eBay-Open-2019-ecco-le-novità

eBay-Open-2019-ecco-le-novità

eBay-Open-2019-ecco-le-novità

 

eBay-Open-2019-ecco-le-novità . Cos’è eBay Open?

Come tutti i grandi big del web, anche eBay ogni anno organizza una conferenza per fare il punto della situazione e spiegare in anteprima le novità che verranno introdotte da quel momento verso l’anno nuovo.

Il 23, 24 e il 25 Luglio 2019 si è tenuto a Las Svegas l’ eBay-Open-2019-ecco-le-novità.

Le novità principali introdotte sono tre:

  • Managed Delivery (“spedito da eBay”)
  • Multi-User Account
  • Terapeak gratuito

La prima novità dell’ eBay-Open-2019-ecco-le-novità è il Managed Delivery.

Si tratta di un servizio di logistica molto simile al famoso servizio di consegne e logistica che offre Amazon.

Il servizio in questione permetterà ai venditori di immagazzinare, imballare e spedire il propri prodotti. L’utilizzo di imballi marchiati eBay di alta qualità e resistenza garantiranno un’esperienza di consegna maggiore.

Una serie di Hub dei partner logistici consentiranno la dislocazione dei prodotti in punti strategici e più vicini ai propri acquirenti. Questo garantirà una consegna più rapida e più sicura.

La soluzione Managed Delivery sarà utilissima specialmente ai venditori di prodotti di alto consumo e di alto volume. In particolare a venditori di categorie come elettronica, casa, giardino e moda. Il servizio di logistica di eBay abbatterà notevolmente i costi di spedizione per i commercianti. Nello stesso tempo si contribuirà a diffondere il “marchio eBay” con i pacchi brandizzati (un pò come già succede con i pacchi amazon).

Il programma Managed Delivery prevede inoltre un’assistenza dedicata ai venditori che ne aderiranno, una maggiore protezione sulle vendite. Il tutto garantirà feedback migliori e migliore reputazione per i venditori.

(fonte1)

 

La funzione Multi-User Account consentirà ai venditori di creare più login in modo da ottere un account eBay accessibile in maniera diversa da dipendenti e collaboratori. Ciascuna user potrà dare accesso alle funzioni di modifica inserzioni, editing e pubblicazione degli annunci. Si potranno separare gli account da quelli “dei titolari” cosi da dare maggior rilievo alla privacy e alle informazioni finanziari del Negozio.

eBay è la prima piattaforma al mondo ad introdurre un servizio di questo tipo “multi-user”.

L’ integrazione con Terapeak è gratuito per i Negozi eBay. Questa è una novità già descritta in un altro nostro articolo. Potete leggere QUI.

In sintesi Terapeak è un motore di analisi e ricerca riguardo il mercato.  Terapeak  lavora indicando prezzi, domanda ed andamento del mercato (e dei concorrenti).

In ultimo, ma non secondario, eBay ha annunciato miglioramenti circa la Protezione Venditori. In tutti quei casi in cui gli acquirenti cercano di “fare i furbetti”, eBay tende una mano ai suoi seller.

Il miglioramento protezione venditori consiste in sistema di “credito in fattura” per coprire eventuali “resi ingiustificati” rimborsando i venditori direttamente nella fattura tariffe .

Infine eBay inserisce una soluzione di “rimborso parziale” per i casi di reclamo con oggetto restituito ma danneggiato.

Queste opzioni saranno accessibili ai venditori che accetteranno il “reso extra” ossia fino a 30 giorni per la restituzione dell’oggetto. (fonte2)

Tutte queste novità verranno introdotte da Ottobre 2019 e iniziando dagli USA. Successivamente verranno estese agli eBay europei. Italia compresa.

E voi, cosa ne pensate delle novità dell’ eBay-Open-2019-ecco-le-novità ?

