul mercato aziende che vi prendano.

Da qui il nostro ragionamento precedente.

Tuttavia la questione è una diatriba storica, a volte soggettiva. Esistono infatti aziende software house moderne e con ritmi di lavoro stressanti. Non crediamo però che esistano aziende di consulenza che lavorinoa ritmi lenti.

Per altri articoli del mondo sviluppo software potete leggere l’apposita sezione del blog a questo LINK.

Innovaformazione, scuola informatica specialistica promuove la cultira IT e la formazione per sviluppatori.

INFO: www.innovaoformazione.net[email protected]

 

lavorare-in-una-software-house-o-in-azienda-di-consulenza

lavoro-addetto-logistica-sap-pescara

lavoro-addetto-logistica-sap-pescara

lavoro-addetto-logistica-sap-pescara

 

lavoro-addetto-logistica-sap-pescara. La logistica oggi sta attraversando un momento di cambiamento in tutte le aziende. I processi di approvigionamento e di consegna delle merci/prodotti sono sempre più sotto stress a causa delle vendite online che hanno tempi di evasione velocissimi.

Se anche voi vi siete scontrati su di un annuncio di lavoro dove veniva richiesto SAP, potete leggere qui approfondomimenti per capire Cos’è SAP .

SAP è utilizzato da tutte le multinazionali. Un esempio di annuncio di lavoro in abbruzzo (Pescara), lo trovate di seguito.

Synergie Italia spa filiale di Pescara seleziona per importante cliente operante nel settore logistico

 

Posizione:

 

un/a ADDETTO/A UFFICIO LOGISTICA.

La risorsa si occuperà della gestione merce in entrata e uscita (bolle) ed emissione ddt.

 

Requisiti:

 

Il/la candidato/a ideale è in possesso dei seguenti requisiti:

_ Diploma

_ Esperienza pregressa nell’ambito logistico;

_ Conoscenza del gestionale SAP;

 

Altre informazioni:

 

Si offre iniziale inserimento a tempo determinato in somministrazione con prospettiva di inserimento.

Sede di lavoro: provincia di Pescara

I candidati ambosessi (L.903/77) sono invitati a leggere l’informativa privacy ex art.13 Regolamento (UE) 2016/679 sul ns sito web

https://www.synergie-italia.it/documenti-synergie/informativa-candidati.pdf

Aut. Min. Prot. N. 1207 – SG del 16/12/2004

 

L’annuncio diretto per cui candidarsi lo trovate QUI.

 

Innovaformazione, scuola informatica specialistica promuove la cultura digitale e dei sistemi SAP.

Nell’offerta formativa trovare il Corso SAP MM-SD Logistica.

INFO: [email protected]www.innovaformazione.net

 

lavoro-addetto-logistica-sap-pescara

eBay-servizio-installazione-pneumatici

eBay-servizio-installazione-pneumatici

eBay-servizio-installazione-pneumatici

eBay-servizio-installazione-pneumatici. eBay sta cambiando velocemente . Vuole offrire una esperienza di acquisto migliore rispetto al concorrente principale (Amazon). Allo stesso tempo eBay vuole essere più appetibile per i venditori.

Una recente novità consiste nella partnership tra eBay e pneumatici.garage365.it (trovagomme.it)

Quest’ultimo è una piattaforma web che vende pneumatici e mette in contatto gli utenti con un network di officine di meccanici installatori. In pratica online è possibile acquistare i pneumatici e ordinare anche il montaggio presso le officine convenzionate.

eBay si è inserita in questo network integrando la sua piattaforma con quella di garage365. Oggi infatti su eBay, nelle inserzioni dei pneumatici auto, troviamo la possibilità di aggiungere l’acquisto del servizio di montaggio.

L’utente eBay cosi atterra sull’inserzione di un pneumatico. Troveremo poi la voce “fatti montare i pneumatici”.

Ci verrà  quindi proposto l’elenco delle officine più vicine al nostro CAP. Per ogni meccanico ci sarà il relativo prezzo che pagheremo assieme ai penumatici sempre all’interno di eBay.

Completato l’acquisto, l’utente attenderà la mail con i contatti dell’officina. Si prenderà l’appuntamento per telefono. Per il montaggio bisogna attendere che le gomme vengano consegnate. Consegna che avviane direttamente presso l’autofficina scelta.

