Perche-le-aziende-non-trovano-programmatori ?

Perche-le-aziende-non-trovano-programmatori ?

Perche-le-aziende-non-trovano-programmatori ?

 

Perche-le-aziende-non-trovano-programmatori ? La domanda con cui intitoliamo l’articolo è ricorrente per gli addetti ai lavori del settore informatico.

Ci si lamenta che l’Italia sia in crisi economica, che ci sia disoccupazione specialmente al sud . Tuttavia nel settore informatico c’è un fenomeno controverso. Perche-le-aziende-non-trovano-programmatori .

Probabilmente il settore Information Technology è l’unico settore al mondo dove la domanda di specialisti è maggiore dell’offerta. Significa che i posti vacanti sono maggiori di chi cerca lavoro.

La questione inoltre non riguarda solo il mercato del lavoro dell’Italia. Ma anche dell’Europa e se vogliamo di tutto il mondo.

Com’è possibile quindi che le aziende abbiamo difficoltà ad assumere programmatori?

Perche-le-aziende-non-trovano-programmatori ?

Proviamo a rispondere al quesito delineando la complessità della risposta.

Parliamo infatti di un settore altamente specialistico, un lavoro di concetto di alto livello.

La prima risposta che diamo è che fare il programmatore “non è affatto semplice”.

Oggi sono ricercatissimi i laureati in ingegneria informatica, informatica e i laureati nei percorsi legati all’ IT.

Tuttavia il numero dei laureati in queste discipline sono pochi. Specialmente rispetto alla domanda.

Studiare informatica non è per tutti. Svolgere il lavoro di sviluppatore software non lo è altrettanto.

Bisogna studiare anni, studiare discipline complesse come analisi matematica, fisica, algoritmi e strutture dati, ingegneria del software, matematica discreta, reti di calcolatori, probabilità e statistica ecc.

Si può studiare per una laurea triennale oppure proseguire per la magistrale. In totale possono passare 3, 4 ,5 o sei anni se si esce fuori corso.

Al termine degli studi però, non si è del tutto “autonomi” nel lavoro. E’ necessario un breve percorso di stage ed affiancamento. Il “mestiere” vero e proprio lo si apprende in azienda. Ma si continua a studiare.

Infatti le tecnologie sono in continua evoluzione. E’ un continuo mettersi alla prova e chi si ferma è perduto.

Negli ultimi anni sta aumentando l’interesse delle aziende verso i diplomati delle scuole superiori in ambito informatico. Perchè i laureati sono troppo pochi.

Tuttavia il livello di preparazione non è mai paragonabile ad un percorso universitario. Inoltre i ragazzi che si iscrivono agli istituti tecnici per “ragionerie programmatore” spesso non ha le idee chiare di cosa vorrà fare da grande. Molti non vorranno diventare sviluppatori. Forse perchè è un lavoro più complicato delle loro aspettative.

Oggi vediamo come l’informatica sia d’appertutto. E’ per questo che il mercato del lavoro è florido per chi lo cerca ma è diffcile per chi lo offre.

Nei prossimi 5-10 anni inoltre la diffusione del 5G, della robotica e dell’automazione industriale (industria 4.0) cancellerà lavori manuali che verranno sostituiti dalle macchine e dai software.

Chi dovrà progettare questi software? Gli sviluppatori.

Oggi, ogni attività, piccola o grande che sia, vede l’utilizzo di pc e di conseguenza di software.

Più complessa è l’attività, maggiore è il team di lavoro coinvolto in un’azienda. Più complesso sarà il software.

Dientro ad un programma software, ci sono i programmatori.

Se ci pensiamo, più passano gli anni, maggiore diventa la diffusione dei computer e dei software nella nostra vita quotidiana.

Gli smartphone hanno cambiato le nostre vite. Ma non dimentichiamo che tutte le famose “APP” sono dei software progettati da degli sviluppatori. (programmatori Android, iOS ecc.)

Aumentando la diffusione di questi strumenti, aumenta quindi la domanda di programmatori.

C’è poi negli ultimi anni un trend che riguarda le famose “start-up”. Le start-up sono aziende spesso a contenuto “innovativo” ma che praticamente nel 100% dei casi si basano su un software.

Quindi troviamo giovani neolaureati in materie che non centrano nulla con l’informatica, vincere un bando per avviare la loro “idea”. Un app che aiuta a fare questo o quest’altro. Un sistema web che stravolge il mercato o quel settore.

Tuttavia nel team di partenza mancano gli artefici principali. Gli sviluppatori.

Cosi i giovani imprenditori si mettono alla ricerca di programmatori, senza avere risorse da offrire e senza nemmeno conoscere il mercato. Si, perchè il programmatore oggi è merce ricercatissima.

Un altro caso, sono le aziende di consulenza di altro tipo (aziendale, marketing o ingegneristico) che dinanzi a richieste dei clienti, scoprono l’esistenza della consulenza informatica. Da qui si buttano su progetti ad alto rendimento economico senza avere al momento il personale competente. Cosa fanno? Si mettono in cerca di consulenti informatici. Ovviamente non ne trovano.

Ma cosa fanno allora le aziende per risolvere questo problema?

Due sono le soluzioni.

