Ferrovie Dello Stato Lavoro Bari

Ferrovie Dello Stato Lavoro Bari

 

Ferrovie Dello Stato Lavoro Bari

Ferrovie Dello Stato, meglio note come Trenitalia è una della grandi aziende che utilizza SAP.

Se non sapete cosa sia SAP vi consigliamo di leggere questo nostro interessante articolo.

SAP è oggi un requisito informatico moderno.

Lo dimostra questo annuncio di lavoro su Bari proprio di Ferrovie Dello Stato.

La figura ricercata è di Specialista di Bilancio con competenze SAP FI. Sede di riferimento: BARI.

 

Riportiamo il testo integrale dell’annuncio di ricerca. In fondo trovere il link diretto per inviare la candidatura.

 

ll Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane ricerca 1 Specialista Bilancio da inserire presso la struttura Chief Financial Officer di Ferrovie del Sud Est e Servizi Automobilistici Srl

Responsabilità e/o attività da svolgere:

  1. Fornire supporto nelle attività necessarie alla redazione del bilancio Annuale;
  2. Assicurare i controlli periodici inerenti circa la corretta contabilizzazione nonché le opportune riclassifiche e/o rettifiche eventualmente richieste;
  3. Fornire supporto nelle attività connesse alle chiusure mensili;
  4. Assistere il responsabile nelle attività propedeutiche all’esecuzione del piano concordatario;
  5. Predisporre l’informativa sull’esecuzione del piano richiesta dai commissari;
  6. Assicurare la verifica della corretta esecuzione amministrativa dei contratti in essere.

Requisiti richiesti:

  • Laurea Magistrale e/o Vecchio Ordinamento in Economia e Commercio
  • Esperienza consolidata negli ambiti sopra indicati, maturata in società di capitali
  • Esperienza in materia dei principi contabili nazionali ed internazionali e nelle principali casistiche applicative
  • Ottima conoscenza degli applicativi SAP (FI, in particolare);
  • Ottima conoscenza del pacchetto Office
  • Costituisce valore aggiunto l’aver maturato anche parte dell’esperienza in condizioni di gestione di concordato preventivo
  • Completano il profilo capacità di analisi e gestione dei dati, pianificazione e controllo operativo, teamworking e orientamento al risultato.

L’inserimento avverrà con contratto a Tempo Indeterminato.

Sede di lavoro: Bari

Se sei in possesso dei requisiti richiesti, seleziona questa offerta e candidati.

 

Se avete i requisiti di base ma non conoscete SAP, vi consigliamo di seguire i corsi SAP di Innovaformazione.

Con sede a Bari, organizza corsi sia in aula frontale che in modalità online virtual classroom per le richieste sparse per l’Italia.

Essendo SAP un software molto vasto e modulare, Innovaformazione organizza corsi diversi su moduli SAP differenti.

Di seguito trovate i due link ai principali corsi SAP.

 

Corso SAP FI-CO (Finanza e Controllo di Gestione)

 

Corso SAP MM-SD (Logistica)

 

Innovaformazione applica sempre una scontistica per le iscrizioni anticipate. Per maggiori dettagli contattate via email [email protected] , visitate www.innovaformazione.net o chiamate il 3471012275 (Dario Carrassi) dal lunedi al venerdi dalle 9.00 alle 18.00 .

Unity 3D Conference Berlino 2018

Unity 3D Conference Berlino 2018

 

Unity 3D Conference Berlino 2018

Unity 3D, il famoso Game Engine ha organizzato l’annuale conferenza per gli sviluppatori dal 19 al 21 Giugno 2018 a Berlino.

Prima di iniziare a parlare delle novità presentate con Unity 3D Conference Berlino 2018, per rifrescarvi le idee su cos’è Unity 3D vi consigliamo di leggere questo nostro articolo.

Gli argomenti trattati al Unity 3D Conference Berlino 2018 sono i seguenti:

Nuovi Prefab workflows
Connessioni dei giochi con Google Could
Unity for small things
Posizionamento personalizzato
Book of the Dead: Environment project
AR: Project Mars (realtà aumentata)
AR: Performance e riconoscimento facciale (realtà aumentata)
Kinematica
Harold Halibut
GTFO
Shadowgun Legends

 

Prefab

Le novità consistono nella possibilità di isolare un Prefab e di lavorarci in maniera indipendente. Tutte le modifiche applicate si estenderanno alle varianti dello stesso Prefab. In questo modo si migliorano le performance. Parliamo di Prefab nidificati che ottimizzano il flusso di lavoro con il team. Gli sviluppatori possono lavorare su diverse parti di un Prefab ed unire il lavoro successivamente.