Innovaformazione promuove la cultura dell’ecommerce e di eBay. Come scuola di formazione eroghiamo un Corso eBay Venditore Professionale . INFO: www.innovaformazione.net[email protected] .

ebay-crash-sale-la-risposta-ad-amazon

ebay-crash-sale-la-risposta-ad-amazon

ebay-crash-sale-la-risposta-ad-amazon

 

ebay-crash-sale-la-risposta-ad-amazon . La famosa settimana di sconti che lancia periodicamente Amazon nel periodo estivo vede quest’anno la risposta di eBay.

Negli USA viene lanciata la eBay-Crash-Sale.

In Italia invece viene semplicemente chiamata “eBay Super Week”.

Si tratta di una settimana di sconti su tutte le categorie di eBay. Una apposita sezione divisa per categorie indirizza l’utente verso le inserzioni con degli sconti che vanno dal 30% al 60 % . Qui trovate il LINK.

Mentre per Amazon, l’accesso agli sconti è riservato agli abbonati Amazon Prime, per eBay non occorre nessun abbonamento, e viene chiaramente presentato in un suo slogan.

Di seguito riportiamo questo interessante video pubblitario (americano) con cui si vuole confrontare le offerte e le scontistiche Amazon con l’offerta eBay. In particolare si parla di “Alexa”, il dispositivo che permette di fare ordini “via voce” su Amazon.

 

Come dice la ragazzina dello spot “Su Amazon compri solo tante cose inutili, su eBay puoi acquistare tante cose utili!” . Il concetto qui va a rimarcare come la piattaforma eBay va a suggerire gli acquisti per gli utenti, in base alle loro preferenza. Su Amazon, con il Prime Day si finisce per acquistare coggetti a caso.

Per altri articoli sul mondo eBay visionate a questo LINK la sezione apposita del nostro blog.

Innovaformazione, scuola informatica specialistica promuove la cultura dell’e-commerce e di eBay.

Visitate www.innovaformazione.net ,trovate anche il nostro Corso eBay Venditore Professionale .

 

(fonte1; fonte2)

eBay-partner-di-libra-crypto-moneta-facebook

 

 

eBay-partner-di-libra-crypto-moneta-facebook

 

eBay-partner-di-libra-crypto-moneta-facebook . Alcune settimane fa si è parlato di Libra.

Si tratta di una nuova crypto valuta che verrà lanciata a partire dal 2020.

Facebook è il detentore principale di questa moneta “virtuale” ma Libra si presenta con un network vasto di aziende multinazionali che aderiscono come partner.

eBay-partner-di-libra-crypto-moneta-facebook . Si, eBay è tra i partner di Libra, ovvero ha investito circa 10 milioni di dollari assieme agli altri partner. Giganti come Visa, Mastercard, Paypal, Vodafone, Spotify ed Uber sono soltanto alcuni degli altri nomi che aderiscono al progetto di crypto moneta che vede Facebook come capofila.

L’obiettivo è raggiungere i cento partner entro l’anno prossimo specialmente per rimuovere “l’etichetta Facebook” da principale riferimento. I precedenti negativi di Cambridge Analytica sono ancora un’ombra sull’azienda di Zuckemberg. Si tenta in pratica di evitare che sia Facebook il gestore totale di tutta questa tecnologia e di dati.

eBay-partner-di-libra-crypto-moneta-facebook . eBay si inserisce in questo filone prendendo parte a questa nuova “invenzione”.

Certo, le crypto-monete non sono nate ieri. Il Bitcoin è la più famosa moneta che vuole rivoluzionare il settore bancario.

Tuttavia Libra ha caratteristiche diverse dalle classiche crypto-monete basate su Bitcoin.

La differenza principale dal resto del mondo “crypto-currency” sta nel fatto che Libra si basa su un paniere di depositi bancari e valute di banche centrali (dollaro ed euro). Questo determina Libra una moneta stabile ovvero una stablecoin.

L’inflazione dovrebbe annullarsi mentre l’ aumento o la diminuzione della diffusione di Libra dipenderà dal maggiore o minore utilizzo degli utenti.

eBay-partner-di-libra-crypto-moneta-facebook, per il momento vuole seguire il filone di innovazione portando sul suo marketplace questa nuova moneta digitale. Probabilmente all’inizio verrà inserita come ulteriore forma di pagamento assieme a tutte le altre (Paypal e Adyen).

