Click-to-pray-la-app-per-pregare

Click-to-pray-la-app-per-pregare

 

Click-to-pray-la-app-per-pregare

 

Click-to-pray-la-app-per-pregare. La tecnologia invade ogni campo oggi. Compresa la religione.

Se volete pregare in modo alternativo e perchè no, unirvi ad una community di fedeli, oggi c’è Click-to-pray-la-app-per-pregare .

Il Vaticano ed il Papa hanno ideato un’app per i suoi fedeli di tutto il mondo.

Disponibile per dispositivi Android e iOS , ClickToPray è l’APP per pregare con il Papa nei tempi moderni.

Principalmente, scaricando Click-to-pray-la-app-per-pregare si riceve ogni giorno tre spunti per pregare. Mattina, pomeriggio e sera. Cone le notifiche “push” l’utente riceve proprio gli inviti di preghiera e alla sera “l’esame di coscienza”.

L’app Click-to-pray-la-app-per-pregare è stata lanciata nel 2014 in Portogallo in lingua portoghese ottenendo velocemente 87.000 utenti in 138 paesi. Oggi la versione dell’app è anche in spagnolo, inglese, francese, tedesco, italiano e a breve sarà estesa al cinese e vietnamita.

L’idea del’app proviene dalla “Rete Mondiale di Preghiera del Papa” e dal “Meg“, Movimento Eucaristico Giovanile.

Lo sviluppo tecnologico invece è opera di un’agenzia di comunicazione spagnola (Barcellona): Lamachi.com

Click-to-pray-la-app-per-pregare si presenta come una sorta di social network verticale.

L’utente accede registrandosi e creando un proprio profilo personale. Anche il Papa ne ha uno su Click-to-pray-la-app-per-pregare .

L’interfaccia ha 4 sezioni principali più l’area “campagna di preghiera.

La sezione Prega con il Papa è l’invito mensile di Papa Francesco con un tema di preghiera specifico. Cliccando sul bottone “Click to Pray” si segnala di aver pregato.

Il calendario suddivide gli inviti di preghiera per il mattino, pomeriggio e la sera.

La sezione Prega in Rete consiste in una sorta di bacheca social dove gli utenti possono condividere la propria preghiera con possibilità di risposta.

L’ultima sezione Fai una Donazione permette l’invio di denaro come donazione.

Di seguito gli screenshot dell’APP provata da noi.

Il logo dell’app rappresenta una candela stilizzata con sfondo arancio. Classico oggetto presente in chiesa.

Maggiori dettagli e fonte su www.clicltopray.org/it

Innovaformazione, scuola informatica specialistica promuove la cultura digitale e lo sviluppo APP mobile.

Nell’offerta formativa dedicata alla programmazione APP mobile troviamo i seguenti corsi:

Corso Sviluppatore Android (nativo)

Corso Sviluppatore iOS (nativo)

Corso Phonegap Sviluppatore APP

Corso Ionic

Corso Xamarin

Corso React Native

Info corsi: [email protected]

Per altri articoli sul mondo mobile APP visitate la sezione del blog a questo LINK.

FantAndroid fantacalcio e il mondo dei fantasy sport

FantAndroid fantacalcio e il mondo dei fantasy sport

 

Se vi capita di sentir parlare di “Fantasy sport” o “Fantasy game” ora vi spieghiamo cosa si intende.
Il Fantasy game è un gioco “social”, solitamente online accessibile via web o app, nel quale i partecipanti creano squadre virtuali.

Acquistando calciatori reali (nel calcio), si finge di essere dei “fantapresidenti” milionari disposti a spendere qualsiasi cifra per i propri beniamini. I “fantallenatori” diventano quindi giocatori di fantacalcio esperti di moduli e tattiche di gioco.

Il tutto inizia di solito con un’asta generale. Ogni fanta-presidente acquista i proprio calciatori: formata la squadra si schiera la formazione domenica per domanica.

Nel gioco virtuale, le relative classifiche e i punteggi dipendono dai risultati reali, l’esempio più conosciuto è proprio il famoso gioco del “fantacalcio”.

Come si gioca al fantacalcio nei tempi moderni?

Ma è chiaro!Con un’app!

Dimenticate quaderni pieni di calendari e formazioni. Lasciate perdere le telefonate al fanta-presidente che raccoglieva le squadre. Oggi ci sono le APP!

Sui mobile market è possibile trovare numerose app. “FantAndroid fantacalcio” è una delle più utilizzate ed è disponibile sul Google Play Store dal 2011.