 

Connessione a Google Cloud

Unity annuncia la collaborazione con Google ed una migrazione a Google Cloud. Oggi si è sempre più orientati ai giochi online. Grazie a questa sinergia, verranno realizzate delle suite di componenti nativi di Unity che aiuteranno lo sviluppatore a realizzare giochi connessi. Questo necessita una infrastruttura particolare che si raggiunge solo grazie all’aiuto di Google Cloud. Inoltre, cosi facendo Unity permetterà di realizzare gaming online senza essere esperti di cloud.

 

Unity for small things

Con il mobile e le app, i videogames raggiungono milioni di utenti.  Le piattaforme emergenti vedono nella messaggistica e nelle chat un’esigenza reale. Unity permette di creare giochi per le app di messaggistica all’interno dell’editor di Unity. L’infrastruttura si basa su un piccolo runtime modulare con consegna leggera e veloce.

In questo modo Unity riesce a rispondere al bisogno della messaggistica che richiede tempi sempre più rapidi e senza interruzioni.

 

Posizionamento personalizzato

Migliorare il coinvolgimento dei giocatori. Questo è l’obiettivo di Unity. Si tratta di un motore di previsione che determina cosa mostrare al giocatore. Si basa su ciò che determina il maggiore coinvolgimento e sul “lifetime value”.

Può riguardare un annuncio, una notifica di una nuova funzione o una promozione. In tal modo si migliora l’esperienza del giocatore e allo stesso tempo si migliora la monetizzazione. In pratica si migliora quello che si chiama “engagement”.

 

Book of the Dead: Environment project

Debuttato conil Google Developer Conference 2018, si tratta di una serie di librerie che riprendono risorse ambientali naturali. Ogni risorsa è un’oggetto o una trama del mondo reale fotogrammizzata proveniente da Quixel Megascans. Il progetto è disponibile pubblicamente ed è ottimizzato con le moderne prestazioni di rendering HD di Unity 2018. Le immagini sono straordinarie. Una parte è presente e scaricabile nell’Asset Store Unity a questo LINK.

 

AR: Project Mars (realtà aumentata)

Il progetto Mars è la sigla di “Mixed and Augmented Reality Studio” . Si tratta di un’estensione di Unity dedicata alla Realtà Aumentata. Mars è un pacchetto di tool di sviluppo il cui scopo è sviluppare facilmente applicazioni che interagiscono con il mondo circostante in maniera intelligente (con poca o nulla customizzazione in codice).

Mars è abbastanza flessibile e funziona con qualunque fornitore di dati. Di recente Unity ha aggiunto un livello astratto per fonti di dati utili. Si pensi al riconoscimento degli oggetti, calcolo della posizione sulla mappa. Al momento Mars è un progetto sperimentale e verrà rilasciato in via definitiva per la fine del 2018 dallo Unity Lab.

 

AR: Performance e riconoscimento facciale (realtà aumentata)

Il cinema entra in gioco attraverso gli strumenti digitali. Unity 3D permette di integrare la Realtà Aumentata e Virtuale nei filmati digitali di film. Qui si arriva a parlare di XR, ovvero Realtà Estesa (Extended Reality).

Si collega una fotocamera fisica sul set ad una fotocamera digitale in Unity. Il risultato è ripredere i movimenti e le azioni reali per “tradurli” nel formato digitale virtualizzato. L’esempio più eclatante è il “mocap facciale”.  Una cam riprende i movimenti facciali di una persona e li trasmette ad un personaggio virtualizzato.

In questo modo si velocizza il flusso di immagini e di lavoro per i progetti cinematografici.

 

Kinematica

Kinematica rappresenta lo strumento di Intelligenza Artificiale (AI) per migliorare l’animazione. Kinematica applica l’apprendimento automatico a qualunque fonte di dati. Il tool gestisce tutte le clip in una libreria e poi decide come combinare i frammenti video in una sequenza che risponda al controller, alle esigenze di gioco e all’ambiente.

 

Harold Halibut

Alla conferenza di Berlino, Unity presenta alcuni lavori di aziende che hanno utilizzato al meglio il motore Unity 3D.

Harold Halibut è un gioco di avventura che sembra un film stop-motion. La peculiarità riguarda il livello di riproduzione della realtà ottenuto proprio grazie ad Unity.  Sono state riprodotte fisicamente argilla polimerica, legno e metallo utilizzando la fotogrammetria. Inoltre con l’illuminazione volumetrica e l’ordinamenteo della trasparenza si è raggiunta un’esperienza grafica e di gioco da vero spettacolo.

Altri esempi presentati nella conferenza sono stati GTFO e Shadowgun Legends.

Nel video seguente ritrovate la Unity 3D Conference Berlino 2018 . Con il video riuscire a comprendere meglio ciò che abbiamo descritto in questo articolo. (fonte)

Innovaformazione, scuola informatica specialistica promuove la cultura dello sviluppo software creativo e di Unity 3D.