La tecnologia Blockchain è alla base delle crypto-valute e lo stesso vale per Libra.

I sentori portano ad un futuro senza intermediari e senza banche. Le crypto valute permetteranno di scambiare denaro in modo immediato e senza commissioni.

La sicurezza, il reciclaggio e il malaffare potrebbero però approfittare di questo strumento.

Per cui attualmente non sono considerati strumenti del tutto maturi.

Su questo aspetto Facebook ha dichiarato che stringerà accordi con le autorità bancarie per impedire i reati finanziari.

Libra è gestita da una no-profit, Libra Association. Lo strumento per scambiare la moneta Libra è invece un wallet di proprietà Facebook: Calibra.

L’adesione a Libra di eBay è un’altra strategia di contrasto al concorrente Amazon.

Cosa ci riserverà il futuro? Le banche scompariranno?

Come interverranno i governi per gestire e garantire la sicurezza delle transazioni di monete virtuali?

Solo il tempo potrà darci le risposte.

(fonte1; fonte2)

Innovaformazione, scuola specializzata nell’Information Technology, promuove la cultura digitale, dell’ecommerce e di eBay.

Visitate www.innovaformazione.net[email protected]

eBay-extra-campagna-punti-e-promozioni

eBay-extra-campagna-punti-e-promozioni

eBay-extra-campagna-punti-e-promozioni

 

eBay-extra-campagna-punti-e-promozioni. eBay Extra è la nuova campagna punti e promozionale del portale e-commerce più famoso al mondo.

eBay ha lanciato di recente un sistema con lo scopo di trasformare la fedeltà degli acquirenti in buoni sconto.

eBay-extra-campagna-punti-e-promozioni è raggiungibile direttamente a questo LINK.

Ogni utente-acquirente può trasformare gli acquisti in punti. Ogni € di acquisto si trasforma in 1 punto. Al raggiungimento di 500 punti si ottiene un buono spesa  di 5€ .

Alla prima registrazione si ricevono in omaggio 100 punti.

Periodicamente eBay propone delle promozioni raddoppiando i punti sugli acquisti fatti in categorie predefinite. Ad esempio recentemente vengono dati il doppio dei punti per acquisti di oggetti delle categorie smartphone, arredamento e fitness.

Inoltre, invitando alla campagna un amico, si ottengono altri punti. Avremo 100 punti per ogni amico registrato e 250 punti per il primo acquisto su eBay effettuato da un amico.

La sezione eBay-extra-campagna-punti-e-promozioni ha una login ed un pannello di controllo. Nella pagina è possibile monitorare le proprie attività, i punti accumilati, gli amici registrati con il nostro invito. In una apposita pagina si può trasfomare in coupon i punti accumulati. Il coupon è infine utilizzabile negli acquisti eBay . Andrà inserito il codice coupon nella fase di acquisto.

Ovviamente eBay-extra-campagna-punti-e-promozioni è una campagna che incentiva gli acquisti e gli acquirenti.

Per i venditori si tratta di un’ottima strategia di marketing che induce l’utente eBay ad invitare agli amici e ad effettuare sempre nuovi acquisti sul marketplace.

Un consiglio che possiamo dare ai venditori è di suggerire la eBay-extra-campagna-punti-e-promozioni ai propri clienti. In questo modo torneranno volentieri ad acquistare i propri articoli magari utilizzando un coupon eBay.

Per altre notizie ed articoli sul mondo eBay invitiamo a visionare la sezione apposita del nostro Blog su questo LINK.

Innovaformazione, scuola informatica specialistica promuove l’e-commerce e le vendite su eBay.

Con il Corso eBay Venditore Professionale si risponde alle esigenze di chi vuole affacciarsi alle vendite eBay in maniera professionale.