  1. Propongono contratti migliori a chi già lavora per cambiare azienda.
  2. Formano  da zero o quasi, giovani leve per poi assumere creando cosi le figure fin a quel momento “inesistenti”.

Pensate sia facile quindi?

Assolutamente no! No perchè è comunque molto difficile selezionare e trovare gente disposta a formarsi ad esempio su Java, o su SAP o sulla programmazione .Net (solo per citare alcuni esempi). Spesso si seleziona neolaureati da avviare ad una formazione. Ma sono pochi quelli “liberi” perchè la maggior parte ha già trovato impiego.

La scelta invece di fare offerte migliorative a gente che già lavora è comunque complesso.

Perchè infatti un programmatore dovrebbe cambiare azienda, o città se al momento si trova bene e non ha bisogno di cambiare? I soldi? Certo, ma non sempre sono sufficienti.

Le stesse aziende spesso non hanno il denaro necessario per convincere un programmatore a spostarsi.

Se ci soffermiamo poi sul fatto che tranquillamente uno sviluppatore potrebbe trovare ottimi stipendi all’estero…allora per le aziende italiane la competizione è già morta sul nascere. Si, perchè è risaputo che gli stidendi più alti per i programmatori sono fuori dall’Italia.

Restando su SAP, l’argomento aumenta di complessità perchè su questo ambito si ricercano figure verticali. Si intende non “puri informatici” ma spesso con una laurea in economia o in ingegneria per avviarli ad un lavoro prettamente da consulente informatico. E fidatevi che non è facile convincere un “economista” a convertirsi ad un mestiere nel settore IT. Spesso in contrasto con le sue aspettative di lavoro al momento di iscriversi all’Università.

Perche-le-aziende-non-trovano-programmatori ? Abbiamo provato a riassumere il nostro punto di vista.

Innovaformazione è una scuola nel campo dell’Information Technology.

Eroghiamo formazione per sviluppatori su varie tecnologie (Java, JEE, React, Android, Unity Data Science ecc.) e organizziamo corsi su SAP.

Potete visionare la nostra offerta formativa sul nostro sito www.innovaformazione.net e contattarci ad [email protected]

Per altre notizie o articoli sul mondo software potete visionare la sezione dedicata a questo LINK.

Se volete leggere articoli sul mondo SAP visionate questo secondo LINK.

 

SAP-Volkswagen-e-Shell-insieme-per-l-iot

SAP-Volkswagen-e-Shell-insieme-per-l-iot

SAP-Volkswagen-e-Shell-insieme-per-l-iot

 

SAP-Volkswagen-e-Shell-insieme-per-l-iot . Tre giganti rispettivamente del settore informatico, automotive ed energetico hanno in cantiere un progetto che guarda al futuro. Collaborare per creare sistemi intelligenti, auto connesse e città del futuro.

L’ IoT è il termine con cui si fa riferimento all’ “internet delle cose”. Veicoli connessi ad internet, elettrodomestici connessi, tutto connesso. Parliamo di poter far comunicare fra loro i dispositivi e “le cose”, per comandarle a distanza.

Nell’ottica per i sistemi cittadini intelligenti, SAP-Volkswagen-e-Shell-insieme-per-l-iot hanno avviato una collaborazione nell’area ricerca e sviluppo.

Lo scopo è mettere in piedi sistemi informativi in grado di far comunicare fra loro le automobili, i distributori di carburante e la città intera.

Il video seguente presenta l’obiettivo del progetto iOT.

 

L’idea è quella di permette di gestire ogni azione della nostra vita quotidiana attraverso il nostro smartphone.

Con un’app si potrà visionare il parcheggio disponibile nella zona richiesta. Una volta pargheggiato, il cellulare permetterà di pagare il parcheggio. Per fare benzina o altro rifornimento, lo smartphone sarà ancora di nostro aiuto.

Il sistema “intelligente” sarà governato da un’applicazione. In questo caso potremo verificare sulla mappa il distributore più vicino. Fare rifornimento e pagare nuovamente il carburante tramite smartphone.

Il progetto di SAP-Volkswagen-e-Shell-insieme-per-l-iot è attivo da qualche anno in Germania, precisamente ad Hannover.

Il progetto SAP-Volkswagen-e-Shell-insieme-per-l-iot nasce dopo le ultime statische che vedono le città europee sempre più congestionate. 5,2 miliardi di persone vivranno negli agglomerati urbani nel 2050. Quindi un modello di automobile e di città intelligente  è indispensabile per miglioare la vita delle persone nel contesto urbano.

Onestamente siamo entusiasti di questa iniziativa. Lo sviluppo tecnologico che coinvolge le persone e le città deve essere una prerogativa per il futuro. L’unica perplessità riguarda la velocità con cui i vari domini applicativi si evolveranno nel lungo periodo. Basti pensare ai carburanti delle auto. Ai sistemi cittadini, diversamente complessi nelle varie zone del mondo.  Oggi c’è ancora la benzina. Il futuro si prospetta con le auto ibride ed elettriche.

Per creare sistemi di questo tipo serve una integrazione con diverse case automobilistiche, diversi circuiti cittadini, diversi sistemi energetici di rifornimento.

La sfida è alquanto complessa .

E voi cosa ne pensate?

(fonte)

 

Innovaformazione, scuola informatica specialistica eroga formazione su SAP. Se non sapete cosa sia SAP leggete questo articolo.