Eroghiamo formazione su Unity 3D per sviluppatori. Potete visionare l’offerta formativa tramite il seguente link:

Corso Unity 3D Sviluppatore Videogames

 

INFO: [email protected]www.innovaformazione.net – tel. 3471012275 (Dario Carrassi)

 

 

Cos-è-SAP-IS-U

Cos-è-SAP-IS-U

 

Cos-è-SAP-IS-U

Cos-è-SAP-IS-U. IS-U è la sigla del modulo SAP per la gestione delle attività di Utilities (Industrial Utilities).

Se invece non sapete ancora nulla su SAP consigliamo di leggere questo articolo.

 

SAP è un ERP, un software modulare molto vasto. SAP IS-U è la componente per gestire in azienda tutti i processi legati all’erogazione di servizi industriali di gas, elettricità, acqua e luce. Insomma ciò che in inglese si chiama appunto “utilities”.

Il modulo SAP IS-U permette di gestire la bollettazione (billing) residenzionale, commerciale ed industriale. Permette di gestire le richieste di pagamento e gli account dei clienti (invoice).

Come accennato all’inizio, i servizi di utenza comprendono quattro sotto aree in SAP IS-U:

  • Elettricità
  • Gas
  • Riscaldamento
  • Acqua

Il modulo SAP IS-U gestisce nel completo tutti i processi di bollettazione ed erogazione dei servizi. Inoltre troviamo integrazioni con gli altri moduli SAP. Basti pensare alle integrazioni con il modulo SAP PM (Plant Maintenance) e al CRM (Customer Relationship Manager). Il primo è il modulo SAP per la gestione della manutenzione degli impianti. Il secondo è il sistema di gestione delle relazioni con il cliente.

In generale SAP IS-U ha due scopi di utilizzo per l’azienda.

  1. Una gestione centralizzata e organizzata degli indirizzi degli utenti secondo una ordine regionale, politico e postale.
  2. Il monitoraggio delle letture dei contatori con le unità di misura ed i rispettivi costi per metro cubo erogato.

Di seguito analizziamo le principali “aree” di SAP IS-U.

Device Management

SAP IS-U consente la gestione dei dispositivi/contatori. I dispositivi sono organizzati in categorie. Una integrazione del modulo SAP MM (Material Management) consente di monitorare gli approvigionamenti e la movimentazione dello stock dei dispositivi di misura. IS-U permette il controllo delle installazioni delle apparecchiature grazie alle integrazioni con il modulo SAP PM (Plant Maintenance).

 

Contract Billing

Con una integrazione con il modulo vendite (SAP SD) , IS-U permette di gestire i contratti di fornitura. SAP IS-U supporta la bollettazione settata per cicli mensili o annuali; gestione del credito in bolletta e organizzazione tra utenza privata o aziendale.

 

Invoicing

Le integrazioni con i moduli FI (Finance) ed SD (Sales Destribution) crea le bollette come “richiesta di pagamento” per i servizi erogati. Il sistema andrà a stampare il documento che conterrà una serie di informazioni circa l’indirizzo dell’utenza, calcolo della quantità di gas/acqua/elettricità erogata. Troveremo le imposte con un prospetto di fattura.

Per completare troviamo le aree Customer Service e Customer Interaction Center (CIC) per il front-office: Energy Data Management (EDM) per le letture e i consuntivi; Intercompany Data Exchange per il mercato deregolamentato; Work Management ed IS-U-W (Wast and Recycling) per la gestione del reciclo dell’acqua.

Queste sono soltanto un riepilogo delle principali attività che accorpa il modulo SAP IS-U. Inoltre la “customizzazione” del sistema permette ad ogni azienda di cucire su misura il sistema e le funzionalità in relazione al proprio settore e alle proprie strategie di business.

(fonte)

 

Innovaformazione, scuola informatica specialistica promuove le competenze SAP sia per gli utenti per analisti funzionali.

Potete visionare la nostra offerta formativa circa i Corsi SAP visitando www.innovaformazione.net e contattandoci ad [email protected] .

 

Magento-1-Vs-Magento-2-caratteristiche

Magento-1-Vs-Magento-2-caratteristiche

Magento è oggi la piattaforma di sviluppo e-commerce più completa e più utilizzata. Lo si considera un CMS (Content Management System) specifico per il commercio elettronico.

Magento nasce nel 2008. Scritto in PHP, si basa sul framework Zend.

Attualmente Magento è il principale strumento per lo sviluppo di progetti medio-grandi. Si stima che il 30% dei siti e-commerce del mondo siano sviluppati con Magento. 250.000 commercianti nel mondo utilizzano questa piattaforma.

Di recente riscontriamo alune novità per questa tecnologia.

Parliamo del passaggio di versione da Magento-1-Vs-Magento-2-caratteristiche.

Nel Gennaio 2016 arriva la release Magento 2. Viene anche annunciata la fine dell’assistenza a Magento 1 per Novembre 2018.

Scatta così la corsa all’aggiornamento, specialmente per gli sviluppatori.