Uno degli ultimi aggiornamenti di quest’app ha compreso un totale restyling di menu e grafica con l’aggiunta del “Material Design”,  un concept di design sviluppato da Google che si concentra su un maggiore uso di layout basati su griglie, animazioni, transizioni ed effetti di profondità come l’illuminazione e le ombre.
Rispetto ad alcune app, è stato utilizzato un’approccio allo sviluppo “nativo” migliorando la qualità e l’interazione con l’utente.

Il sistema pubblicitario attualmente è davvero limitato con la sola presenza di alcuni piccoli banner non invasivi e che non violano la privacy: l’app include la libreria di Google Admob che consente agli sviluppatori di mostrare a video nell’app annunci pubblicitari mirati e configurati da un’apposita console,
guadagnando sui click effettuati da parte degli utenti.
A differenza di altre app, non viene forzato l’utente a cliccare sui banner in cambio di funzionalità aggiuntive.

E’ possibile abbonarsi con pochi euro per poter usare funzionalità evolute per gestire il gioco in modalità “fantapresidente”. I servizi in-app di Google consentono agli sviluppatori di configurare prodotti e prezzi in abbonamento o in singolo acquisto. Gli utenti possono acquistare funzionalità aggiuntive tramite Google, pagando con credito telefonico, carte, paypal e altri sistemi di pagamento.

Dalle pagine social, FantAndroid ha anticipato altre novità in arrivo…quali saranno?

E’ possibile scaricare l’app gratuitamente dal Play Store.
-Play Store: https://play.google.com/store/apps/details?id=gcarrassifree.it
-Sito web: http://www.fantandroid.it
-Facebook: https://www.facebook.com/FantAndroid-fantacalcio-Android-fantasy-football-app-203802549653857/?v=feed
-Twitter: https://twitter.com/FantAndroid
-Video pubblicitario:

 

 

Innovaformazione, scuola informatica specialistica promuove la cultura dello sviluppo mobile e APP. Nell’offerta formativa rientrano i corsi per sviluppatore Android (nativo), iOS/Swift (nativo) e cross-plaform (Phonegap/Ionic/Xamarin) . INFO: [email protected]

 

Come Programmare APP ibride

 

programmare app ibride

Come Programmare APP ibride

Le APP, questo mondo cosi vasto e d’uso quotidiano.

Se siete atterrati su questo articolo è perchè volete rispondere alla domanda: “come programmare APP ibride, ovvero per tutti i dispositivi?”

Si perchè la diversità dei vari sistemi operativi Android, iOS , Windows Phone ecc. crea una mole di lavoro non indifferente per lo sviluppatore, visto che nel 90% dei casi  i clienti che richiedono un’APP la vogliono fruibile su tutte le piattaforme.

Ogni sistema operativo, vedi Android come iOS della Apple, ha un’ambiente completamente diverso e prevede una programmazione un pò differente con linguaggi e ambienti di programmazione diversi.

Per rispondere all’esigeza di programmazione “contemporanea” per tutti i dispositivi, intervengono degli strumenti chiamati “framework cross-platform”, offero dei software, degli ambienti intermediari che provvedono a programmare il progetto APP una sola volta e con linguaggi più semplici (ambito web come html,css e javascript) per poi ottenere un prodotto definito come “ibrido” ossia non nativo.

L’APP nativa è un’applicazione che è stata concepita e sviluppata cosi come la casa madre del sistema operativo ha indicato. Un’app ibrida è un app che con alcuni artifizi (vedi i framework multipiattaforma) riesce a scavalcare queste difficoltà programmando in maniera leggermente diversa da quella nativa.

Esistono vari strumenti che permettono la programmazione ibrida di APP, qui ve ne elenchiamo alcuni, tutti framework multipiattaforma che più o meno raggiungono tutti lo stesso obiettivo.

PhoneGap/Cordova

PhoneGap si basa essenzialmente su Cordova .
Cordova / PhoneGap fornisce una serie API JavaScript che si collegano alle funzioni native del dispositivo
come fotocamera, bussola , Contatti , e geolocalizzazione .
Cordova / PhoneGap ci permette di costruire un’applicazione mobile senza il
linguaggio di programmazione nativo ; è possibile anche integrare il lavoro cone un altro  framework come jQuery Mobile.
Si potrà compilare l’ applicazione utilizzando l’SDK della piattaforma e l’APP sarà pronta per l’installazione
sulla piattaforma che supporta iOS , Android , Windows Phone , Blackberry e Web OS .

