eBay: nuova funzione Interests

eBay: nuova funzione Interests

eBay: nuova funzione Interests: di cosa si tratta?

Di recente eBay ha comunicato una nuova funzione nella sua piattaforma che prende il nome di “interessi” (interests).  eBay vuole migliorare sempre l’esperienza di acquisto dei suoi utenti. Selezionando sull’app i nostri gusti, eBay vuole mostrarci una serie di articoli ed offerte personalizzate. Ogni individuoèe diverso dall’altro e la tecnologia può intervenire per suggerirci i prodotti più affini alle nostre inclinazioni.

In realtà è una features non ancora presente sulle versioni italiane, tuttavia a breve si riceveranno degli aggiornamenti a riguardo. Di seguito troviamo l’immagine di presentazione della eBay: nuova funzione Interests.

Al momento la eBay: nuova funzione Interests è disponibile solo per gli Stati Uniti, su  dispositivi Android e su dispostivi iOS. (fonte)

Tuttavia è previsto un piano di aggiornamento graduale e globale, sia per eBay versione desktop che sulle mobile app.

Al momento, per l’Italia, troviamo solo dei suggerimenti agli acquisti nella home di eBay, in relazione alle nostre ultime ricerce. Vengono presentati anche dei “venditori consigliati”, sempre in relazione alle nostre ultime parole chiave inserite nelle ricerche. Ma nulla a che vedere con il prossimo upgrade.

Con la nuova funzione Interests , la piattaforma prevede la personalizzazione delle offerte in relazione ad alcune domande necessarie per “profilarci”. “Cosa ami ?”, “Qual’è il tuo stile?”, “Di cosa sei fan?” e “Quali sono le tua attività preferite”? . Ognuna di queste domande avrà delle categorie e sotto categorie di risposta, sia per gli uomini che per le donne.

Selezionando le risposte e gli argomenti, eBay andrà a personalizzare l’interfaccia del “nostro eBay”. Ci verranno presentati oggetti e promozioni esattamente in linea con i nostri gusti e la nostra personalità.

Potremo seguire più facilmente gli articoli e i venditori rendendo la piattaforma ancora più interessante nell’esperienza di acquisto.

eBay ha lavorato molto su algoritmi di intelligenza artificiale e di “deep learning” implementando e spingendo sulla personalizzazione delle offerte e dell’interfaccia.

L’obiettivo è cercare di differenziarsi da Amazon. Quest’ultimo infatti è ormai un grosso competitor che sta erodendo quote di mercato ad eBay. Mentre Amazon punta sulla “globalizzazione” del mercato e sulla fidelizzazione dei clienti con una serie di servizi aggiuntivi (basti pensare ad Amazon Prime), eBay punta sul migliorare l’esperienza di acquisto.

Amazon infatti, a parte l’eccellente assistenza clienti, ha una presentazione prodotti scarna e semplicistica. A volte l’offerta è cosi vasta che l’utente rischia di perdersi nella miriade di prodotti. Forse oltre questo non troviamo altri difetti (lato acquirenti).

Qui di seguito troviamo il video di presentazione di eBay per eBay: nuova funzione Interests.

Innovaformazione, scuola informatica specialista promuove la cultura dell’e-commerce ed in particolare della piattaforma eBay. Organizziamo corsi di formazione per venditori eBay Professionali ed eroghiamo consulenza eBay per i commercianti. INFO: [email protected]www.innovaformazione.net

 

 

eBay-Grouped-Listing

eBay-Grouped-Listing

 

eBay-Grouped-Listing: tradotto significa inserzioni “di gruppo” eBay.

Dal 9 ottobre 2017, come da annuncio ufficiale di eBay visionabile su questo LINK viene introdotta una nuova funzione interessante per gli acquirenti. Tuttavia anche i venditori gioveranno della novità poichè si va a migliorare nel complesso l’esperienza di ricerca e di acquisto.

eBay-Grouped-Listing rappresenta la possibilità di raggruppare le ricerche in sottogruppi di annunci dello stesso venditore, in modo da rendere il confronto e la scelta più rapida e precisa.

In particolare si tratta di un pulsante “Group Similar Listing” che appare sul lato destro della barra di ricerca. Attualmente è disponibile solo per la vesione desktop di eBay stati Uniti e pochi eBay europei (non ancora attivo in Italia ma si suppone arrivi a breve).