Vediamo di seguito le Magento-1-Vs-Magento-2-caratteristiche, illustrate e schematizzate nell’infografica. La commentiamo appena dopo.

(fonte)

Con il primo passaggio alla versione 2, Magento si è dimostrato instabile. Tuttavia questo accade in tutte le piattaforme software. Oggi la migrazione da Magento 1 a Magento 2 è consistente. L’annuncio della fine dell’assistenza ha dato il la.

Perchè passare a Magento 2?

L’infografica mostra le seguenti caratteristiche (Magento-1-Vs-Magento-2-caratteristiche).

Per cominciare la nuova versione ha una velocità di caricamento pagine maggiore del 50%.

Rispetto a Magento 1, Magento 2 carica più velocemente sia la home page dell’ecommerce che le pagine articolo. La velocità di upload è importantissima in un e-commerce. Il potenziale acquirente può infatti abbandonare il sito e l’acquisto se la navigazione risulta lenta.

Il checkout è molto più veloce in Magento 2. Per checkout intendiamo il processo di acquisto finale con il passaggio dal carrello pieno al pagamento. Magento 2 incrementa la velocità del processo d’ordine sia come utente registrato che come utente non rigistrato (guest).

A livello tecnologico, Magento 2 utilizza le più recenti versioni di PHP ( PHP 7 ad oggetti).

Gestione delle visite e del catalogo. Su questi termini un e-commerce performante e complesso deve avere numeri elevati. Magento 2 può gestire più di 2.1 milioni di pagine per ora. Anche la scalabilità del catalogo è stata incrementata con la nuova versione.

Infine, la versione Magento Enterprise Edition (quella a pagamento) permette di creare un database multiplo (vedi la grafica sopra).

Magento mantiene numerose integrazioni per eBay ed Amazon. E’ infatti fondamentale oggi avere un e-commerce “multicanale”.

Gli ultimi scenari vedono Magento acquistato da Adobe a Maggio 2018. Qui le incognite sono tante ma i rumors di settore non parlano di cambiamenti dal lato commerciale.

 

Innovaformazione, scuola informatica specialistica promuove la cultura informatica e dell’ecommerce.

Nel catalogo formativo per sviluppatori troviamo il Corso Sviluppatore Magento, attivato su richiesta con modalità sia frontale che in virtual classroom online.

INFO: www.innovaformazione.net[email protected] – tel. 3471012275 .

 

 

 

 

Cosa è Ionic Framework

Cosa è Ionic Framework

Cosa è Ionic Framework? Con questo articolo daremo parleremo in panoramica di uno dei più diffusi strumenti per lo sviluppo app multi piattforma.

Se per cominciare, non avete mai sentito parlare di “sviluppo cross-platform” allora consigliamo di leggere prima questo articolo.

Ionic Framework è un ambiente di sviluppo per applicazioni mobile multipiattaforma. Permette di programmare una sola volta utilizzando le tecnologie Javascript, CSS3, Javascript ed Angular. Allo stesso tempo lo sviluppatore potrà creare la stessa app per Android, iOS e Windows.

Lavorare seguendo l’approccio “nativo” significa sviluppare utilizzando gli ambienti indicati dalla casa madre (Android/Android Studio o X-code/iOS) e programmare con i linguaggi predefiniti dalla casa madre.

Android utilizza JAVA. Apple utilizza Swift iOS per dispositivi iPhone . Solitamente nel mondo IT troviamo sviluppatori Android specializzati in particolare solo su Android. Sviluppatori Swift per iOS specializzati solo nello sviluppo nel mondo Apple. E’ molto raro trovare sviluppatori skillati su entrambe le piattaforme.

Aggiungiamo che seguire uno sviluppo nativo per i progetti mobile, significa avere nel team sviluppatori Android e sviluppatori iOS. Questo causa un aumento di costi e di risorse.

Ionic interviene in aiuto. Java ad esempio non è detto sia conosciuto da un web designer, che invece ha skills su Javascript di solito e sul front-end. Ecco come lo strumento Ionic permette di sviluppare applicazioni Android senza conoscere Java o applicazioni iOS senza conoscere Swift.

L’infografica seguente, illustra in breve lo stack tecnologico di Ionic.

 

Ionic nasce nel 2013 creato da Diffy e Co. Scritto in Javascript, si basa inoltre su Angular e Node.js . Utilizza inoltre Cordova come plug-in per interfacciarsi con le componenti del dispositivo come fotocamera, GPS, accelerometro ecc.

Lo stack tecnologico quindi è nell’ambito front-end. In HTML5, CSS3 e Javascript si può programmare un’unica volta e distribuire le applicazioni sugli store ufficiali.

Il framework Ionic utilizza il pattern MVC (Model-View-Controller).

L’interfaccia utente (UI) è molto vicina ad un’app nativa. Essendo un’app ibrida, il caricamento può essere a volte lento . Tuttavia oggi gli hardware dei dispositivi mobili sono potenti al tal punto che la differenza tra un’app Ionic ed una nativa è impercettibile.