INFO: www.innovaformazione.net[email protected]

eBay-nuove-regole-2018

eBay-nuove-regole-2018

eBay-nuove-regole-2018

Il 2018 è un anno di cambianti per eBay. Le regole stanno cambiando in maniera repentina e i venditori devono adeguarsi il prima possibile per restare al passo.

Trattando attività professionali in questo articolo parleremo delle regole rivolte ai venditori professionali (con partita iva).

Da Agosto 2018 eBay introduce alcune novità che andremo a spiegare. In generale troviamo nuove regole circa le tariffe di vendita, novità circa l’esperienza di acquisto per i clienti e modifiche sugli strumenti di vendita.

Il video seguente introduce i cambiamenti ma li schematizzeremo nel corso di questo articolo.

eBay-nuove-regole-2018 : Tariffe

La prima novità riguarda le commissioni di vendita sul venduto. La commissione verrà calcolata sommando prezzo e costo di spedizione. Le spese di spedizioni quindi verranno conteggiate nelle tariffe eBay. Di conseguenza abbiamo un aumento delle tariffe con un incentivo a scegliere una vendita con spedizioni gratis (poichè in realtà è identico il costo tariffario eBay per i venditori).

Allo stesso tempo eBay introduce uno sconto del 10% sulle commissioni di vendita per quei venditori con “Affidabilità Top” e che offrono spedizione gratis, tempi imballaggio rapidi (zero o 1 giorno) e recesso esteso ai 30 giorni.

Quindi, migliorando la qualità del servizio e l’esperienza di acquisto per i clienti, eBay premia i venditori. Lo sforzo però non è banale. Ricordiamo invece come le percentuali sul venduto variano a seconda delle categorie ed in media si aggirano sul 10%.

Se nel breve periodo queste modifiche alle tariffe possono apparirre un aumento dei costi per i venditori, nel lungo periodo i commercianti possono ottonere vantaggi e risparmio. Il costo però è determinato da un incremento della qualità dei servizi di vendita.

 

eBay-nuove-regole-2018 : miglioramento dei Negozi

Con il 2018 il passaggio ai Negozi eBay “responsive” è definitivo. Con questo termine si fa riferimento ai negozi con layout completamente adatto ad essere visualizzati dai dispositivi mobili. La personalizzazione è più limitata e si riduce ad una interfaccia simile a quelle dei social (vedi pagine fan Facebook). Menu completamente adattivo per il mobile.

La personalizzazione dei negozi eBay simile ad un sito web scompare del tutto. Quel formato vecchio standard non ottimizzato per il mobile ma fortemente customizzabile oggi va in pensione definitivamente. Inoltre diviene obbligatorio l’utilizzo di immagini HTTPS nel caso di utilizzo di un “template” inserzione con html5/css. Javascript è bannato per motivi di sicurezza (ma lo è ormai da un anno e mezzo). I vecchi URL negozi non https verranno pian piano migrati per mantenere lo standard richiesto da Google per migliorare l’indicizzazione.

Sempre nel tema “Negozi eBay”, le novità 2018 introducono la sezione “inserzioni sponsorizzate” di cui ne parleremo in un articolo specifico. Si tratta in generale, di poter pagare per comparire nelle ricerche “scavalcando” i concorrenti presenti nei risultati organici.

 

In realtà alcune di queste modifiche erano già presenti sui alcuni siti eBay stranieri come UK e Francia. L’Italia si sta allineando al resto del’Europa.

(fonte)

Il commercio è sempre più competitivo e anche i marketplaces devono incentivare le performance dei loro venditori. Specialmente una piattaforma come eBay che vive dei suoi venditori. Se vuoi leggere altri nostri articoli su eBay visita questo LINK.

Innovaformazione, scuola informatica specialista promuove la cultura digitale, dell’ecommerce e di eBay per le vendite professionali. Eroghiamo consulenza e formazione per venditori eBay.

Trovate maggiori informazioni sul Corso eBay Venditore Professionale visitando www.innovaformazione.net .