Tutte le informazioni sui corsi le trovate sul nostro sito www.innovaformazione.net .

SAP-SITPL-per-il-trasporto-pubblico

SAP-SITPL-per-il-trasporto-pubblico

SAP-SITPL-per-il-trasporto-pubblico

 

SAP-SITPL-per-il-trasporto-pubblico è la soluzione SAP rivolta alle aziende del trasporto pubblico.

Se non sapete cosa sia SAP, suggeriamo prima di leggere l’articolo Cos’è SAP.

Con SITPL si intende un termine più generico. Parliamo di Sistema Informativo Trasporto Pubblico Locale.

Nel mondo IT possiamo trovare viarie soluzioni SITPL. SAP ha il suo prodotto specifico.

In questo caso si suole chiamare anche “verticale” la soluzione che risponde esattamente alle specifiche esigenze di un settore. SAP SITPL è anche considerato un pre-configurato. Intendendiamo un sistema SAP già personalizzato e che si adatta ai processi tipici di un’azienda che svolge il ruolo di gestore dei trasporti pubblici.

L’obiettivo pù alto di un sistema SITPL si raggruppa su tre punti:

  1. Progettazione della rete di trasporto
  2. Manutenzione dei mezzi di trasporto
  3. Erogazione del servizio pubblico di trasporto cittadino

 

Come tutti i sistemi SAP aziendali, il SITPL è integrato con i vari moduli di SAP. In particolare le integrazioni specifiche sono riferite al Controlling (CO), alla contabilità (FI), alla manutenzione dei veicoli e degli impianti (PM), ai cespiti e beni ammortizzabili (AA), alla parte gestione biglietteria e vendite (SD), alla gestione acquisti e gare (MM), ai flussi di cassa (CM).

Per i singoli moduli vediamo le personalizzazioni che rispondono ai casi delle aziende di trasporto pubblico.

SAP FI

Il modulo FI consente di lavorare su piani dei conti alternativi per riclassifiche di bilancio. E’ possibile gestire allo stesso tempo più esercizi ed eseguire registrazioni su più periodi.

Vengono gestire tutte le problematiche relativa al regime IVA proprio per questo settore nonchè l’IVA in sospensione di imposta.

Sempre strettamente legato al settore, il SAP-SITPL-per-il-trasporto-pubblico prevede la contabilizzazione della vendita dei Titoli di Viaggio. Si collega a questo la gestione dei corrispettivi legate alle normative del trasporto pubblico urbano.

SAP CO

Circa il modulo controllo di gestione, il SAP-SITPL-per-il-trasporto-pubblico consente di controllare i processi tipici di un’azienda di trasporto pubblico. Ovvero:

  • Trasporto di persone o merci
  • Noleggio Mezzi
  • Gestione Parcheggi
  • Vendita Spazi Pubblicitari
  • Servizi di Rimozione
  • Gestione Impianti Semaforici

Inoltre la verticalizzazione del SAP-SITPL-per-il-trasporto-pubblico consente la creazione di un conto economico per le singole linee urbane ed extra-urbane.

 

SAP SD

Il modulo SAP SD (vendite) vede una parametrizzazione con tutte le caratteristiche per il settore. L’elemento principale nel SAP-SITPL-per-il-trasporto-pubblico è il biglietto di viaggio con i servizi surrogati.

Nello specifico il SAP-SITPL-per-il-trasporto-pubblico nel modilo SD permette di gestire:

  • Biglietti di viaggio
  • Abbonamenti
  • Noleggi
  • Pubblicità
  • Manutenzione
  • Sanzioni dei viaggiatori

La vendita dei biglietti permette la gestione da più canali, ovvero tramite biglietterie proprie, a bordo dei veicoli o tramite rivenditori autorizzati.

 

SAP MM

Il modulo SAP MM (gestione dei materiali) in SAP-SITPL-per-il-trasporto-pubblico vede i seguenti punti caratterizzanti:

  • Gestione Gare
  • Gestione Convenzioni
  • Ricezione dei materiali con collaudo o senza collaudo della merce
  • Gestione delle scorte di magazzino integrate con il modulo PM (manutenzione impianti)

In ultimo troviamo una pianificazione del fabbisogno dei materiali di consumo (MRP-CPB). La verticalizzazione SAP-SITPL-per-il-trasporto-pubblico permette una gestione del punto di riordino sia automatica che manuale per garantire i livello ottimale delle scorte di magazzino.

I titoli di viaggio infine, sono gestiti dal modulo SD con una tracciatura del singolo biglietto con dei codici seriali. Viene garantita anche la gestione delle scorte degli stessi biglietti.

 

SAP PM

A caratterizzare il verticale SAP-SITPL-per-il-trasporto-pubblico troviamo la possibilità di gestire gli oggetti di manutenzione con numeri di serie.  Gli oggetti di manutenzione possono essere anche strutturati all’interno di distinte di “equipment”.

La gestione dei veicoli consente la gestione di informazioni tipiche del settore (es. km percorsi per ciascun mezzo, numero massimo di persone trasportabili ecc.).