L’utente si presentara al meccanico con il QR di ricevuta. I tecnici faranno le verifiche e provvederanno all’istallazione dei penumatici.

Non sono inclusi in questo servizio convergenza o gonfiaggio con azoto. Servizi di questo tipo sono a parte e vanno eventualmente concordati . Maggiori dettagli sono presenti qui.

A nostro avviso il eBay-servizio-installazione-pneumatici è un passo in avanti di eBay . In questo modo vuole invogliare gli utenti all’acquisto sul suo portale.

Un servizio del genere con installazione compresa nell’ordine online lo fornisce già il portale garage365. Tuttavia eBay punta al suo marchio e nell’affidabilità che infonde nei suoi acquirenti.

Dall’altro lato per i venditori di pneumatici si tratta di una bella iniziativa. Il settore automotive è sempre florido e negli ultimi anni ha visto l’online un grosso canale di vendita.

L’integrazione con i servizi di installazione permette cosi anche all’utente meno esperto di poter acquistare in autonomia le gomme della propria autovettura. Senza preoccuparsi di cercare il meccanico più conventiente.

I pagamenti online integrati permettono di poter pagare tutto anche con Paypal.

E voi, venditori del settore automotive, cosa ne pensate del eBay-servizio-installazione-pneumatici.?

 

Innovaformazione si occupa di consulenza e formazione per venditori eBay professionali. Promuove la cultura dell’e-commerce e di eBay. Per altri articoli legati al mondo eBay potete visionare l’apposita sezione del blog a questo LINK.

Trovate maggiori informazioni su www.innovaformazione.net[email protected]

 

(fonte)

eBay-servizio-installazione-pneumatici.

[email protected]

[email protected]

[email protected]

[email protected] . Da qualche giorno SAP ha presentato una sua soluzione mobile per la gestione della sicurezza della salute in azienda. Si tratta di un assett di applicazioni mobile e web responsive con lo scopo di aiutare le aziende a tutelare la salute dei lavoratori nella situazione di pandemia da covid-19.

Principalmente si tratta di un app mobile in grado di gestire tre questioni:

  • Organizzare degli spazi aziendali per garantire la distanza personale
  • Coordinare gli accessi in azienda e tutelare il rientro in sicurezza in ufficio
  • Notificare le esposizione in caso di persone positive al covid-19 tra i lavoratori

In maniera pratica proviamo di seguito a spiegare come funziona [email protected].

Innanzitutto prima di entrare in ufficio, il dipendete dovrà prenotare il posto e la disponibilità ad esempio della scrivania nell’open-space. Oppure verificare che non ci siano troppi collaboratori in ufficio. Inviata la richiesta, il manager di riferimento valuterà ed approverà l’evento. Questa sezione viene nominata “area booking”.

Per le sale riunioni, in maniera similare, il dipendete può richiedere l’accesso ad una stanza la cui capienza è monitorata in tempo reale. Dei piccoli device all’interno delle stanze tracceranno anche la presenza o meno di persone. Un pannello di controllo sarà disponibile ai manager di riferimento per accettare le richieste e controllare che siano rispettati i protocolli di sicurezza. Spazi e orari vengono tracciati via dashboard dai responsabili. Questa sezione è nominata “room booking”.

Per il distanziamento sociale l’app [email protected] lavora in maniera similare alla famosa IMMUNI.

Tramite il bluetooth l’app [email protected]  monitora le distanze tra le persone. Una notifica push avverte in caso di avvicinamento eccessivo. Inoltre, in caso di collaboratori risultati positivi al covid-19, [email protected] permette di monitorare i contatti e mantenere la tracciatura anonima nello stesso modo con cui funziona l’app nazionale IMMUNI.

Infine vengono monitorati tutti gli hot-spot aziendali come sale ristoro o spazi condivisi, per controllare le occasioni in cui più lavoratori siano tutti insieme. In tale situazione scatta una sorta di allert per i supervisor aziendali.

Molti dei processi vengono infatti monitorati dagli HR manager o dai responsabili aziendali di area.