 

 

 

Adyen-Pagamenti-eBay

Adyen-Pagamenti-eBay

Adyen-Pagamenti-eBay: di cosa si tratta?

Recentemente eBay ha lasciato dichiarazioni circa il prossimo abbandono di Paypal come mezzo di pagamento per i suoi utenti. La nuova soluzione e-payment sarà Adyen.

Adyen è una sorta di concorrente di Paypal ed eBay ha informato il mercato con un annuncio sul suo sito ufficiale americano (leggi QUI)

La scissione tra eBay e Paypal non è di oggi. Nel 2015 Paypal si “sgancia” da eBay (inizialmente Paypal era una società dello stesso gruppo eBay) per poi quotarsi in Borsa. Supponiamo quindi che la decisione del passaggio ad Adyen sia maturata in concomitanza con la scissione da Paypal.

Paypal attualmente in borsa ha ricevuto un netto calo proprio a causa della notizia di Adyen. Il 2021 è stato fissato come anno definitivo per il passaggio. Da metà 2018 Adyen sarà già presente negli U.S.A. Successivamente sarà esteso a tutto il resto del mondo.

In tanto Paypal non verrà abbandonato del tutto dal marketplace eBay. Resterà un’alternativa di pagamento.

Con molta probabilità l’obiettivo vero di Paypal sarà quello di inserirsi nel mercato delle transazioni “tradizionali” off-line. Paypal vuol proporsi come alternativa al contante e ai classici POS dei negozi. Si chiama Paypal Check-in la funzione del app mobile Paypal lanciata nel 2014 che tutt’oggi non è però ancora attiva in Italia.

Ma ipotizziamo che la strada che verrà percorsa da Paypal sarà questa.

Vi suggeriamo questo video proprio sull’app Paypal Check-in.

 

Lo stesso intendo trapela anche nello spot Pyapl che qualche tempo fa girava sui nostri canali televisivi….

Adyen invece non è nuovo sul mercato delle transazioni online. E’ già utilizzato da piattaforme come Netflix, Etsy, Uber, Spotify, Easyjet ecc.

Adyen permetterà un grosso risparmio all’azienda eBay pari a circa 2 miliardi di dollari.

Sono previste tariffe più competitive per i venditori eBay attraverso Adyen. Mentre per gli acquirenti è garantito una migliore esperienza di pagamento senza dover “saltare” da un sito all’altro. Adyen sarà una sorta di sistema di pagamento interno ad eBay. Cosi come ad esempio Amazon riceve i pagamenti con il suo circuito interno.

 

Cosa ci riserverà il futuro? Adyen darà maggiore spinta agli affari di eBay? Paypal si diffonderà come moneta elettronica nel mondo?

A voi lasciamo i giudizi….

Innovaformazione, scuola di formazione specializzata nell’ambito information technology, ha l’obiettivo di divulgare informazioni in tema informatico e di e-commerce. Tra i nostri servizi abbiamo una consulenza per le vendite su eBay. Spicca inoltre il Corso di formazione per Venditori eBay Professionali.

INFO: www.innovaformazione.net[email protected]

Consulente eBay: chi è?

Consulente eBay: chi è?

Consulente eBay: chi è costui? Come sceglierlo e cosa fa?

Se siete atterrati su questa pagina è perchè sicuramente anche voi vi stavate ponendo le stesse domande e probabilmente stavate cercando proprio un “Consulente eBay“.

Cominciamo nel dire che il Consulente eBay è una figura alquanto rara (in Italia specialmente) e molto tecnica. E’ un profilo che lavora nel marketing e nel web marketing in particolar modo.

Il Consulente eBay è un professionista che cura i processi di vendita, la gestione del negozio eBay e la presentazione delle inserzioni.  Si tratta di un consulente che analizza a 360° il vostro store eBay, vi indica i punti in cui migliorare il negozio, vi indica dove sbagliate e dove ad esempio violate il regolamento eBay.

Specialmente per coloro che si avvicinano per la prima volta alla vendita sul Marketplace di Cupertino, è importante non improvvisare. Si rischia di veder chiuso il proprio account per violazioni alle regole e si rischia di investire tempo, forze e denaro su eBay senza ottenere i giusti risultati.