La manutenzione programmata invece è caratterizzata da tre metodologie :

  1. A Ciclo Unico
  2. Con Strategia
  3. Con Ciclo Multiplo

In sostanza gli ordini di manutenzione sono pianificate in relazione alle date prestabilite oppure in relazione ai KM percorsi da ogni mezzo.

La chiusura di ogni manutenzione prevede una integrazione automatica con CO che consente lo scarico dei costi su di un Centro di Costo per tipologia di mezzo.

Le aziende del settore del trasporto pubblico che adottano il SAP-SITPL-per-il-trasporto-pubblico sono molte tra cui nelle TPL di Sardegna, Emilia Romagna, Lombardia e Toscana.

(fonte)

Innovaformazione, scuola informatica specialistica promuove la cultura SAP e dei sistemi informativi aziendali.

L’offerta dei corsi di formazione SAP sono consultabili sul sito www.innovaformazione.net .

Contatti: [email protected]

Per altre notizie sul mondo SAP consigliamo di visionare l’apposita sezione del nostro BLOG.

SAP-ACQUISISCE-QUALTRICS

SAP-ACQUISISCE-QUALTRICS

 

SAP-ACQUISISCE-QUALTRICS

 

SAP-ACQUISISCE-QUALTRICS . E’ recente ( in particolare con data 23 gennaio 2019) una importante acquisizione da parte di SAP. Qualtrics è la principale aziende di software per l’ Experience Management (XM).

Con l’acquisto di Qualtrics, SAP va ad incrementare le sue soluzioni software combinando l’Experience Mangement con gli Operational Data (O-Data).

I sistemi di Qualtrics permettono di gestire la valutazione dei feedback dei clienti, dei dipendenti e sui prodotti. L’integrazione con i sistemi SAP permetterà ai clienti di gestire meglio le catene di fornitura, i dipendenti e tutti i processi aziendali.

SAP e Qualtrics (SAP-ACQUISISCE-QUALTRICS) insieme garantiranno ai clienti un’esperienza end-to-end con una gestione operativa unica. (Fonte)

Qualtrics è un software che lavora su tre punti principali:

  • Customer Experience (monitora l’esperienza del cliente permettendo di intervenire individuando il fattore chiave delle problematiche)
  • Ricerche di Mercato (è utilizzato per monitorare il brand e la sua percezione nei clienti)
  • Employee Insight (monitora l’esperienza dei dipendenti migliorando la produttività e l’organizzazione)

Il CEO di Qualtrics rimarrà Ryan Smith e resteranno inalterate le sedi operative dell’azienda nello Utah ed a Seattle (USA).

Qualtrics viene inglobata nel Cloud Buiness Group di SAP.

 

SAP-ACQUISISCE-QUALTRICS

 

L’acquisizione di Qualtrics è una continua conferma che SAP ontinua a mantenere una leadership mondiale nel mercato dei software per le aziende di alto livello.  Innovando ed arrivando prima degli altri, SAP si garantisce il dominio incontrastato nel settore.

 

Innovaformazione, scuola informatica specialistica promuove la cultura informatica in particolare del mondo SAP.

L’offerta formativa è vasta ed è visionabile sul sito www.innovaformazione.net .

SAP GUI Web HTML

SAP GUI Web HTML

 

SAP GUI Web HTML

Per chi già conosce il mondo SAP l’accesso al sistema è determinato da una GUI (Grafic User Interface).

Se non sapete ancora cosa sia SAP, allora vi consigliamo di leggere prima questo altro nostro articolo.

La GUI consiste in un “programmino”, ovvero un’applicativo desktop che una volta settato (vanno inseriti i puntamenti di accesso al sistema) permette di accedere a SAP in qualunque momento. E’ comunque necessaria una connessione internet.

La GUI può essere installa su Windows o Mac. Tuttavia c’è una terza variante che consiste nella SAP GUI Web HTML.

L’accesso al sistema in questo caso avviene semplicemente attraverso il browser. E’ necessaria in questo caso una customizzazione eseguita dai sistemisti e dallo sviluppatore ABAP.

Qui di seguito riportiamo due immagini come esempio di un accesso SAP tramite SAP GUI Web HTML.

 

La prima immagine raffigura la schermata di inserimento ID e password per l’utente. La seconda immagine riprende il primo accesso al sistema con il menu principale.

L’utilizzo di una SAP GUI Web HTML è una soluzione però non ottimale. Infatti SAP non è perfettamente predisposto per un’accesso in questa modalità. Il lavoro risulterà lento e difficoltoso. Tuttavia è una soluzione per gli utenti che non hanno modo di installare una SAP GUI sul proprio PC oppure per coloro sempre in viaggio.

Discorso a parte riguarda le nuovissime piattaforme SAP S/4HANA e SAP Fiori. Quest’ultima rappresenta la vera interfaccia web accessibile anche dai dispositivi mobili e dal browser.

Questi ultimi sistemi sono molto recenti e ancora poco diffusi. Un accesso via mobile e web è però una frontiera che oggi non si può ignorare.

Innovaformazione, scuola informatica specialistica promuove la cultura informatica e dei sistemi SAP.

L’offerta formativa su SAP riguarda circa una decina di corsi tra cui:

Corso SAP FI-CO

Corso SAP MM-SD

Corso SAP ABAP

Corso SAP Fiori

 

Per informazioni: www.innovaformazione.net[email protected] – tel. 3471012275 (Dario Carrassi).