La community di Ionic è ampia. Questo garantisce un buon supporto per gli sviluppatori.

Innovaformazione, scuola informatica specialistica, eroga formazione per sviluppatori mobile.

Eroghiamo corsi sui framework cross-platform principali tra cui Ionic, React Native, Phonegap/Cordova e Xamaring.

Di seguito troviamo il link del

Corso Ionic Framework

INFO: www.innovaformazione.net[email protected] – tel. 3471012275

 

Mondiali Russia 2018 e Machine Learning

Mondiali Russia 2018 e Machine Learning

 

Mondiali Russia 2018 e Machine Learning

Mondiali Russia 2018 e Machine Learning: in questi giorni è iniziato il Mondiale di Calcio.

In Russia si riuniranno le più forti nazionali per giocarsi la coppa del mondo. L’Italia sarà assente ma questo articolo non ha carattere sportivo. Tuttavia non nascondiamo la nostra delusione da grandi appassionati di calcio.

Le agenzie di scommesse pullulano di giocatori pronti a puntare su chi vincerà i gironi o su chi si aggiudicherà la coppa.

In questi anni si parla anche di tecnologie informatiche in grado di pronosticare l’andamento di eventi studiando e analizzando i dati. Parliamo di “machine learning” e di Big Data. Se siete all’asciutto su queste terminologie consigliamo di leggere alcuni nostri articoli da questo LINK.

In generale con “machine learning” intendiamo un software in grado di apprendere dalle informazioni che riceve. Quindi lo si traduce come “macchina che impara”.

L’informatica oggi è ovunque, si sa. Ogni settore economicoo azianda può analizzare i dati per studiarli e riutilizzarli. Gli obiettivi sono molteplici. Qui si parla di Big Data con una serie di profili professionali che ci lavorano ( Data Scientist nello specifico).

Tornando al tema, recentemente sui Mondiali Russia 2018 e Machine Learning troviamo uno studio della Conrell University. Andreas Groll e il suo team ha messo appunto un algoritmo chiamando “random-forest approach” (algoritmo ad alberi casuali).

Il documento originale del progetto di questo algoritmo è presente QUI.

Prima vi mostriamo l’andamento del tabellone previsto dall’algoritmo. Successivamente spiegheremo senza troppi dettagli tecnici come ha lavorato questo metodo.

 

Diremo innanzi tutto che il “random-forest approach” ha preso in considerazione numero fattori anche extra calcistici. Elenchiamo brevemente i dati utilizzati dall’argoritmo.

I ricercatori hanno simulato la competizione dei mondiali 100.000 volte. I dati impiegati sono tanti cosi come le variabili. Sono stati impiegati i dati statistici sui mondiali disputati dal 2002 al 2014, per ciascuna nazionale. Inoltre tra i valori e fattori economici come il PIL di ogni paese, il ranking FIFA, età media della squadra, le partecipazioni internazionali alla Champions League dei calciatori, nazionalità dell’allenatore, popolazione e molto altro.

Da questa ricerca emerge come però le variabili sono talmente tante che si conclude con la Germania vincente ma in bilico con la Spagna. La Germania infatti, se vincesse il suo girone avrebbe un  tabellone vantaggioso. Uno scontro diretto ai quarti con la Spagna ed una finale con il Brasile.

Tuttavia la Spagna è la favorita nella parte iniziale del torneo. Se la Germania non dovesse superare il girone come prima, le percentuali di vittoria spagnola del Mondiale aumentano.

Troviamo inoltre, un’altro studio simile realizzato da Goldman Sachs.

Quest’ultimo ha previsto una finale Germania-Brasile con i verde-oro vincitori del torneo.

Mondiali Russia 2018 e Machine Learning: l’articolo di oggi mostra come l’informatica ormai è ovunque, in ogni settore, anche nel calcio. La branca dell’informatica che si occupa di questi modelli matematico-statistici si chiama “Data Science”. Le figure che lavorano in questo settore sono chiamati “Data Scientist”.

Di solito si tratta di profili laureati in materie statistiche-matematiche/informatiche specializzati nel lavoro sui Big Data e l’analisi dei dati. La principale tecnologia impiegata in questo campo è Python con le sue librerie.

 

Innovaformazione, scuola informatica specialistica, promuove la cultura informatica.

Eroghiamo formazione per il settore Big Data con due corsi:

Data Scientist con Python

Big Data con Hadoop e Spark

 

Per ogni informazione potete visitare www.innovaformazione.net e contattarci ad [email protected] .

 

 

eBay-nuove-regole-2018

eBay-nuove-regole-2018

eBay-nuove-regole-2018

Il 2018 è un anno di cambianti per eBay. Le regole stanno cambiando in maniera repentina e i venditori devono adeguarsi il prima possibile per restare al passo.