Proviamo ora invece a rispondere alla domanda: come scegliere il “Consulente eBay”?.

Innanzitutto un buon consulente professionista deve essere laureato. Di solito il settore marketing ed e-commerce è vicino alla laurea in materie economiche.  Successivamente dobbiamo valutare la sua esperienza su eBay e sulle vendite. Sono necessari almeno 10 anni di esperienza per poter svolgere una consulenza professionale.

Il Consulente eBay non deve essere un venditore/commerciante, ma deve conoscere eBay alla perfezione, aggiornarsi e studiare continuamente le novità che oggi giorno sono in continua evoluzione. Un’esperienza da commerciante e venditore è importante ma un artigiano, un commerciante di scarpe che ha sempre fatto solo quello, non sarà mai in grado di seguire i temi del web marketing e dell’e-commerce.

Quindi come primo consiglio evitate i consulenti improvvisati, non laureati in materie economiche e che non hanno almeno 10 anni di esperienza.

Un’altro aspetto importante è analizzare cosa fa il consulente e che documentazione vi rilascia.

Un buon Consulente eBay dovrebbe studiare il vostro store, fare un’analisi di web marketing, analizzare i vostri processi di vendita. Dovrebbe conoscere i sistemi di pagamento utilizzati, piattaforme, eventuali software impiegati, valutare le vostre caratteristiche da venditori.

Solo successivamente dovreste ottenere un documento di analisi, eventualmente con grafici, spiegazioni tangibili di intervento, piano di costi e dimostrazioni sulle azioni da attivare e modalità.

E’ molto importante che il consulente abbia un’ottima preparazione e un’ottima dialettica. Un consulente non laureato avrà molte difficoltà ad esporre gli interventi da fare e avrà difficoltà a stilare un report finale di lavoro.

Per cui un’ultimo consiglio riguarda il verificare la carriera e controllare la formazione personale del consulente.

Negli Stati Uniti, è esistita “eBay University”  fino a Giugno 2016. Si trattava di un portale apposito dove i “consulenti eBay” potevano interfacciarsi con i clienti, presentare i loro servizi e ricevere visibilità in maniera più esplicita. Era anche una piattaforma web per attivare corsi di formazione per venditori o per acquirenti.

Il principale punto di riferimento per i consulenti eBay è “Griff”, un anziano dipendente del marketplace che lavora  in eBay da i tempi dalla fondazione dello stesso.

Griff spesso crea dei piccoli tutorial sul canale ufficiale di eBay Stati Uniti dando spiegazioni, suggerimenti o introducendo eventuali novità del regolamento eBay. Griff gestisce anche una Radio (eBay Radio) dove parla dei temi di ecommerce e spesso dialoga rispondendo alle domande degli utenti. Ovviamente ci riferiamo al mercato degli Stati Uniti e a servizi completamente in inglese.

In Italia invece non è mai esistita una eBay University e l’unico modo per trovare e scegliere un consulente eBay è seguire i consigli sopra indicati.

Se cercate un valido Consulente eBay , potete affidarvi a Dario Carrassi di Innovaformazione.

Laureato in Economia, studia e utilizza eBay dal 2004. Segue i sui clienti venditori dal 2013 e ha ideato un corso di formazione per Venditore eBay Professionale.

Per maggiori informazioni visitate www.innovaformazione.net[email protected] .

eBay selling

eBay Selling

(Vendere su eBay)

Tra i principali dubbi di chi si approccia le prime volte al marketplace eBay è: come si fa a “Vendere su eBay”?

Come funziona l’eBay Selling ?

eBay è una piattaforma molto complessa, con una serie di funzioni e potenzialità in continua evoluzione e modifche. Prima prerogativa è: stare al passo e tenersi aggiornati.

Per riepologare le attività e i principi per l’eBay Selling (Vendere su eBay) inseriamo questa interessante infografica di Media-Mosaic, una web company internazionale.

ebay-selling

 

Proviamo ad analizzarla.