 

SAP GUI Web HTML

SAP riconosciuta come visionaria da Gartner

SAP riconosciuta come visionaria da Gartner

SAP riconosciuta come visionaria da Gartner

 

SAP riconosciuta come visionaria da Gartner. Grande riconoscimento per SAP a livello internazionale.

Gartner, multinazionale di riferimento per le ricerche di mercato del settore dell’Information Technology, ha recemente pubblicato una ricerca chiamata “Magic Quadrant for Cloud Financial Planning and Analysis Solutions”.

Precisiamo che Gartner non segnala a scopo “pubblicitario” un vendor piuttosto che un altro. Semplicemente effettua le sue ricerche indicando i risultati periodicamente.

SAP è stata indicata come azienda visionaria in particolare per l’ambito contabile e finanziario.

I prodotti SAP Analytics Cloud e SAP Digital Boardroom rientrano nelle nuove solozioni SAP S/4 HANA (ancora poco diffusi specialmente in Italia). Nella ricerca, Gartner ha intervistato gli utenti chiedendo la soddisfazione sulla base di 11 punti tra cui:  analisi, facilità d’uso, facilità di manutenzione e flessibilità della soluzione.

SAP è stato classificato come visionario in particolar modo per la sua suite di gestione finanziaria che permette la pianificazione, l’analisi e l’esecuzione dei processi finanziari.

I prodotti cloud di SAP sono i principali considerati visionari nell’ambito Finance e Analysis.

Il suddetto riconoscimento conferma la leadership di mercato di SAP nel mondo degli ERP e dei software per le grandi aziende. Trovate il documento Gartner a questo LINK.

La news ufficiale di SAP è visionabile invece da questa pagina.

A livello internazionale SAP continua a mantenersi il primo software nella classifica dei “grandi gestionali” utilizzanti dalle multinazionali. Secondo noi la testa della classifica verrà mantenuta per molti altri anni.

Innovaformazione, scuola informatica specialistica promuove e diffonde la cultura informatica nonchè i prodotti SAP.

Nell’offerta formativa trovate i CORSI SAP su più moduli (SAP è modulare e potete trovare altre informazioni su questo nostro articolo.

Corsi SAP erogati sia in aula frontale che in modalità online virtual classroom.

Contatti e info: www.innovaformazione.net[email protected] – tel. 3471012275 (Dario Carrassi)

 

 

Come scegliere un Corso SAP ?

Come scegliere un Corso SAP ?

Come scegliere un Corso SAP ?

Come scegliere un Corso SAP .

SAP, questa strana sigla di tre lettere ormai presente in tutti gli annunci di lavoro.

Se non sapete cosa sia, consigliamo di leggere questo nostro articolo su Cos’è SAP.

Se stavate cercando dei corsi di formazione su SAP ma vi sentite disorientati non preoccupatevi. Questo è l’articolo per voi.

SAP è un vero e proprio mondo. SAP è diffusissimo a livello internazionale, è multilingua (non lasciatevi ingannare da chi tiene corsi con il software SAP in inglese) ed è costruito su moduli.

Nell’ecosistema SAP esistono tantissime figure che possono lavorare sul software . Ci sono profili che lavorano come impiegato finale (da contabile con SAP o da buyer ad esempio) e figure che lavorano come “consulenti informatici” su SAP.

Quindi potete trovare una vastità di corsi di formazione. Corsi per preparare impiegati di logistica, oppure corsi per preparare dei consulenti che andreanno a “personalizzare SAP” o a “programmarlo”.

La prima domanda da porsi, quando cercherete un corso sarà: che tipo di corso è?

Lato “utente”? Lato “customizing”? Programmazione? Quali contenuti tratta?

Per “lato utente” si intende un corso orientato a spiegare come si lavora su SAP da semplice “utilizzatore finale.” Da utente contabile, da utente logistico in ufficio acquisti o da magazziniere.

“Lato customizing” invece, si intede un corso per formare “consulenti analisti funzionali SAP”. I consulenti funzionali SAP sono figure specialistiche per parametrizzano SAP in relazione alle esigenze aziendali.

Esiste anche una formazione “lato programmazione”. SAP infatti è scritto in un linguaggio chiamato ABAP.

Chi lavora su ABAP è di solito un informatico puro, un programmatore. Lo sviluppatore ABAP spesso è un laureato in informatica e si occupa di personalizzare SAP in maniera spinta, scrivendo ” a mano” dei programmi ineesistenti.

Riepilogando diremo che troverete tre tipologie di corsi, a seconda del tipo di obiettivo.

Corsi lato utente, corsi lato “customizing/funzionale” e corsi ABAP.

In realtà ce ne sarebbero altri, poichè esistono altri prodotti SAP ma ci dilungheremmo troppo. Per farvi degli esempi vi citiamo SAP BO (Business Objects Business Intelligence), SAP CRM, SAP Hybris e molti altri. Questi ultimi sono tutti ambiti per profili informatici puri.

Una volta definito il taglio del corso, bisogna capire su “quali moduli” si concentra il corsoche fa al caso vostro.

SAP è infatti un software modulare. Ogni modulo viene utilizzato in uffici aziendali differenti.

Sempre nell’articolo Cos’è SAP  trovate informazioni dettagliate su questi aspetti.