Trattando attività professionali in questo articolo parleremo delle regole rivolte ai venditori professionali (con partita iva).

Da Agosto 2018 eBay introduce alcune novità che andremo a spiegare. In generale troviamo nuove regole circa le tariffe di vendita, novità circa l’esperienza di acquisto per i clienti e modifiche sugli strumenti di vendita.

Il video seguente introduce i cambiamenti ma li schematizzeremo nel corso di questo articolo.

eBay-nuove-regole-2018 : Tariffe

La prima novità riguarda le commissioni di vendita sul venduto. La commissione verrà calcolata sommando prezzo e costo di spedizione. Le spese di spedizioni quindi verranno conteggiate nelle tariffe eBay. Di conseguenza abbiamo un aumento delle tariffe con un incentivo a scegliere una vendita con spedizioni gratis (poichè in realtà è identico il costo tariffario eBay per i venditori).

Allo stesso tempo eBay introduce uno sconto del 10% sulle commissioni di vendita per quei venditori con “Affidabilità Top” e che offrono spedizione gratis, tempi imballaggio rapidi (zero o 1 giorno) e recesso esteso ai 30 giorni.

Quindi, migliorando la qualità del servizio e l’esperienza di acquisto per i clienti, eBay premia i venditori. Lo sforzo però non è banale. Ricordiamo invece come le percentuali sul venduto variano a seconda delle categorie ed in media si aggirano sul 10%.

Se nel breve periodo queste modifiche alle tariffe possono apparirre un aumento dei costi per i venditori, nel lungo periodo i commercianti possono ottonere vantaggi e risparmio. Il costo però è determinato da un incremento della qualità dei servizi di vendita.

 

eBay-nuove-regole-2018 : miglioramento dei Negozi

Con il 2018 il passaggio ai Negozi eBay “responsive” è definitivo. Con questo termine si fa riferimento ai negozi con layout completamente adatto ad essere visualizzati dai dispositivi mobili. La personalizzazione è più limitata e si riduce ad una interfaccia simile a quelle dei social (vedi pagine fan Facebook). Menu completamente adattivo per il mobile.

La personalizzazione dei negozi eBay simile ad un sito web scompare del tutto. Quel formato vecchio standard non ottimizzato per il mobile ma fortemente customizzabile oggi va in pensione definitivamente. Inoltre diviene obbligatorio l’utilizzo di immagini HTTPS nel caso di utilizzo di un “template” inserzione con html5/css. Javascript è bannato per motivi di sicurezza (ma lo è ormai da un anno e mezzo). I vecchi URL negozi non https verranno pian piano migrati per mantenere lo standard richiesto da Google per migliorare l’indicizzazione.

Sempre nel tema “Negozi eBay”, le novità 2018 introducono la sezione “inserzioni sponsorizzate” di cui ne parleremo in un articolo specifico. Si tratta in generale, di poter pagare per comparire nelle ricerche “scavalcando” i concorrenti presenti nei risultati organici.

 

In realtà alcune di queste modifiche erano già presenti sui alcuni siti eBay stranieri come UK e Francia. L’Italia si sta allineando al resto del’Europa.

(fonte)

Il commercio è sempre più competitivo e anche i marketplaces devono incentivare le performance dei loro venditori. Specialmente una piattaforma come eBay che vive dei suoi venditori. Se vuoi leggere altri nostri articoli su eBay visita questo LINK.

Innovaformazione, scuola informatica specialista promuove la cultura digitale, dell’ecommerce e di eBay per le vendite professionali. Eroghiamo consulenza e formazione per venditori eBay.

Trovate maggiori informazioni sul Corso eBay Venditore Professionale visitando www.innovaformazione.net .

 

 

 

Lavoro-sap-coca-cola

Lavoro-sap-coca-cola

Lavoro-sap-coca-cola

La famosa “Cola-Cola” è un’azienda che utilizza SAP. In questo articolo riportiamo un annuncio di lavoro nell’ambito logistico dove vengono richieste competneze SAP. La sede in questo caso è in provincia dell’ Aquila.

Cola Cola HBC Italia è la società del gruppo Coca Cola che opera per la distribuzione in Italia della famosa bevanda americana.

Di seguito riportiamo la “job description” ed il link con cui candidarsi direttamente.

Stage Logistica Lavoro-sap-coca-cola

 

Chi siamo:

 

Coca-Cola HBC Italia è il più grande produttore e distributore di prodotti della The Coca-Cola Company in Italia. Con oltre 2.000 dipendenti, 26 linee produttive, dispone di 3 stabilimenti per la produzione di soft drink situati a Nogara (VR), Oricola (AQ) e Marcianise (CE) e nel 2006, insieme a The Coca-Cola Company, entra nel settore delle acque minerali acquisendo Fonti del Vulture in Basilicata. Coca-Cola HBC Italia si occupa del merchandising dei prodotti, della relazione con i clienti, dell’implementazione delle promozioni, delle attività inerenti ai temi di Responsabilità Sociale d’Impresa, delle relazioni pubbliche e istituzionali e della distribuzione dei prodotti in tutta Italia ad esclusione della Sicilia. Coca-Cola HBC Italia è una società controllata dal Gruppo Coca-Cola HBC AG, quotato alle borse di Londra e New York, che opera con circa 37.000 dipendenti attraverso 66 stabilimenti, serve oltre 2 milioni di clienti e oltre 581 milioni di consumatori finali in 28 paesi.