Il pulsante in questione appare per le ricerce complesse, con più parole chiave. Ad esempio: “digital camera water resistent”. Tra i risultati di ricerca avremo centinaia o migliaia di inserzioni. Avremo anche nella lista lo stesso oggetto dello stesso venditore con differenze minime di caratteristiche.

In questa situazione si può attivare il pulsante “Group Similar Listing” che riduce il numero di inserzioni tra i risultati poichè raggruppa gli oggetti dello stesso venditore.

Nella prima immagine abbiamo evidenziato il pulsante “Group Similar Listing” che compare attivando una prima ricerca.

La seconda immagine (successiva) evidenzia il risultato che compare cliccando il pulsante di cui parliamo.

 

Notiamo come con la funzione delle inserzioni “raggruppate” l’elenco oggetti da controllare si ride e ogni inserzione presentata è costituita da un gruppo di oggetti simili venduti dallo stesso seller (abbiamo evidezionato le “Buying Options).

Questa tipologia di “applicazione web” è stata implementata grazie ad avanzate tecniche di “machine learning” e structered data. Ovvero eBay permette di migliorare l’esperienza della ricerca inserzioni grazie ad un algoritmo che “impara” cosa cercare nello specifico.

Queste nuove funzioni servono per agevolare le vendite all’interno della piattaforma. Tutti i veditori quindi a poco a poco gioveranno di questa nuova funzione nelle vendite.

Innovaformazione, scuola informatica specialistica, promuove la cultura dell’e-commerce e della piattaforma eBay.

Occupandoci di formazione e consulenza per venditori eBay abbiamo un’offerta di servizi visionabili dal nostro sito www.innovaformazione.net . Aiutiamo i nostri clienti a presentare al meglio i loro prodotti su eBay e a restare sempre aggiornati sulle novità.

Trovate invece tutte le news sul mondo eBay a questo LINK del nostro stesso blog.

eBay lancia la funzione Image Search

eBay lancia la funzione Image Search

Da qualche giorno, eBay dal suo sito ufficiale americano presenta una nuova funzione della sua piattaforma e-commerce: “Image Search”.

Ma cos’è la funzione “Image Search” ?

Si tratta di una particolare funzione integrata nell’app mobile di eBay (inizialmente su iOS, successivamente verrà implementata anche su Android). Nella barra ricerca si potrà toccare e attivare la sezione “image” che permetterà di caricare una foto scattata al momento o un’immagine esterna per far partire la ricerca.

In questo modo si potrà cercare un oggetto senza conoscerne il nome o la marca. Si potrà scattare l’ispirazione dell’oggetto visto in un determinato istante e cercarlo sulla piattaforma eBay.

L’integrazione di questa funzione è il risultato di un attento e lunga lavoro del reparto ricerca e sviluppo.

Sono state implementate nuove tecnologie di “AI” ovvero di Intelligenza Artificiale e che in ambito IT si chiamano di “Machine Learning”.

Qui di seguito trovate il breve video di presentazione del nuovo applicativo chiamato “Find It on eBay”.

 

Sicuramente il motivo che ha spinto eBay ad introdurre queste tecnologie segue la necessità di differenziarsi dal competitor Amazon.

Infatti è sempre più incalzante la competizione di Amazon che continua a rodere fette di mercato in tutti le tipologie merceologiche per le vendite online.

La strategia di eBay consiste nello specializzarsi nell’esperienza di acquisto e nel dare accesso a categorie di articoli piu disparati. Amazon invece ha notevoli limiti da questo punto di vista.

L’esperienza di acquisto su Amazon è molto minimalizzata e con una interfaccia scarna e non personalizzabile.

eBay invece ultimamente ha introdotto applicativi con interfacce molto semplici da utilizzare per i venditori.

Basta pensare alla “Console Venditori” introdotta da poco meno di un anno a questa parte. E’ noto invece la complessità della gestione della dashboard venditori Amazon.

 

Innovaformazione, scuola specializzata nel settore informatico, promuove la cultura dell’e-commerce con la piattaforma eBay. Organizziamo corsi di formazione per venditori eBay. Potete visionare il link del nostro sito relativo al corso:

Corso eBay Venditore Professionale

eBay Guaranteed Delivery

eBay Guaranteed Delivery

eBay Guaranteed Delivery: che cos’è ?

eBay sta introducendo una nuova garanzia per la consegna dell’oggetto acquistato sul marketplace.