Ritornando a Come scegliere un Corso SAP dovrete verificare i moduli SAP trattati in realazione alle vostre aspettative. Dipende tutto dalla vostra figura professionale e dai vostri obiettivi.

Se vi interessa imparare la parte contabile di SAP si consiglia sempre i moduli Finance e Controlling (FI-CO). In particolare, gli addetti al controllo di gestione utilizzano il modulo SAP CO. L’analisi dei costi, la contabilità analitica, i centri di costo e di profitto fino ad arrivare al bilancio. Queste sono attività svolte con il modulo SAP CO.

Sui moduli FI.CO è fondamentale possedere le basi della partita doppia (ragioneria). In caso contrario difficilmente si riuscirà a lavorare su SAP.

Diffidate da chi propone corsi SAP FI-CO  “a tutti”. Rischiate di non capirci nulla.

SAP infatti è uno strumento, un software. Non si può improvvisare una figura di contabile se non si ha nemmeno un diploma da ragioniere (o non si ha mai fatto esperienza in contabilità).

Se vi interessa imparare SAP per la parte ufficio acquisti, magazzino e del reparto vendite consigliamo di scegliere i moduli Material Management e Sales Distribution (MM-SD).

Per i profili interessati a specializzarsi nel settore della manutenzione degli impianti, c’è il modulo SAP Plant Maintenance (SAP PM). Questo modulo lo trovate in tutte le aziende che si occupano di erogazione di energia, gas, luce e telefonia. Pensiamo ad ENI, ENEL, Telecom e alle aziende petrolifere.

Chi vuole lavorare nel mondo delle risorse umane con SAP, c’è il modulo Human Resourse (SAP HR detto anche HCM – Human Capital Management).  Gli addetti al personale, recruiters e gli impiegati di ufficio del personale utilizzano il modulo SAP HR. Consigliamo quindi un corso SAP HR a tutte le figure con percorso di studi in ambito umanistico.

Gli ingegneri interessati al settore della pianificazione della produzione si consiglia il modulo SAP Production Planning (SAP PP). Tutte le aziende che trasformano la materia prima in prodotti finiti, utilizzano il modulo SAP PP per pianificare tutti i processi di lavorazione fino al prodotto finito.

 

Quindi per rispondere alla domanda “Come scegliere un Corso SAP ?” verificate prima la vostra figura professionale. Che percorso di studi avete? Verso quale figura professionale vi state avvicinando o dove vi volete specializzare?

Ad ogni modulo SAP corrisponde un impiegato diverso.

Tornando alla scelta dei Corsi SAP, ricordate che seguire corsi troppo generici non ha molto senso. Dovete necessariamente indirizzarvi su moduli precisi. Attenzione a quei corsi SAP che accorpano più moduli in poche ore di lezione. Rischiate di avere solo una infarinatura generale insufficiente per diventare operativi sul sofware.

Attenziona anche a chi propone corsi su moduli opposti. Parliamo ad esempio di MM ed FI assieme. In alcuni casi cerca di ammassare una parte contabile con una di logistica. Chi lavora in ufficio acquisti non fa il contabile e viceversa. Le multinazionali hanno un’organizzazione strutturata. Uffici dedicati. Responsabili con gerarchie. Non dei “tuttofare”.

Inoltre ricordiamo come senza una base della ragioneria il modulo SAP FI diventa impossibile da imparare.

L’ideale invece è imparare i moduli “complementari” ovvero SAP FI con SAP CO, SAP MM con SAP SD.

Questo è il modo corretto di imparare SAP, non pensiate di impararne tutti i moduli e male. E’ importante specializzarsi.

Oggi internet ed il web permette di accedere in maniera facile e veloce ad un sacco di informazioni. Dedicando un pò di tempo e facendo un pò di selezione è facile capire Come scegliere un Corso SAP .

 

Innovaformazione, scuola informatica specialistica , eroga formazione su SAP su svariati moduli e ambiti.

I corsi sono rivolti sia ai privati che alle aziende. Modalità frontale e modalità online classe virtuale per le richieste lontane.

Potete visitare questi due link i corsi SAP principali:

Corso SAP FI-CO Finanza e Controllo di Gestione

 

Corso SAP MM-SD Logistica

 

Potete contattarci ad [email protected] e chiamarci al 3471012275 (Dal lun. al venerdi orario 9.00 – 18.00) www.innovaformazione.net .

 

 

SAP la piu grande azienda tedesca

SAP la piu grande azienda tedesca

SAP la piu grande azienda tedesca

SAP è oggi la più grande azienda tedesca. Lo certifica un’indagine di Pricewaterhouse Coopers (PwC). La capitalizzazione di SAP è pari a 104 bilioni di €. (Fonte)

Se siete atterrati su questo articolo e non sapete cos’è SAP allora vi consigliamo prima di leggervi la pagina a questo LINK.

La Germania si sa è sempre prima nel mercato economico in europa. Il settore industriale vede grandi nomi di aziende, tutte tedesche. Basta visionare la classifica delle aziende che vengono subito dopo SAP come capitalizzazione.  In ordine troviamo Siemens, Volkswagen, Allianz, Bayern e BMW.

Non aziendine familiari, quindi.