 

Attività:

 

Il/la tirocinante supporterà il Logistic Manager e il suo team sia nella parte warehouse sia nella parte distribution.

 

Nello specifico si occuperà di:

 

·        Gestione e riorganizzazione del magazzino ricambi secondo procedure definite

·        Analisi descrizioni e stock a magazzino dei ricambi

·        Revisione metodo di codifica e di analisi degli stock

·        Collaborazioni con i fornitori esterni per l’upgrade delle descrizioni in SAP

·        Studio di alternative e processi per ridurre il valore dello stock a magazzino ricambi

·        Ottimizzazione dello spazio fisico e supporto nella riorganizzazione fisica del magazzino

Requisiti:

 

  • Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale
  • Ottima conoscenza del pacchetto Office
  • Preferibile conoscenza del gestionale SAP
  • Capacità di lavoro in team
  • Learning agility e organizzazione
  • Ottime capacità di problem solving
  • Passione per il mondo della logistica

 

 

Luogo: Oricola, (AQ)

Funzione: Warehouse and Distribution

Durata: 6 mesi

 

Le ricerche sono rivolte ai candidati dell’uno e dell’altro sesso (L. 903/77 e L. 125/91).
I candidati sono invitati a leggere sul nostro sito www.coca-colahellenic.it/Privacystatement/ l’informativa sulla privacy (D. Lgs. 196/2003).

QUI trovate il link diretto con cui inviare il curriculum.

SAP è oggi un requisito informatico moderno. Innovaformazione, scuola informatica specialistica, promuove la cultura informatica e si occupa di formazione su SAP.

Se non avete mai sentito parlare su SAP e volete meglio capire cosa sia, vi invitiamo a visionare questo post.

Per informazioni sui nostri Corsi SAP vi invitiamo a visionare questi due link, sui principali moduli SAP:

Corso SAP FI-CO Finanza e Controllo

Corso SAP MM-SD Logistica

INFO: www.innovaformazione.net[email protected] – tel. 3471012275 (Dario Carrassi)

Londra: pagamenti digitali per i buskers

Londra: pagamenti digitali per i buskers

 

Londra: pagamenti digitali per i buskers

Londra è la capitale dei “buskers”. Cosa sono i “buskers? Sono gli artisti di strada.

La metropoli britannica è infatti una immensa piazza dove si esibiscono artisti di vario genere. Musicisti, cantanti, giocolieri e mimi. Nulla c’è da togliere alla fantasia per le attività che possono compiere per strada questi personaggi.

In parallelo, una tendenza che si sta affermando negli ultimi anni è l’utilizzo sempre più raro del contante.

A differenza dell’Italia, l’estero ormai viaggia tramite pagamenti elettronici e digitali. Parliamo di pagamenti online tramite carte di credito, pos, app per smartphone e Paypal.

L’avvento delle carte “contactless” incentivano inoltre i pagamenti di piccola entità (vedi l’acquisto di un caffè, giornali ecc.). Questi tipi di carte (bancomat o carte di debito/prepagate) permettono di effettuare una transazione monetaria senza digitale il PIN. Basta appoggiare la carta al pos predisposto per far partire il pagamento.

La scarità del contante e degli spiccioli inizia a mettere in crisi chi le monete le riceve assiduamente. Ci riferiamo agli artisti di strada.

Oggi in una città come Londra i sistemi di pagamento digitali e “contactless” sono già ampiamente diffusi. I connubio quindi è presto fatto. Si, perchè a Londra oggi è possibile pagare con carta anche il biglietto della metropolitana.

Ecco quindi che a Londra è possibile fare un’offerta ad un “busker” con carta di credito.

Il sindaco Sadiq Khan ha lanciato l’iniziativa “cashless” (senza contanti) assieme all’associazione degli artisti di strada di Londra “Busk in London”.

I pagamenti digitali avvengono attraverso un dispotivo mobile realizzato dall’azienda iZettle, di recente acquista da Paypal. Il dispositivo va collegato online ad un tablet o smartphone. Impostando l’offerta fissa, il può “busker” può ricevere transazioni da carte contactless.

In questo modo ogni musicista o giocoliere di strada londinese, potrà evitare di scomparire convertendosi “all’offerta digitale”.

Nel video seguente troviamo l’artista Charlotte Campbell che descrive la sua esperienza con i nuovi strumenti di pagamento per i buskers.