L’app [email protected] è disponibile gratuitamente per i clienti SAP aderenti all’offerta SAP Cloud Platform (SCP). I sorgenti delle app native sono disponibili su Github ai seguenti link:

[email protected] Android

[email protected] iOS

(fonte)

Per altri articoli sul mondo SAP suggeriamo di leggere la sezione apposita del blog da questo LINK

Innovaformazione, scuola informatica specialistica promuove la cultura digitale e dei sistemi SAP.

Nell’offerta formativa trovate più corsi SAP lato utente, analista funzionale e sviluppatore ABAP. Corsi specialistici su vari moduli.

INFO: www.innovaformazione.net[email protected]

 

 

SAP-Standard-per-correre-piu-veloci

SAP-Standard-per-correre-piu-veloci

SAP-Standard-per-correre-piu-veloci

SAP-Standard-per-correre-piu-veloci. Se vi siete imbatutti in questo articolo è perchè state da poco lavorando su SAP.  State cercando di districarvi nel mondo dei sistemi informativi.

Oppure siete arrivati sull’articolo SAP-Standard-per-correre-piu-veloci è perchè ne avete sentito parlare e state cercando maggiori informazioni.

Se avete la minima idea di cosa sia SAP, consigliamo di leggere l’articolo dedicato del nostro blog a seguente link:

Cos’è SAP.

Chi invece ha sentito parlare di SAP Standard o di implementazioni di sistemi SAP probabilmente sarà un consulente SAP alle prime armi. Oppure volete approfondire il settore SAP dal punto di vista tecnico.

SAP nasce per essere utilizzato in tutto il mondo. E’ in grado di coprire qualunque settore industriale. SAP può gestire aziende di qualunque dimensione. Specialmente aziende multinazionali con migliaia di dipendenti.

Tuttavia SAP è consapevole che non è possibile fornire una soluzione unica per tutti.

Nei primi anni, SAP era in grado di fornire solo soluzioni di settore. Ad esempio Oil & Gas, Banking, Utilities, Retail e Media. Agli inizi queste soluzioni avevano il suffisso “IS”. Ad esempio IS-Oil o IS-Retail.

Da allora SAP si è evoluto nella direzione di fornire soluzioni “preconfigurate” attorno a delle “Model Company”. Si parla ovvero di “verticali” adatti a settori differenti e per cosi dire “già pronti”. Questo ha consentito di accelerare le implementazioni dal punto di vista dei costi e dei tempi.

Utilizzare un sistema “standard” o “preconfigurato” significa utilizzare un sistema che non rispetta tutti i processi o l’organizzazione aziendale. In questi casi l’azienda avrà due alternative.

Adattarsi al sistema SAP Standard, oppure effettuare personalizzazioni a volte anche molto spinte.

Spesso personalizzazioni spinte sono sinonimo di programmi “custom” creati via ABAP, spesso con lunghe linee di codice.

Ma qual’è il percorso migliore?

La standardizzazione, solitamente come concetto generale, consente all’azienda di comprimere i costi di produzione e di processo. E’ cosi che nell’industria si producono automobili, elettrodomestici oppure smartphone o computers.

Questo ragionamento ha gli stessi effetti anche su di un progetto SAP.

Vogliamo dire che solitamente, un’azienda che ha un sistema SAP molto personalizzato, rischia di avere un sistema informativo più esposto a rischi. Un sistema SAP molto custom vedrà alti costi sia di implementazione che di manutenzione.

Quando un project manager segue un progetto SAP, deve valutare il TCO ( Total Cost of Ownership). Parliamo dei costi generali di proprietà del sistema.

Su questi premono i vari interventi di consulenti funzionali, sviluppatori ABAP che lavoreranno non solo nella fase di analisi ed implementazione. Lavoreranno anche durante la manutenzione. Un sistema molto personalizzato ha un maggiore costo di manutenzione.

SAP periodicamente rilascia suoi aggiornamenti di services packs e release. Questi impatteranno in tutte le personalizzazioni che un sistema SAP aziendale avrà. Bisognerà verificare il codice ABAP e gli eventuali conflitti o errori a sistema.

Se invece l’azienda si adatta al “SAP Standard”, principalmente sui processi di bussiness ed organizzazione, ne gioveranno costi e rischi.

I costi saranno contenuti cosi come le problematiche di manutenzione.