Innanzitutto eBay permette di attivare la formula “Negozio”. Con il negozio il venditore può presentare al meglio la sua offerta commerciale di prodotti, organizzare il suo menù articoli ed essere meglio cercato sia su Google che su eBay.

Tuttavia sono comunque necessarie una serie di attività che variano dallo scatto di fotografie professionali, all’inserimento di contenuti completi, all’utilizzo di HTML nelle descrizioni. In poche parole è importante utilizzare una serie di strategie di web marketing.

Un Negozio eBay ben ottimizzato, ha un incremento delle vendite dall 1% al 4% inpiù rispetto da un Negozio eBay poco curato e studiato.

Per cominciare diremo che l’inserzione ed il negozio devono avere:

  • descrizione chiara, comprensibile
  • chiare indicazioni delle condizioni di pagamento, recesso e spedizione
  • buona cura dell’aspetto grafico con un template “responsive” (adatto alla navigazione anche da tablet e smartphone con HTML5 e CSS3)
  •  un titolo con parole precise e non fuorvianti utilizzando tutti i caratteri disponibili
  • una struttura menù omogena e ordinata (negozio eBay)
  • un layout responsive anche per il negozio

Circa il web marketing è importante:

  • usare stragetie di cross-selling (vendita verticale) proponendo prodotti utili simili tra loro  (es. schiuma da barba + lametta/rasoio) con appositi strumenti di gallery
  • inviare email pubblicitarie di marketing ai propri clienti targhettizati o email di sconto
  • sfruttare la vendita internazionale utilizzando la visibilità di eBay sui diversi paesi

 

Innovaformazione si occupa di corsi di formazione per venditori eBay Professionali. Ci occupiamo anche di consulenza eBay per effettuare analisi e ottimiziazzione dei Negozi eBay già esistenti.

Per informazioni visitate www.innovaformazione.net .

 

 

 

Promoted Listings eBay

promoted-listings-ebay

 

Promoted Listings eBay

Da Novembre 2016 eBay ha introdotto una novità che attualmente è fruibile solo sugli eBay USA, UK, Germania e Australia.

Ancora non si conosce se e quando verrà estesa agli altri paesi ma come viene fatto di solito, supponiamo che dopo un periodo di prova la funzione in oggetto verrà estesa in tutti i paesi.

In cosa consiste?

In pratica è una funzionalità “pubblicitaria” aggiuntiva per il venditore. Pagando delle ultetiori tariffe, il venditore può meglio sponsorizzare il suo annuncio oppure il suo negozio eBay piazzandosi in alto nelle ricerche, vedendo aumentare cosi le possibilità di vendita.

Si tratta di un ulteriore canale “di spinta” interno allo stesso eBay con il quale i venditori possono veicolare i propri prodotti per farsi largo nella concorrenza sulla piattaforma.

Un pannello di controllo apposito permette di gestire gli importi da destinare alle campagne pubblicitarie. Tutte le attività vengono monitorate su un quadro che riporta i dati statistici di click e di andamento delle corrispondenti campagne e le relative spese.

Il video seguente spiega in maniera riassuntiva (e completamente in inglese) il funzionamento del “Promoted Listings eBay”:

In generale esistono due modalità di campagne:

  • campagna sulla singola inserzione
  • campagna banner

Nel primo caso il venditore pagherà per risalire tra i risultati di ricerca e presentarsi “di fronte” all’utente ovvero tra la quarta e l’ottava posizione in ricerca.

Nel secondo caso, il venditore potrà utilizzare degli spazi-banner presenti su un lato rispetto alle ricerche, che corrisponderanno a dei link al proprio articolo, al gruppo di articoli o al negozio eBay.

Attualmente quest’ultima funzione non sembra visibile per il mobile (con accesso da smartphone e tablet) ma ipotizziamo l’estensione a breve.