SAP è quindi la più grande azienda di software in europa e leader nel suo settore.

Le più grandi multinazionali globali sono amercine e cinesi. La prima è Royal Dutch Shell con un valo re di 213 miliardi di €. Succesivamente si piazzano Nestlè nel settore alimentare e Novartis nel settore farmaceutico.

Nel settore tecnologia, trovia in prima fila in classifica la Apple (valore di 889 miliardi di dollari) , Amazon (valore di 768) e Google/Aphabet (valore di 762 miliardi di dollari).

Tornando a SAP, non solo è la prima azienda di software in europa. SAP è il primo software ERP al mondo per diffusione. Praticamente tutte le multinazionali di ogni settore utilizzano SAP come sofware aziendale.

Si può dire che tutte le grandi aziende “dipendono” da SAP per la gestione del loro Business.

SAP la piu grande azienda tedesca: ma se l’economia della germania è la più grande d’europa, potremo dire che SAP è il leader europeo indiscusso.

Probabilmente la tendenza a crescere sarà continua per SAP, cosi come il settore informatico è in continua espansione. Quale attività o azienda ha bisogno di software? Praticamente tutti.

Inoltre SAP è ormai considerato un requisito informatico moderno per tantissimi settori lavorati. Vi basterà fare qualche ricerca sul web. Sono tante anche le figure professionali informatiche che lavorano su SAP. Pensiamo agli analisti/consulenti funzionali SAP, programmatori ABAP, sistemisti e semplici utenti.

Attorno a SAP gira un intero ecosistema. Senza SAP, si è fuori dal mercato, ormai.

Innovaformazione, scuola informatica specialistica promuove la cultura informatica e del primo software al mondo: SAP. Eroghiamo corsi SAP su diversi moduli e ambiti.

Potete visionare www.innovaformazione.net per ritrovare l’offerta formativa.

Contatti: [email protected] – tel. 3471012275 (Dario Carrassi).

 

SAP la piu grande azienda tedesca

 

 

Lavoro-Contabile-SAP-MerMec

 

Lavoro-Contabile-SAP-MerMec

Lavoro-Contabile-SAP-MerMec

 

SAP è oggi un requisito informatico moderno. Lo dimostrano tantissimi annunci di aziende che richiedono ai condidati competenze di utilizzo del software SAP.

Se non sapete cos’è SAP vi invitiamo a leggere l’articolo presente in questo LINK

Come esempio di aziende che ricercano impiegati e figure con competenze SAP c’è la MerMec di Monopoli (con sedi in altre città d’Italia e all’estero).

Qui di seguito riportiamo l’annuncio di ricerca di Lavoro-Contabile-SAP-MerMec

Contabile senior (Lavoro-Contabile-SAP-MerMec)

Nome aziendaMERMEC  Località dell’aziendaVia Oberdan, 70 , Monopoli (Bari), PU 70043, IT

Descrizione del lavoro

MerMec Group, an Angel Company, leader mondiale nel settore della fornitura di sistemi per la diagnostica dell’infrastruttura ferroviaria e del segnalamento, ricerca un CONTABILE AMMINISTRATIVO SENIOR.

 

La risorsa, riportando al Responsabile Amministrazione e Bilancio, si occuperà della gestione del servizio di contabilità client/fornitori ed in particolare assicurerà:

 

– tutti gli adempimenti amministrativi relativi a:

  1. registrazione bolle e fatture;
  2. redazione prima nota;
  3. adempimenti fiscali Iva e imposte indirette;
  4. effettua le scritture di assestamento con periodicità trimestrale;
  5. intrattiene rapporti con i consulenti esteri per la tenuta della contabilità delle Branch;

– l’elaborazione Intrasat.

 

Il candidato ideale è laureato in Economia e possiede ottima conoscenza delle scritture contabili e della prima nota. Ha maturato esperienza di almeno 3-4 anni in analogo ruolo presso realtà aziendali strutturate, possiede ottima conoscenza di excel e della lingua inglese.

La conoscenza del sistema gestionale SAP rappresenta requisito necessario.

 

Soft skills: Elevata autonomia operativa, flessibilità, capacità di adattamento in ambienti lavorativi complessi, facilità nei rapporti interpersonali, accuratezza.

 

Sede di lavoro: Monopoli (Ba).

 

Contratto a tempo indeterminato. L’inquadramento e la retribuzione saranno commisurati all’effettiva esperienza.

 

Per candidarsi inviare cv a: [email protected] – rif. 100MM2018.

 

La selezione è rivolta a persone di entrambi i sessi (L. 903/77). Gli interessati sono pregati di inviare un dettagliato CV con l’autorizzazione al trattamento dei dati personali (D. Lgs. 196/2003).

E’ possibile candidarsi dal link LINKEDIN presente QUI

 

Innovaformazione, scuola informatica specialistica eroga ed organizza formazione su SAP.

Potete visionare il nostro sito www.innovaformazione.net e contattarci ad [email protected] – tel. 3471012275. Abbiamo principalmente due corsi SAP: SAP FI-CO Finanza e Controllo e SAP MM-SD Logistica.