Tuttavia questa novità coinvolgerà per il momento solo gli Stati Uniti. La garanzia di consegna partirà dall’estate 2017 come menzionato negli annunci dello Spring Seller Update Americano.

eBay introduce una nuova opzione che garantirà all’acquirente di ottenere una consegna certa dell’articolo ordinato. Consiste quindi in un vero e proprio programma di garanzia di consegna. Questo ha l’obiettivo di migliorare l’esperienza di acquisto degli utenti “costringendo” la platea dei venditori ad adeguarsi alle direttive.

Dall’estate 2017 verranno implementate nei sistemi eBay delle opzioni inerenti all’inserimento e al monitoraggio dela “consegna garantita” e rapida.

Per il venditore ci sarà una scelta fra due opzioni:

  • Handling time option
  • Door to door option

La prima corrisponde ad una garanzia di consegna nello stesso giorno di acquisto o in un giorno lavorativo.

La “door-to-door-option” corrisponde invece all’inserimento di una “tabella consegne” che indica i tempi di consegna in relazione all’area geografica di riferimento. Questa permetterà di includere o escludere aree geografiche in cui garantire o meno determinati tempi di consegna.

eBay introduce la Garanzia di Consegna assieme ad un nuovo prossimo filtro di ricerca nel motore eBay.

Stiamo parlando di un filtro di ricerca per consegna rapida o immediata (stesso giorno o un giorno). In questa maniera gli acquirenti potranno selezionare gli articoli dei venditori che risponderanno alle esegenze di consegna immediata.

Viene anche introdotto un “calendario” consegne, dove il venditore può selezionare le aree geografiche da includere per un servizio di spedizione performante.

L’aspetto principale però consiste proprio nella Garanzia che vede due opzioni nel caso in cui l’oggetto non venga consegnato nei tempi dichiarati:

  1. l’acquirente può richiedere il rimborso della spedizione oppure ottenere un buono da 5$ (nel caso di oggetto venduto con spedizione gratuita).
  2. l’acquirente può chiedere il recesso ed il rimborso complessivo, spese di spedizione comprese.

Chi sostiere questi eventuali rimborsi in caso di ritardi?

Se il venditore avrà impostato la garanzia di consegna “in giornata” o “un giorno”, sarà eBay a farsi carico del rimborso delle spese di spedizione o attiverà un “return label” (un ticket-rimborso) all’acquirente.

Se il venditore avrà invece impostato la “door-to-door” option, indicando tempi e garanzia di consegna diversi a seconda delle aree geografiche (e delle sue capacità), sarà il seller stesso a rispondere direttamente in caso di consegne in ritardo.

 

eBay quindi spinge letteralmente ad incrementare la qualità di servizio che si ripercuote ovviamente sui suoi venditori. Tuttavia si fa carico sia degli eventuali rimborsi in caso di consegne in ritardo (per consegne rapidissime) che dell’assistenza clienti per questa nuova opzione.

Chi potrà utilizzare l’opzione di garanzia di consegna? Tutti i venditori che rientrano con una “performance standard” in su.

La gestione della “garanzia di consegna” sarà gestibilile all’interno del “Seller Hub eBay”. Il venditore potrà monitorare la tabella garanzia di consegna ed eventuali rimborsi in un’apposita sezione del pannello di controllo (dashboard).

Quando queste novità verranno esportate anche in Europa e in Italia ancora non è noto. Tuttavia pensiamo che fra qualche anno anche i nostri venditori eBay dovranno adeguarsi ai nuovi standard di consegna.

La fonte dell’articolo deriva dalla pagina ufficiale eBay.

Innovaformazione, scuola informatica specialistica, promuove la cultura dell’e-commerce ed in particolare la vendita su eBay.

Visitate www.innovaformazione.net . Tra i servizi eroghiamo formazione e consulenza per venditori eBay professionali.

eBay: contenuti attivi bannati dal 2017

eBay-contenuti-attivi-bannati-dal-2017

eBay : contenuti attivi bannati dal 2017

 

Dopo i passati scandali in cui fu scoperto un famoso “bug” di sicurezza all’interno del Marketplace di Cupertino, eBay ha di recente annunciato dei provvedimenti inerenti a delle nuove regole che limitano la creazione delle inserzioni in HTML e Javascript.

Infatti, proprio la completa personalizzazione delle inserzioni con i codici di programmazione per il web è stata la causa dell’insicurezza dei sistemi eBay . Sulla vulnerabilità dei sui sistemi è intervenuta una nota ufficiale visionabile in questo LINK.