La fonte di tale informazione è visionabile direttamente dai link sottostanti ovvero dalla sezione “seller-center” di eBay Stati Uniti:

Fonte1

Fonte2

Infine in questo ultimo LINK si può scaricare e visionare un PDF Guida sullo strumento “Promote Listings eBay”.

Intanto noi italiani non possiamo fare altro che attendere l’arrivo dei prossimi cambiamenti sulla piattaforma e  prepararci allo studio.

 

Innovaformazione, scuola informatica specialistica si occupa di consulenza eBay per venditori e di formazione con il Corso eBay Venditore Professionale.

Visitate www.innovaformazione.net

 

eBay: contenuti attivi bannati dal 2017

eBay-contenuti-attivi-bannati-dal-2017

eBay : contenuti attivi bannati dal 2017

 

Dopo i passati scandali in cui fu scoperto un famoso “bug” di sicurezza all’interno del Marketplace di Cupertino, eBay ha di recente annunciato dei provvedimenti inerenti a delle nuove regole che limitano la creazione delle inserzioni in HTML e Javascript.

Infatti, proprio la completa personalizzazione delle inserzioni con i codici di programmazione per il web è stata la causa dell’insicurezza dei sistemi eBay . Sulla vulnerabilità dei sui sistemi è intervenuta una nota ufficiale visionabile in questo LINK.

In particolare, utilizzando degli script in Javascript, all’interno di una descrizione inserzione un potenziale malintenzionato potrebbe attivare un pop-up o un’altra attività “malevola” in grado di rubare le password account o altri dati ingannando il malcapitato utente.

Proprio per queste motivazioni. eBay recentemente ha annunciato modifiche in questo senso, dichiarando gli “Active Content” Bannati da Giugno 2017.

In generale nei template inserzione non sarà più possible utilizzare non solo Javascript ma anche Flash, plug-in e formulari. Sarà anche vietato inserire link esterni a meno chè non si rifacciano ad altri oggetti  in vendita su eBay o link di riferimento del proprio Negozio eBay.

Con le nuove regole, la personalizzazione delle inserzioni eBay potrà avvenire utilizzando solo HTML5 e CSS, in particolare l’attenzione viene rivolta alla ottimizzazione dei formati per la visualizzazioni dai dispositivi mobili.

Da Giugno 2017 tutte le inserzioni non confermi a queste nuove regole verranno chiuse e i venditori saranno eventualmente sospesi.

Sarà inoltre imporante creare annunci ottimizzati per il “mobile”, ovvero per gli accessi tramite smartphone e tablet.

Proprio per questo eBay consente l’utilizzo esclusivo di HTML5 e CSS, moderni strumenti per il “responsive design”.

Infatti la diffusione degli smartphone ha impennato gli accessi ad eBay dai dispositivi mobili  facendo impennare anche gli acquisti direttamente dai cellulari.

Per aiutare i venditori nella creazione di inserzioni “corrette”, da Ottobre 2016 in poi verranno inseriti nei sistemi di creazione inserzione, dei modelli di inserzione gratuiti per la costruzione degli annunci.

Inoltre eBay, in collaborazione con i-Ways, ha prodotto un’applicazione web per la verifica della ottimizzazione inserzione rispetto alle nuove regole e rispetto al mobile-friendly.

L’applicazione per la verifica inserzione la troviamo in questo LINK.

Una volta inserito il numero dell’oggetto eBay in vendita, l’applicazione i-Ways analizzerà il nostro codice segnalandoci le eventuali anomalie e indicandoci per ogni errore le modalità di correzione.

 

L’articolo completo selle novità che vi abbiamo presentato è visionabile dalla sezione eBay “Spazio  Venditori” al seguente LINK.

INNOVAFORMAZIONE, scuola informatica specialistica promuove la cultura della vendita online e l’utilizzo di ebay per l’ecommerce. Con il nostro Corso eBay Venditori Professionali trasferiamo le competenze per vendere su eBay da professionisiti. Tra i servizi ci occupiamo anche di consulenza per la piattaforma eBay. Visitate il nostro sito e contattateci a [email protected]