 

Per noi italiani forse ci sembra un’iniziativa davvero  lontana anni luce.

Il contante in Italia è ancora diffuso vuoi per mentalità, vuoi per attuare stratagemmi di evasione e di sommerso (che da tempo ci etichettano).

Tuttavia, queste tendenze a nostro avviso avranno una presa “virale” che a breve si diffonderanno anche da noi.

Sicuramente questi strumenti di e-payment e “cashless” possono portare solo giovamento.

 

Attualmente in Italiai primi segni di digitalizzazione dei pagamenti si intravedono conla Fattura Elettronica. Inizialmente è stata resa obbligatoria per la pubblica amministrazione (vedi FatturaPA). Dal 2019 sarà obbligatoria anche per le aziende private. Come e se ci si adeguerà ancora non è noto.

Vedremo anche a Roma o Milano pagamenti digitali per inviare 1€ ad un artista di strada?

Questa è una scommessa che invece ci sentiamo di fare senza dubbio.

Se vuoi leggere altri articoli sul mondo mobile clicca QUI.

 

Innovaformazione, scuola informatica specialistica promuove la cultura digitale ed informatica.

In argomento e-payment abbiamo il corso Fattura Elettronica erogato per aziende e per i privati.

INFO: www.innovaformazione.net[email protected] – tel. 3471012275 (Dario Carrassi)

 

Londra: pagamenti digitali per i buskers

(fonte)

 

 

 

eBay: nuova funzione Interests

eBay: nuova funzione Interests

eBay: nuova funzione Interests: di cosa si tratta?

Di recente eBay ha comunicato una nuova funzione nella sua piattaforma che prende il nome di “interessi” (interests).  eBay vuole migliorare sempre l’esperienza di acquisto dei suoi utenti. Selezionando sull’app i nostri gusti, eBay vuole mostrarci una serie di articoli ed offerte personalizzate. Ogni individuoèe diverso dall’altro e la tecnologia può intervenire per suggerirci i prodotti più affini alle nostre inclinazioni.

In realtà è una features non ancora presente sulle versioni italiane, tuttavia a breve si riceveranno degli aggiornamenti a riguardo. Di seguito troviamo l’immagine di presentazione della eBay: nuova funzione Interests.

Al momento la eBay: nuova funzione Interests è disponibile solo per gli Stati Uniti, su  dispositivi Android e su dispostivi iOS. (fonte)

Tuttavia è previsto un piano di aggiornamento graduale e globale, sia per eBay versione desktop che sulle mobile app.

Al momento, per l’Italia, troviamo solo dei suggerimenti agli acquisti nella home di eBay, in relazione alle nostre ultime ricerce. Vengono presentati anche dei “venditori consigliati”, sempre in relazione alle nostre ultime parole chiave inserite nelle ricerche. Ma nulla a che vedere con il prossimo upgrade.

Con la nuova funzione Interests , la piattaforma prevede la personalizzazione delle offerte in relazione ad alcune domande necessarie per “profilarci”. “Cosa ami ?”, “Qual’è il tuo stile?”, “Di cosa sei fan?” e “Quali sono le tua attività preferite”? . Ognuna di queste domande avrà delle categorie e sotto categorie di risposta, sia per gli uomini che per le donne.

Selezionando le risposte e gli argomenti, eBay andrà a personalizzare l’interfaccia del “nostro eBay”. Ci verranno presentati oggetti e promozioni esattamente in linea con i nostri gusti e la nostra personalità.

Potremo seguire più facilmente gli articoli e i venditori rendendo la piattaforma ancora più interessante nell’esperienza di acquisto.

eBay ha lavorato molto su algoritmi di intelligenza artificiale e di “deep learning” implementando e spingendo sulla personalizzazione delle offerte e dell’interfaccia.

L’obiettivo è cercare di differenziarsi da Amazon. Quest’ultimo infatti è ormai un grosso competitor che sta erodendo quote di mercato ad eBay. Mentre Amazon punta sulla “globalizzazione” del mercato e sulla fidelizzazione dei clienti con una serie di servizi aggiuntivi (basti pensare ad Amazon Prime), eBay punta sul migliorare l’esperienza di acquisto.

Amazon infatti, a parte l’eccellente assistenza clienti, ha una presentazione prodotti scarna e semplicistica. A volte l’offerta è cosi vasta che l’utente rischia di perdersi nella miriade di prodotti. Forse oltre questo non troviamo altri difetti (lato acquirenti).

Qui di seguito troviamo il video di presentazione di eBay per eBay: nuova funzione Interests.

Innovaformazione, scuola informatica specialista promuove la cultura dell’e-commerce ed in particolare della piattaforma eBay. Organizziamo corsi di formazione per venditori eBay Professionali ed eroghiamo consulenza eBay per i commercianti. INFO: [email protected]www.innovaformazione.net