Ragionamento simile lo faremo quando si dovranno inserire in aziende consulenti SAP nuovi, o nuovi utenti/impiegati. Un sistema molto personalizzato chiederà più tempi sulla formazione dei nuovi collaboratori.

A differenza di un sistema SAP molto custom.

Per questo si parla anche di “Gold Standard”. Poichè può  considerarsi “oro” seguire i processi prefissati dallo standard SAP.

Tuttavia c’è da scontrarsi con la mentalità del management aziendale. Si può citare la famosa frase “abbiamo sempre fatto cosi”. Questa è la vera chiave di  lettura dell’innovazione.

Standardizzare e cambiare deve essere sinonimo di miglioramento.

Quindi diremo che SAP-Standard-per-correre-piu-veloci .

(fonte)

 

Innovaformazione, eroga formazione informatica in special modo su SAP. Corsi su vari moduli SAP. Modalità online e frontale.

Potete visionare l’offerta formativa su www.innovaformazione.net e contattarci ad [email protected] .

 

 

Reso-gratuito-con-pagamenti-Paypal

Reso-gratuito-con-pagamenti-Paypal

Reso-gratuito-con-pagamenti-Paypal

Reso-gratuito-con-pagamenti-Paypal. Ultimamente si parla molto di come eBay stia lanciando il suo sistema di pagamento interno a discapito di Paypal.

Paypal in realtà potrà essere utilizzato comunque dagli acquirenti. Di recente la novità del Reso-gratuito-con-pagamenti-Paypal ha spiazzato tutti.

Innanzitutto il nuovo sistema di pagamento eBay è introdotto nelle novità di Settembre. Ne abbiamo parlato nell’articolo QUI. Di per sè è un sistema che permette la gestione di pagamenti multipli in entrata. Ci penserà eBay alla integrazione a nel suo modello. Il venditore non deve preoccuparsi di nulla.

Per cui Paypal non verrà in realtà estromesso. Potrà rimanere come opzione di scelta.

La mossa recente di Paypal riguarda l’estensione del Reso-gratuito-con-pagamenti-Paypal.

L’acquirente avrà quindi un motivo in più per scegliere Paypal come metodo di invio del denaro. Specialmente se il venditore non concede il reso gratuito. E Sono la maggioranza dei venditori a non concere il reso gratis. A parte i grandi colossi e i brand.

In pratica l’acquirente, accettando le condizioni di tale servizio, ha a disposizione fino a 12 rimborsi di reso, per un valore di 30€ per ciascun reso. Quando quindi un venditore non concede il reso gratuito, l’acquirente pagando con Paypal potrà permettersi di renderlo senza spese di spedizione/restituzione aggiuntive.

L’acquirente per aderire alla opzione dovrà cliccare su un’apposita pagina (QUI).

Maggiori dettagli per i venditori li trovate invece QUI.

Per i venditori non c’è molto da fare se non invitare i propri clienti ad utilizzare Paypal per i pagamenti. E’ possibile anche inserire un banner informativo a riguardo. Uno simile lo travate in alto a questo post.

Se tu venditore, pensavi di esserti sbarazzato di Paypal con i nuovi sistemi di pagamento, ti sei sbagliato.

Con questa opzione Paypal punta a penetrare ancor più il mercato. C’è da aggiungere che è una iniziativa lanciata a ridosso delle feste natalizie. Clou per gli affari commerciali anche online.

(fonte)

 

Innovaformazione, scuola informatica specialistica promuove la cultura dell’e-commerce e della vendita su eBay.

Riguardo eBay trovate un corso di formazione per venditori professionali ed un servizio di consulenza ad hoc per commercianti.

INFO: www.innovaformazione.net[email protected]

Per altri articoli sul mondo eBay potete leggere l’apposita sezione del blog QUI.

Reso-gratuito-con-pagamenti-Paypal

Calzedonia-Lavoro-SAP-Contabile

Calzedonia-Lavoro-SAP-Contabile

Calzedonia-Lavoro-SAP-Contabile

 

Calzedonia-Lavoro-SAP-Contabile . Calzedonia è una famosa azienda del settore retail.

Tutto il Gruppo Calzedonia utilizza il sistema SAP come gestionale aziendale. In molti annunci di lavoro Calzedonia richiede conoscenze informatiche su SAP.