 

Lavoro-Contabile-SAP-MerMec

Laureato in Ingegneria Gestionale?Quello che ti serve è imparare SAP

Laureato in Ingegneria Gestionale?Quello che ti serve è imparare SAP

Laureato in Ingegneria Gestionale?Quello che ti serve è imparare SAP

 

Laureato in Ingegneria Gestionale?Quello che ti serve è imparare SAP.

Si SAP. Oggi lo si sente sempre più richiedere negli annunci di lavoro.

Cos’è SAP? Lo spieghiamo QUI.

Sei un laureando o laureato in Ingegneria Gestionale? Bè allora devi sapere che gli Ingegneri Gestionali sono i profili più ricercati per avviarli ad una carriera da consulente informatico.

Un attimo, non ci riferiamo al classico “sviluppatore” / programmatore software. Ci riferiamo alle figure dei consulenti funzionali. Parliamo di SAP.

In generale la figura dell’ingegnere gestionale la si accosta a quelle aziende strutturate che gestiscono una pianificazione degli approvigionamenti ed hanno una produzione organizzata.

Parliamo di aziende medio-grandi. Anche SAP lo troviamo nelle aziende di un certo livello.

Volete alcuni nomi? Basta “spulciarli” tra gli annunci di lavoro. Aziende come Fiat Chrysler, Bosh, Magneti Marelli, Finmeccanica, Poste Italiane, AMA, Acea, INPS, Comune di Roma e tanti altri (anche aziende pubbliche) utilizzano SAP.

L’ingegnere gestionale solitamente è colui che lavora nella gestione dei processi di acquisto e quindi nella logistica.

La famosa “supply-chain” è il cuore delle attività dell’ingegnere gestionale. Stabilire i piani di acquisto di materie prime o servizi, coordinare i tempi e scadenza di produzione. Gestire lo stock ed interfacciarsi con i fornitori. Questa in maniera sintetica è il ruolo dell’ingegnere gestionale in logistica.

Le aziende moderne, qualunque sia il settore, hanno bisogno di organizzare i processi e le attività. Il mercato molto competitivo ha bisogno di ottimizzare energie, risorse e scadenze. Gli ingegneri gestionali sono oggi tra i profili più richiesti.

In particolare, tornando al mondo informatico, gli Ingegneri Gestionali sono i primi “candidati” a diventare “Analisti Funzionali SAP”.

Ma cosa fa l’analista funzionale SAP?

Si tratta di una figura in grado di svolgere un’analisi dei processi di business per intervenire sul sistema informativo SAP adattandone le funzionalità.

SAP è un software completamente personalizzabile e proprio per personalizzarlo intervengono gli analisti funzionali.

I funzionali SAP sono figure verticali. Non si tratta di “programmatori” come accennavamo prima. I consulenti SAP parametrizzano il sistema con apposite attività seguendo un percorso di “implementazione SAP”.

Ci si riferisce a questo termine quando si lavora per “costruire” il sistema SAP più adatto all’azienda.

Perchè viene richiesto l’ingegnere gestionale per SAP e quali aziende cercano questa figura?

Essendo il consulente SAP una figura “ibrida” sono necessarie competenze “verticali”. Chi se non l’ingegnere gestionale ha un’ottima conoscenza della supply-chain? Un minimo di competenze di informatica e dei sistemi operativi sono richiesti. Un corso di laurea in ingegneria solitamente li prevede. Tuttavia è indispensabile un’attitudine e un’interesse a lavorare nel mondo informatico.

Ricordate che il settore informatico è quello che non conosce mai crisi. La domanda di specialisti è sempre maggiore dell’offerta. I consulenti SAP ad esempio sono pochi e ben pagati. E tuttavia “non semplice” iniziare a lavorare su SAP e diventare un analista funzionale.

SAP è molto vasto ed è fatto a moduli. Solitamente gli ingegneri gestionali si specializzano sui moduli MM (Material Management), SD (Sales Destribution) . A volte anche su PP , QM o PM.

Come si inzia una carriera da consulente funzionale SAP?

Sicuramente è necessario un corso. Ma non solo, è necessaria una formazione con almeno delle basi di “customizing”.  Il customizing è il fulcro del lavoro del consulente SAP.

Dopo di chè si prosegue con un perio di stage, affiancamente in azienda con un senior. Dopo circa 6 mesi/ 1 anno di esperienza ci si può considerare dei consulenti Junior. Iniziata la carriera state certi che potrete anche cambiare azienda con facilità, ottenere compensi medio alti. Le realtà di progetti sui cui si va a lavorare solitamente sono nazionali ed internazionali. Tutto molto interessante senza dubbio.

Quali sono le aziende che cercano consulenti SAP? Le aziende di consulenza informatica come Accenture, Deloitte, KPMG, Capgemini e tante altre. Oppure le stesse grandi aziende che hanno un’area IT interna cercano consulenti SAP.

Sia che lavoriate come utente (utilizzatori finali di SAP in logistica) sia come consulenti funzionali, le competenze sul software vi verrano sempre richieste. E le avrete saranno garanzia di un buon lavoro.

Interessa avvicinarvi al mondo SAP?

Allora visionate l’offerta formativa di Innovaformazione. Eroghiamo corsi sia in modalità frontale che in modalità online classe virtuale.

Visitate www.innovaformazione.net e contattateci via email ad [email protected]

 

Laureato in Ingegneria Gestionale?Quello che ti serve è imparare SAP