 

Sencha Touch

Sencha Touch è un quadro cellulare alimentato da HTML5 e CSS3 ,
fornendo le API , animazioni e componenti che sono compatibili con le attuali piattaforme mobili e browser .
Sencha Touch supporta sia Cordova e PhoneGap ; è possibile compilare la vostra applicazione  e
inviarla alle rispettive piattaforma App Stores . Inoltre , Sencha Touch
fornisce una serie di temi per iOS , Android , Blackberry , Windows Phone , Tizen , e una varietà di altre
integrazioni utili per aiutare la vostra applicazione a sentirsi come una applicazione nativa .

 

Ionic

Se siete interessati ad applicazioni con elevate prestazioni di interfaccia, ionic è il prodotto giusto  . Ionic è un framework HTML5 mobile con particolare attenzione alle prestazioni ,
sfruttando l’accelerazione hardware ,  non richiede alcuna terza parte della libreria JS .
Funziona meglio con Angular.js , perfettamente integrabile cosi da costrurire app interattive molto curate . Ionic viene fornito con un font set di icone ben realizzate , Ionicons , ossia un gruppo di classi HTML riutilizzabili per costruire il cellulare interfaccia utente.

 

Xamarin

A differenza di quanto permettono di fare altre soluzioni di sviluppo multipiattaforma (PhoneGap e simili) che utilizzano come linguaggio html, css e javascript ed eseguono il codice in un controllo WebView, Xamarin permette di sviluppare applicazioni native utilizzando come linguaggio di sviluppo C# e l’IDE Visual Studio o Xamarin Studio (a seconda della licenza che si acquista).
Vantaggio da non sottovalutare avendo a disposizione app native (oltre naturalmente alle performance, all’utilizzo di memoria e all’integrazione con il sistema) è quello che la nostra app utilizzerà la UI della piattaforma su cui gira quindi uno stesso controllo sarà renderizzato in modo coerente con la piattaforma su cui l’app sta girando.
Xamarin permette anche di sviluppare app per Android Wear,Android Tv ed Apple Watch permettendo agli sviluppatori di poter essere produttivi su praticamente tutte le piattaforme.

L’acquisizione di Xamarin da parte di Microsoft rende ancora più interessante per gli sviluppatori l’utilizzo di questo piattaforma che sicuramente sarà supportata con ancora maggior slancio.

 

Innovaformazione, scuola informatica specialistica, organizza corsi di formazione per la programmazione APP ibride e native. (corso Android, corso iOS/Swift corso Phonegap/Cordova)

Visionate www.innovaformazione.net e contattateci via email a [email protected]

APPJobber: lavoretti per guadagnare in 5 minuti…

appjobber

Oggi vi segnaliamo una interessante applicazione per smartphone che permette di svolgere lavoretti nelle proprie vicinanze e guadagnere piccole cifre.

Un esempio?Recarsi presso un negozio o un’azienda e verificarne l’esistenza e la presenza in un dato indirizzo. Oppure trovare una struttura ricettiva e scattare una foto.

La maggior parte del “jobs” consistono nel verificare un’attività commerciale, scattare ed inviare al sistema una fotografia che testimoni il lavoro fatto o che confermi le informazioni richieste.

Nella maggior parte dei casi il compenso per questi lavori svolti è pari ad 1 euro. Da qui la stessa icona-logo dell’APP.

Questa applicazione nasce proprio come soluzione alle esigenze di molte aziende e di molti enti di monitorare le attività e i luogi con una certa periodicità. Struttando APPJobber si vanno ad abbattere i costi in maniera impensabile, facendo incontrare domanda e offerta in modo pressochè immediato.

L’applicazione gestisce in maniera geolocalizzata i jobs in modo tale che l’utente può verificare ed eventualmente accettare i lavori presenti anche a poche centinaia di metri.

Essendo in prevalenza piccole attività di verifica e di scatto fotografia, ogni lavoretto viene svolto in 5 minuti.

Ogni utente di APPJobber possiede un proprio account sul quale può ricevere i compensi per ogni lavoro svolto.

Per maggiori informazioni vi riportiamo il sito ufficiale www.appjobber.it

Be My Eyes: l’APP per i non vendenti…ma sarà davvero utile?

be_my_eyes icona

L’ultima start up relativa ad un’applicaione per smarpthone giunta alle cronache per la sua innovatività è “Be My Eyes“.

Disponibile attualmente solo per dispositivi iOS (iPhone e iPad) l’APP in questione cerca di aiutare i non vendenti utilizzando la funziona fotocamera dello smartphone: l’azione principare di Be My Eyes è quella di inviare una fotografia di cioè che si ha davanti, ad un team di assistenti-volontari che rispondono al messaggio dell’utente guardando la foto e spiegando cosa l’utente non vendente ha di fronte.