Per chi non sapesse cos’è SAP consigliamo di leggere questo nostro articolo QUI.

Per la sede di Verona, Calzedonia ricerca un addetto contabile con competenze SAP.

Riportiamo di seguito l’annuncio di lavoro Calzedonia-Lavoro-SAP-Contabile.

 

ACCOUNTING SPECIALIST

 

Sei preciso/a, organizzato/a e attento/a al dettaglio? Questa è l’opportunità che fa per te!

Calzedonia Group è alla ricerca di una risorsa da inserire all’interno dell’ ufficio Contabilità Fornitori che segue tutte le attività amministrative inerenti il rapporto con i fornitori del Gruppo.

Verrai coinvolto/a fin da subito in tutte le principali attività dell’ufficio:

  • Gestione della fatturazione passiva dei fornitori italiani ed esteri
  • Supporto alle filiali del Gruppo nelle attività amministrative e di relazione con i fornitori
  • Registrazione contabile dei pagamenti

Questo è il ruolo che fa per te se:

  • Sei laureato/a in materie economiche oppure sei diplomato e hai maturato una breve esperienza in ambito amministrativo contabile
  • Hai una buona conoscenza della lingua inglese e sei disponibile a trasferte all’estero
  • Hai dimestichezza con Microsoft Excel e una preferibile conoscenza dell’applicativo SAP
  • Sei una persona pragmatica, proattiva ed hai buone capacità analitiche e di problem solving
  • Sei flessibile, dotato/a di spirito critico, intraprendente e predisposto/a alle relazioni interpersonali

Se queste caratteristiche ti appartengono non perdere l’occasione di metterle in pratica e di costruire la tua carriera professionale nel Gruppo Calzedonia!

E’ possibile candidarsi seguendo il seguente LINK.

Innovaformazione, scuola informatica specialistica, promuove la cultura di digitale e dei sistemi erp come SAP.

Potete visualizzare l’offerta formativa sul nostro sito:

Corso SAP FI-CO Finanza e Controllo di Gestione

Corso SAP MM-SD Logistica

Corso SAP HR-HR Risorse Umane

INFO: [email protected] /  tel. 3471012275 (Orario 9.00-13.00/ – 14.00-18.00 dal lun. al ven)

Garanzia-cliente-eBay-modifiche-ottobre-2020

Garanzia-cliente-eBay-modifiche-ottobre-2020

Garanzia-cliente-eBay-modifiche-ottobre-2020

 

Garanzia-cliente-eBay-modifiche-ottobre-2020. eBay è in continuo aggiornamento. Nel seguente articolo parliamo delle novità che partiranno dal 19 Ottobre2020 per la Garanzia Cliente eBay.

Cosa cambierà in sostanza? In caso di apertura di controversia, il venditore è tutelato purchè si dimostri la consegna dell’oggetto.

La novità è riassunta nell’immagine seguente.

 

In generale se il reso ha un valore inferiore 550€ (spedizioni incluse) per il venditore sarà necessario mostrare l’avvenuta consegna (trucking) presso l’indirizzo dell’acquirente.

Per ordini che superano i 550€ (spedizioni incluse) dovrà mostrare la sottoscrizione della ricevuta di consegna (ossia la firma alla consegna).

La seconda novità riguarda che la garanzia cliente con la firma alla consegna è valida per più ordini la cui somma raggiunge i 550€. Quindi si considera la somma degli ordini totali effettuata dall’acquirente.

Qual’è lo scopo di queste modifiche?

 

Garanzia-cliente-eBay-modifiche-ottobre-2020  abbassa la soglia della garanzia che tutela l’acquirente. Dai 1.000€ di transazione a 550€. Inoltre richiedendo la sottoscrizione della firma alla consegna si vuole dare una prova “inconfutabile” dell’effettivo recapito dell’oggetto acquistato.

Con il covid-19 le transazioni online sono aumentate e l’e-commerce è esploso. Di consegnuenza sono aumentate le percentuali di oggetti non recapitati o di contestazioni.

Troveremo sempre i “furbetti di turno” che proveranno a dichiarare di non aver ricevuto l’articolo o ad inventare scuse sulla transazione. E’ un dato di fatto. Tuttavia eBay per evitare ogni sorta di contestazione dell’acquirente, richiede la prova di sottoscrizione della ricevuta di consegna.