In particolare, utilizzando degli script in Javascript, all’interno di una descrizione inserzione un potenziale malintenzionato potrebbe attivare un pop-up o un’altra attività “malevola” in grado di rubare le password account o altri dati ingannando il malcapitato utente.

Proprio per queste motivazioni. eBay recentemente ha annunciato modifiche in questo senso, dichiarando gli “Active Content” Bannati da Giugno 2017.

In generale nei template inserzione non sarà più possible utilizzare non solo Javascript ma anche Flash, plug-in e formulari. Sarà anche vietato inserire link esterni a meno chè non si rifacciano ad altri oggetti  in vendita su eBay o link di riferimento del proprio Negozio eBay.

Con le nuove regole, la personalizzazione delle inserzioni eBay potrà avvenire utilizzando solo HTML5 e CSS, in particolare l’attenzione viene rivolta alla ottimizzazione dei formati per la visualizzazioni dai dispositivi mobili.

Da Giugno 2017 tutte le inserzioni non confermi a queste nuove regole verranno chiuse e i venditori saranno eventualmente sospesi.

Sarà inoltre imporante creare annunci ottimizzati per il “mobile”, ovvero per gli accessi tramite smartphone e tablet.

Proprio per questo eBay consente l’utilizzo esclusivo di HTML5 e CSS, moderni strumenti per il “responsive design”.

Infatti la diffusione degli smartphone ha impennato gli accessi ad eBay dai dispositivi mobili  facendo impennare anche gli acquisti direttamente dai cellulari.

Per aiutare i venditori nella creazione di inserzioni “corrette”, da Ottobre 2016 in poi verranno inseriti nei sistemi di creazione inserzione, dei modelli di inserzione gratuiti per la costruzione degli annunci.

Inoltre eBay, in collaborazione con i-Ways, ha prodotto un’applicazione web per la verifica della ottimizzazione inserzione rispetto alle nuove regole e rispetto al mobile-friendly.

L’applicazione per la verifica inserzione la troviamo in questo LINK.

Una volta inserito il numero dell’oggetto eBay in vendita, l’applicazione i-Ways analizzerà il nostro codice segnalandoci le eventuali anomalie e indicandoci per ogni errore le modalità di correzione.

 

L’articolo completo selle novità che vi abbiamo presentato è visionabile dalla sezione eBay “Spazio  Venditori” al seguente LINK.

INNOVAFORMAZIONE, scuola informatica specialistica promuove la cultura della vendita online e l’utilizzo di ebay per l’ecommerce. Con il nostro Corso eBay Venditori Professionali trasferiamo le competenze per vendere su eBay da professionisiti. Tra i servizi ci occupiamo anche di consulenza per la piattaforma eBay. Visitate il nostro sito e contattateci a [email protected]

 

Nuovo Profilo eBay: si scopiazza da Facebook?

Da pochi giorni eBay ha comunicato l’introduzione di alcune novità sia per i venditori che per gli acquirenti: la finalità sarà quella di migliorare “l’esperienza di acquisto” e di migliorare l’usabilità per gli utenti.

In particolare segnaliamo la scomparsa delle pagine “IO”, ovvero la sezione definita anche “Il mio mondo eBay” con la quale ogni utente poteva inserire una piccola descrizione di sè e del suo profilo, venditore o acquirente che sia.

Con questa piccola modifica eBay diventa sempre più “social” introducento le pagine profilo il cui aspetto è pressochè identico alle pagine personali di Facebook:

ebay profilo nuovo novita

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le pagine del profilo hanno una copertina con un’immagine più grande di “sfondo” mentre rimane l’immagine personale che equivale al logo aziendale nel caso dei venditori professionali. Un piccolo spazio di testo semplice permette di aggiungere una brevissima descrizione dell’utente.

In alto la pagina presenta i pulsanti “social” per la condivisioni sui principali social network mentra in basso sono presenti i vari oggetti in vendita. La sezione feedback resta in alto con la possibilità di scorrere e controllare con maggiore facilità tutti i feedback dell’utente, scorrendo con velocità tra i commenti negativi, neutri e positivi anche visualizzando lo storico.

eBay modifica anche l’interfaccia Negozio e introduce alcune modifiche sullo “Status del Venditore” che saranno attive dal 20 Agosto 2014.

Le “Collezioni” dei negozi eBay saranno un’ulteriore novità orientato al social che servirà a potenziare gli strumenti dei venditori.

Ricordiamo che Innovaformazione si occupa di consulenza per la vendita professionale su eBay.

Per contatti: www.innovaformazione.net[email protected]