L’obiettivo principale dell’APP è quello di risolvere problemi “cruciali” come leggere la data di scadenza di un prodotto, oppure richiedere la descrizione di ciò che sta accadendo davanti inviando un piccolo filmato sempre attraverso lo smartphone.

Una “schiera” di volontari assistono i non vendenti, utilizzatori di quest’APP: provvedono a ricevere le informazioni sotroforma di foto e video e descrivono ciò che si vede, sostituendosi agli occhi dell’utente non vedente. Da qui il nome “Be My Eyes”, ovvero “sii i miei occhi”.

L’iniziativa è lodevole, cosi come l’intervendo dei volontari pronti a rispondere alle richieste dei non vedenti.

Tuttavia, siamo un pochino scettici sull’uso degli smartphone tradizionali da parte di persone con disabilità visiva.

Infatti è di per sè complicato a nostro avviso, per un non vedente, utilizzare correttamente un dispositivo mobile stardard che non possiede alcun accorgimento per un non vedente.

I dispositivi iOS sono infatti contrassegnati da icone con colori e immagini ben definite, con l’utilizzo del touch per ciascuna applicalzione.

Se è già complicato di per se utilizzare lo smartphone, come possono i non vedenti fotografare un oggetto ed inviarlo attraverso il sistema “Be My Eyes”?

 

Ci auguriamo che il progetto, alquanto interessante, sappia rispondere col tempo ai nostri dubbi aiutanto seriamente chi ha disabilità nella vista….

 

 

Lavoro: Programmatore Android

programatore android

 

 

 

 

La F2Informatica ricerca su Roma programmatori Android Junior e Senior.

Qui di seguito riportiamo l’annuncio:

Developer Android – Roma


 

Vedi tutti gli annunci da F2Informatica srl
Developer Android - Roma

Descrizione

Selezioniamo per una nota realtà in ambito ICT operativa a livello nazionale, con molteplici sedi sul territorio italiano programmatori Android (sia figure junior che senior). Completano il profilo precisione, autonomia organizzativa e una forte propensione al lavoro di squadra.
Inviare cv a [email protected]

Lazio
Roma

Informazione

Tipo di contratto: Da definire

Contatto

Azienda: F2Informatica srl


Per inviare direttamente il tuo CV all’inserzionista clicca qui sotto.
Leggi Termini e Condizioni

Qui invece il link diretto all’annuncio con cui candidarsi.
Se stavate cercando informazioni sullo sviluppo e programmaziona Android, Innovaformazione si occupa di formazione mobile su tecnologie Android, iOS e Unity 3D.

FrigOK l’APP per gestire i nostri prodotti in frigo in scadenza

In tempi in cui ci sono posti del mondo dove la gente muore di fame, quest’applicazione può aiutare ad evitare che molti dei nostri cibi finiscano in pattumiera e rimediare agli sprechi che i paesi del terzo mondo ci contestano.

FrigOK è un’applicazione per smartphone che permette di gestire il cibo del nostro frigorifero. L’app si attiva avvisandoci per tempo quando i prodotti sono vicini alla scadenza. In questo modo li si può consumare prima che vadano a male cosi da “ottimizzare” con la tecnologia anche la gestione della spesa.

L’unico inconveniente è che non esistendo un sistema di lettura codice a barre dei prodotti (o similare) è necessario catalogare manualmente ogni cibo prima di inserirlo nel frigo.

Le notifiche avvisano l’utente quale prodotto stia per scadere ed è possibile catalogare il proprio frigorifero allegando le foto dei prodotti.

 

Qui di seguito il link al Play Store dell’applicazione:

frigOK APP

 

 

Programmatori Android e iOS APP Lecce Lavoro

lavoro android 1

Articolo 1 ricerca per Azienda leader nel settore IT:

1 Programmatore Mobile
Il candidato ideale ha maturato almeno un anno di esperienza nella progettazione e sviluppo di applicazioni mobile di tipo enterprise su piattaforme iPhone/iPad, Android, orientate al mondo bancario, alle pubbliche amministrazioni e alle imprese.
Si richiede un anno di esperienza nella progettazione e sviluppo di applicazioni mobile di tipo enterprise.
Si offre somministrazione a tempo determinato finalizzata all’assunzione diretta in azienda Sede di lavoro: Lecce

Il presente annuncio é rivolto ad entrambi i sessi, ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91, e a persone di tutte le età e tutte le nazionalità, ai sensi dei decreti legislativi 215/03 e 216/03.

 

ecco il link diretto per candidarsi: Lavoro Sviluppatore Android – iOS