 

Negli ultimi tempi alcuni corrieri hanno inserito la possibilità di consegna senza firma. Oppure un servizio di firma indiretta (altro ricevente) o univoca del destinatario (Vedi DHL e Fedex).

Probabilmente eBay con questi aggiornamenti della Garanzia-cliente-eBay-modifiche-ottobre-2020 ha voluto un pò all’illinearsi alle nuove opzioni di consegna.

Per fornire maggiore fiducia ai clienti, da Ottobre le transazioni di un certo valore richiederanno questo tipo accertamento.

Tuttavia importi cosi alti dovrebbero per buon senso già prevedere un obbligo di firma alla consegna. E’ probabile che siano aumentati i casi di contestazioni con problemi legati ai corrieri. Statisticamente è naturale dato l’incremento degli acquisti online negli ultimi tempi.

Se non avete ancora impostato un obbligo di firma alla consegna, è il momento di farlo.

(fonte) (fonte2)

Per altre notizie sul mondo eBay consigliamo di leggere gli altri nostri articoli nella seguente sezione.

Innovaformazione, scuola informatica specialistica, promuove la cultura dell’e-commerce e di eBay.

Eroga formazione per venditori eBay professionali. Trovate maggiori dettagli a questo LINK.

Contatti: [email protected]

 

Garanzia-cliente-eBay-modifiche-ottobre-2020

Google-Android-per-allerta-Terremoti

Google-Android-per-allerta-Terremoti

Google-Android-per-allerta-Terremoti

Google-Android-per-allerta-Terremoti. Come annunciato di recente, a breve i prossimi dispositivi android avranno sensori in grado di allertarci in caso di scosse di terremoto.

Già da alcuni anni Google collabora con il governo della California e con il USGS ( United States Geological Survey) per sviluppare un sistema integrato di sensori con lo scopo di avvisare via smartphone eventi di terremoto.

ShakeAlert è infatti una infrastruttura tecnologica integrata realizzata da Google che collega i dispositivi a circa 700 sismotetri installati lungo il territorio della California. Progetto svolto con l’aiuto dell’Università Berkeley ed il California Institute of Technology.

Questo sistema vuole avvisare via cellulare gli abitanti delle zone colpite da una scossa. Una notifica di allerta va ad avvertire il prima possibile gli abitanti più vicini all’epicentro. Successivamente quelli più lontani. In questo modo le persone possono mettersi in salvo e correre ai ripari. Il salvataggio di vite umane è l’obiettivo principale.

Estendere un sistema di sensori e notifiche in tutte le aree a rischio terremoti del mondo avrebbe costi insostenibili.

Per questo motivo Google ha ideato una strategia alternativa. Trasformare i dispositivi Android in rilevatori di scosse di terremoto.

Infatti, le prossime versioni di Android, saranno muniti di sensori in grado di rilevare onde di questo tipo. In automatico il segnale “di scossa” viene inviato ai server Google che raccoglie i dati e li elabora rilevando posizione geografica e orario in maniera immediata.

Il sistema in questione sfida la rapidità degli invii delle informazioni con i tempi di propagazione di un terremoto.

Nel momento in cui queste segnalazioni diventano massicce per un determinato punto, scatta l’allert agli abitanti della zona. I questo modo gli smartphone diventano dei piccoli sismografi che in tempo reale segnalano alla centrale Google orario, luogo ed intensità del movimento tettonico.

Oggi i dispositivi Android hanno sensori che permettono di captare una rotazione, un movimento o una oscillazione (accelerometro). Dei sensori aggiuntivi saranno in grado di recepire oscillazioni “anomale” e invierle come “segnalazione scossa”.

Di seguito un video esplicativo di Google Android.

Google-Android-per-allerta-Terremoti

(Fonte 1, Fonte 2)

Per altre notizie sul mondo Android e APP consigliamo di leggere la sezione seguente del nostro blog QUI.

 

Innovaformazione, scuola informatica specialistica promuove la cultura dello sviluppo mobile e di Android.

Corso Android Sviluppatore APP

Nell’offerta formativa trovate diversi corsi per lo sviluppo APP sia Nativo che cross-platform su vari framework.

INFO: www.innovaformazione.net[email protected]